Tutte le notizie di: | archivio
Articolo n° 7945 del 24 febbraio 2007 delle ore 11:56

Buio Pesto, Massimo Morini protagonista al Festival di Sanremo

[thumb:2297:r]Per la 24ma volta consecutiva Massimo Morini calcherà il palco dell’Ariston. Il cantante e leader dei Buio Pesto, a Sanremo per la 57ma edizione del Festival della Canzone Italiana, dirigerà l’orchestra per Stefano Centomo e sarà direttore tecnico di altri sei artisti in gara, tra i quali Paolo Rossi, Mango e Leda Battisti. Con le sue ventiquattro edizioni, Massimo Morini a Sanremo è ormai considerato un veterano. Quest’anno lo vedremo dirigere l’orchestra per Stefano Centomo, considerato dagli addetti ai lavori uno dei giovani interpreti più interessanti del panorama italiano. Come direttore tecnico Morini seguirà i “big” Paolo Rossi, Mango e Leda Battisti, oltre ai “giovani” Mariangela, Jasmine e la band degli FSC. Morini dirigerà l’orchestra per Stefano Centomo martedì 27 febbraio – ed eventualmente venerdì 2 marzo, in caso l’artista passi il turno – con la canzone “Bivio”, scritta dallo stesso Centomo e Max Titi, arrangiata da Luca Pernici (produttore di Ligabue) e orchestrata da Massimo Morini e Maurizio Borzone (violinista Buio Pesto). Si tratta della quinta direzione d’orchestra sanremese di Morini, che come direttore tecnico, dal 1991 ad oggi, è arrivato a quota 100. E’ targato Buio Pesto lo staff di Centomo al Festival: direttore tecnico di Centomo al Festival sarà Michele BB Badinelli, già direttore tecnico dei Buio Pesto, l’organizzatore generale è Nino Cancilla, bassista dei Buio Pesto e loro tour manager, l’assistente generale è Walter “Ego” Filice, cantante prodotto dalla Liguria Records. La collaborazione con Stefano Centomo, originario di un piccolo paesino in provincia di Vicenza, Molino di Altissimo, è nata durante l’estate 2006. In una pausa del “Palanche Tour” dei Buio Pesto, durante il “Festival degli Interpreti” a Loano, Morini ha scelto Stefano – finalista in gara – come vincitore del Premio Discografico. Non c’è stato neanche il tempo di organizzare un piano di produzione: Centomo si è iscritto all’Accademia della Canzone, dopo aver scelto con Morini la canzone “Bivio” e, dopo aver superato tutte le selezioni, è arrivato primo assoluto. Nonostante la vittoria non gli garantisse la partecipazione a Sanremo (per l’Accademia i vincitori sono 12), Baudo l’ha voluto nel cast dei giovani. Centomo ha poi deciso, in accordo con la sua casa discografica, la Time Records di Brescia, di affidare l’intera gestione musicale e tecnica della sua esibizione alla squadra di produzione dei Buio Pesto.
E a proposito di bivi… Il destino vuole che proprio martedì 27 febbraio, in contemporanea con la direzione d’orchestra di Massimo Morini, su Italia 1 la trasmissione “Il bivio” condotta da Enrico Ruggeri, sia dedicata a Fortunato Zanfretta, il metronotte che assicura di avere avuto contatti con extraterrestri, protagonista ed ispiratore del film “Invaxon -Alieni in Liguria”. Morini ha partecipato attivamente alla realizzazione della puntata, e uno strano scherzo del destino ha creato la concomitanza, non solo del giorno e dell’orario, ma anche del titolo della canzone e della trasmissione…
Gli artisti in gara :
1) Mango, indimenticabile star nostrana degli anni ‘80, porta al Festival “Chissà se nevica”, una canzone pop in cui suonano tutti gli strumenti dell’orchestra, per un totale di 60 elementi.
2) Paolo Rossi, il più corrosivo dei comici italiani, porta il brano inedito di Rino Gaetano “In Italia si sta male”, scoperto in una cassetta registrata negli anni 70 dal grande cantautore scomparso dal nipote Alessandro Gaetano (sul palco con Rossi, assieme ad altri elementi della “Rino Gaetano Band”) e prodotto da Claudia Mori.
3) Leda Battisti, al Festival dopo 9 anni di assenza, porta “Senza me ti pentirai”, una canzone in stile flamenco.
4) Mariangela, dopo il successo delle sue canzoni, utilizzate da Striscia la Notizia per gli stacchetti delle veline, debutta a Sanremo con “Ninna nanna”.
5) Jasmine, la figlia dell’indimenticata showgirl Stefania Rotolo, debutta a Sanremo con “La vita subito”, scritta e prodotta da Renato Zero. Un funky all’italiana.
6) FSC è il nome del gruppo che per anni ha suonato con Franco Battiato e che debutta a Sanremo con la canzone “Non piangere”.
[image:2298:l:s=1]Massimo Morini ha partecipato a Sanremo per 24 edizioni consecutive (dal 1991 al 2007: 17 Festival + 7 Sanremo Giovani), come direttore tecnico o direttore d’orchestra, accompagnando in totale 100 esecuzioni: 32 big, 5 ospiti e 63 giovani.
Al suo debutto alla direzione d’orchestra, nel 1995 con la cantante Mara, stabilì un record come più giovane della storia del Festival, dirigendo la grande orchestra della RAI a soli 26 anni. Ha ottenuto 3 vittorie (1992 – Luca Barbarossa: “Portami a ballare”, 2003 – Alexia: “Per dire di no”, 2004 – Marco Masini: “L’uomo volante”), 5 secondi posti (1994 – Antonella Arancio, 1998 e 1999 Antonella Ruggiero, 1999 Leda Battisti, 2003 Alina), 4 terzi posti (1992 – Andrea Mingardi e Alessandro Bono: “Con un amico vicino”, 1999 – Leda Battisti, 2002 – Simone Patrizi, 2003 – Zurawski) e 3 premi della critica (1999 – Quintorigo, 2003 – Patrizia Laquidara, 2004 – Mario Venuti). I big diretti sono: Riccardo Fogli, Luca Barbarossa, Andrea Mingardi, Franco Fasano e Flavia Fortunato, Loredana Bertè e Mia Martini, Franco Califano, New Trolls, Antonella Ruggiero, Sergio Caputo, Massimo Di Cataldo, Marco Conidi, Patty Pravo, Nino D’Angelo, Giuni Russo, Paola e Chiara, Michele Zarrillo. Gli ospiti: Anna Oxa, Tiziano Ferro, Riccardo Cocciante, Andrea Bocelli e Christina Aguilera.
I giovani più importanti: Gianluca Grignani, Fabrizio Consoli (autore e chitarrista di Eugenio Finardi), Maurizio Lauzi (figlio del grande cantautore genovese Bruno), Fedele Boccassini (come direttore d’orchestra), Taglia 42, Mario Venuti (co-autore di Carmen Consoli), Francesco Renga (ex-cantante dei Timoria), L’Aura e Simone Patrizi.
Il ruolo di Direttore d’Orchestra è noto a tutti, ma lo è poco quello di Direttore Tecnico. Più comunemente detto “ingegnere del suono”, il suo compito è quello di ottimizzare l’audio che viene inviato ai televisori dei telespettatori e alla giuria. Attraverso uno strumento elettronico digitale, il mixer Cantus (d’origine tedesca, il cui costo si aggira attorno al miliardo… di lire) ogni singolo strumento dell’orchestra e le voci dei cantanti, vengono “regolati” per il miglior corretto ascolto possibile.
Il mixer si trova al secondo piano dell’Ariston, nella regia audio della RAI dove il Direttore Tecnico è coadiuvato da 9 tecnici della RAI.
Il compito è delicato e di determinante importanza: sulle spalle del Direttore Tecnico grava infatti la responsabilità del corretto ascolto televisivo e di quello della giuria e un suo errore può vanificare il lavoro degli autori, dell’artista, l’esecuzione dell’orchestra e della sua direzione. Le prove iniziano a Roma un mese e mezzo prima del Festival e continuano a Sanremo nelle tre settimane precedenti alla prima serata.
Morini, con questo 24esimo festival, rinnova, con le sue 100 direzioni, il record di presenze nella manifestazione più importante della musica Italiana.


» Federico De Rossi

I commenti sono disabilitati.

CERCAarticoli