Tutte le notizie di: | archivio
Articolo n° 8154 del 05 Marzo 2007 delle ore 07:00

Calizzano, nuovo incontro pubblico sulla Albenga-Predosa

[thumb:1495:r:t=Marco Bertolotto]Calizzano. Secondo incontro, lunedì 5 marzo alle ore 21, presso il comune di Calizzano, tra il presidente della Provincia di Savona Marco Bertolotto e la cittadinanza sul tema dell’Albenga Millesimo Predosa. Sul tavolo della discussione le tematiche principali riguarderanno l’impatto ambientale dell’opera e le infrastrutture necessarie a mettere in relazione la nuova connessione autostradale con le aree strategiche per lo sviluppo della zona valbormidese. L’assemblea pubblica sarà inoltre l’occasione per sollecitare il coinvolgimento della popolazione e delle categorie economiche. Nell’occasione verranno illustrati lo studio di massima del nuovo collegamento e l’iter di valutazione di impatto ambientale, oltre alle prospettive di finanziamento. Dice a questo proposito Bertolotto: “Dopo Millesimo l’incontro a Calizzano è il secondo appuntamento per confrontarci con la cittadinanza e le popolazioni interessate dal tracciato. E’ importante che la Provincia si confronti con la cittadinanza per comprendere l’importanza dell’opera e sostenere le successivi fasi che porteranno alla realizzazione della bretella”.


» Felix Lammardo

6 commenti a “Calizzano, nuovo incontro pubblico sulla Albenga-Predosa”
Panizza Fiorenzo ha detto..
il 3 Marzo 2007 alle 12:02

PROPORREI UN REFERENDUM RIVOLTO ALLA POPOLAZIONE DELLA VAL BORMIDA PER CONSTATARNE LA VOLONTA’. ED A VOI PROPORREI UN SONDAGGIO SULLO STESSO TEMA.

gerocè ha detto..
il 4 Marzo 2007 alle 20:24

con la penuria di vie di comunicazione che abbiamo tra la liguria e il piemonte dovremmo perdere altro tempo con referendum e sondaggi? io direi di metterci al lavoro al più presto e non perdere altro tempo prezioso per accorciare le distanze tra le due regioni il che può solo portare siluppo all’economia della nostra bella provincia di savona un un saluto

La voce ha detto..
il 5 Marzo 2007 alle 11:49

Per quanto riguarda Calizzano, la realizzazione dell’autostrada ha un grande vantaggio per la comunicazione con il resto della valle e con la riviera. L’opera renderà infatti più accessibile il paesino e potrà aiutarne l’economia.
Purtroppo c’è un lato negativo, il turismo del luogo si basa soprattutto su persone anziane che vi si recano per la tranquillità e il clima mite. Il primo dei due punti con l’autostrada verrà forse condizionato, inoltre la natura del luogo potrebbe risentirne.
Se il progetto verrà realizzato ci saranno molti punti che andranno chiariti, compreso il tragitto dell’autostrada.

Giseppe Carlo ha detto..
il 6 Marzo 2007 alle 08:58

L’alta Val Bormida è un gioiello incastonato nell’appennino ligure. L’impatto ambientale costituito da un’autostrada potrebbe essere fatale al suo ecosistema. Il progetto deve essere valutato a fondo in quanto se l’alta Val Bormida perdesse la sua peculiarità a nulla varrebbero i vantaggi derivanti dal migliorarne la viabilità. Penso, tuttavia, che i vantaggi a cui si allude siano ben altri ed eventuali rischi ambientali corsi dai territori comunali di Bardineto, Calizzano e Murialdo non fermerebbero certamente i lavori. In Italia la cultura ambientale è solo teorica.

Giuseppe Carlo ha detto..
il 6 Marzo 2007 alle 08:59

Per Correzione del nome

L ha detto..
il 7 Marzo 2007 alle 14:18

Assolutamente daccordo con gerocè…inutile perdersi in chiacchere e referendum vari che allungherebbero ulteriormente l’isolazionismo cronico in cui il ponente ligure potrebbe a breve trovarsi se non verranno prese al più presto decisioni fondamentali quali l’albenga-pedrosa…

Per chi nutre ancora dei dubbi in merito consiglierei un bel viaggetto riviera-milano o riviera-torino una domenica sera d’estate…e poi vediamo se ci saranno ancora dei dubbi in merito ad uno sviluppo della viabilità del ponente ligure che potrebbe dare un po’ d’ossigeno alla nostra economia turistica…

CERCAarticoli