Tutte le notizie di: | archivio
Articolo n° 6212 del 02 gennaio 2007 delle ore 08:56

Res Amissa: domani Vincenzo Zitello a Spotorno

Spotorno. Proseguono gli eventi del festival itinerante di musica sacra Res Amissa, che dopo 15 concerti nel 2006 e i primi 3 del 2007 a Ospedaletti, Bordighera e Bonassola, prosegue domani a Spotorno. Tutti i concerti coniugano intrattenimento musicale e approfondimento culturale, anche grazie alle dissertazioni degli storici dell’arte che precederanno di volta in volta i concerti, descrivendo le chiese, le basiliche e i santuari protagonisti dei concerti: un’occasione spesso unica per scoprire o riscoprire le bellezze del territorio, un regalo per  turisti e residenti.

Domani torna protagonista Vincenzo Zitello, il più grande innovatore dell’arpa celtica, considerato per talento e tecnica uno dei più importanti arpisti del mondo. Stupirà il pubblico di Spotorno grazie alla sorprendente capacità d’innovazione tecnica e strumentale che lo contraddistingue. Il concerto sarà nella Parrocchia di Santissima Annunziata di Spotorno alle ore 21.00, chiesa parrocchiale risalente al 1692. All’interno della chiesa, intorno alle pareti del presbiterio e alle finestre, spicca un’elegante decorazione a stucco dorato e dipinto, ascrivibile alla produzione ligure della seconda metà del XVIII secolo. Sono inoltre di rilievo gli importanti dipinti che sormontano gli altari laterali, quasi tutti dedicati alla Vergine, e che forniscono un esauriente panorama della pittura ligure del XVII secolo: sono di Giò Andrea De Ferrari (Genova 1598-1669), Domenico Piola (Genova 1627-1703), Simone Barabino (Val Polcevera-Genova 1585-?), Giovan Battista Merano (Genova 1632-Piacenza 1698), Gaetano Torre, Domenico Parodi (Genova 1769-1740) Giovanni Agostino Ratti (1699-Genova 1775), Giuseppe Galeotti (Firenze 1708-Genova 1779), e infine Giò Andera Carlone del 1688, con l’Apparizione di S. Filippo Neri al Bambin Gesù.


» Redazione

I commenti sono disabilitati.

CERCAarticoli