Tutte le notizie di: | archivio
Articolo n° 6727 del 19 gennaio 2007 delle ore 10:00

Alassio: Cristina Cattaneo presenta il libro “Morti senza nome”

Alassio. Domani, alle ore 17.30, nell’Auditorium della Biblioteca R. Deraglio si terrà la presentazione del libro di Cristina Cattaneo, edito dalla Mondatori: “Morti senza nome”.
L’iniziativa, organizzata dall’Assessorato alla Cultura e al Turismo del Comune di Alassio nell’ambito del ciclo “Incontri con l’autore”, fa parte dell’attività di promozione della lettura svolto dalla Civica Biblioteca. “Morti senza nome” è il racconto drammatico e toccante di dieci storie di riconoscimento. È la ricostruzione di delitti efferati, su cui si riesce a far luce solo grazie all’autopsia, e di immani sciagure, descritte attraverso i segni lasciati sui corpi o sugli scheletri delle vittime. È un reportage da un paese, l’Italia dei grandi crimini ma anche l’Italia di chi muore anonimo, senza un volto, che nessuno ci aveva mai descritto con tanta umanità. Nella sola città di Milano vengono affidati all’obitorio comunale circa cinquanta “morti senza nome” all’anno. Quei corpi portano i segni di storie tra loro molto diverse. A volte si tratta delle vittime di crimini irrisolti: un omicidio di mafia, un rito satanico, un delitto a sfondo sessuale. Altre volte si tratta dei corpi di persone scomparse mesi prima, magari a centinaia di chilometri di distanza, e ritrovati per caso, senza nulla addosso che possa aiutarne l’identificazione. Cristina Cattaneo, che da molti anni dirige il Laboratorio di antropologia e odontologia forense dell’Università Statale di Milano. Da un corpo senza identità lei e il suo gruppo di lavoro hanno imparato a risalire al nome, ma anche alle cause e al momento del decesso. E a lei e al suo laboratorio gli inquirenti, le autorità giudiziarie e le forze dell’ordine si rivolgono in cerca di una soluzione, di un indizio che possa aiutare a identificare un colpevole, incastrare un assassino o ricostruire la dinamica di un incidente.
Morti senza nome, accosta agli elementi più squisitamente medico-scientifici le storie dei corpi ritrovati, sottolineando quanto di umano c’è dietro ad un mucchietto di ossa: vite, speranze, sogni e drammi, la vita quotidiana o disperata di qualcuno che magari non si trova più da anni e che i familiari ancora aspettano con speranza. Esperta della Polizia di Stato, Cristina Cattaneo è anche la  consulente della celebre scrittrice di crime stories Kathy Reich.


» Federico De Rossi

I commenti sono disabilitati.

CERCAarticoli