Tutte le notizie di: | archivio
Articolo n° 6762 del 20 Gennaio 2007 delle ore 08:01

Albenga, chiesto il rinvio a giudizio di Zunino, Schneck, Podio e Castellari

Albenga. Richiesta di rinvio a giudizio per l’ex sindaco di Albenga, Mauro G. Zunino, il consigliere comunale Roberto Schneck, l’ex capogruppo di Forza Italia in consiglio comunale Nicola Podio e Piergiorgio Castellari, che nel 2001 erano stati incaricati dall’amministrazione comunale albenganese, su richiesta dell’Ufficio urbanistica della Regione, di redigere le controdeduzioni al piano regolatore. I quattro compariranno il prossimo 20 marzo davanti al giudice per le indagini preliminari. L’inchiesta, ricca di testimonianze, intercettazioni telefoniche e perquisizioni, era subito diventata terremoto politico. Adesso la parola passa definitivamente alla magistratura. Concorso in abuso di atti d’ufficio, questa l’imputazione. Le controdeduzioni alle osservazioni regionali erano state presentate da Schneck e Castellari nel 2001 e il documento venne approvato dal consiglio comunale. Il profilo del piano regolatore ne usciva cambiato e, tra le modifiche apportate, alcune avrebbero direttamente favorito Zunino, Schneck e Podio e la loro cerchia parentale. Secondo l’accusa, i due amministratori e i due tecnici avrebbero agito per procurare maggiore edificabilità ai terreni fra via Dalmazia e piazza XX settembre, di proprietà dei parenti di Schneck e di Zunino, e al campeggio di Punta Lena a vantaggio di Podio. Sotto contestazione anche la possibilità di alzare di due piani una palazzina in in piazza XX Settembre riconducibile alla madre dell’ex sindaco. Sarà il gup Emilio Fois a decidere se accogliere o meno le richieste di rinvio a giudizio formulate dal procuratore capo Vincenzo Scolastico e dal sostituto Alessandro Bogliolo.


» Redazione

I commenti sono disabilitati.

CERCAarticoli