Tutte le notizie di: | archivio
Articolo n° 8354 del 07 Marzo 2007 delle ore 14:33

Regione, sanità: il governo approva piano di rientro e riorganizzazione

[thumb:2007:r]Regione. Passerà venerdì in giunta regionale per la ratifica l’accordo stipulato ieri tra la Regione Liguria e i Ministeri dell’Economia e della Salute sul piano di riorganizzazione del servizio sanitario regionale, le modalità di erogazione dei livelli essenziali e il riequilibrio finanziario. Tra le azioni indicate nell’accordo il riequilibrio dei servizi e della gestione economica, necessario per arrivare all’azzeramento del disavanzo entro il 2010, senza la necessità di entrate aggiuntive o straordinarie, un puntuale e rigoroso controllo di gestione, il ridisegno della rete territoriale dei presidi ospedalieri, la riduzione dei posti letto, secondo i parametri normativi e scientifici previsti nel Patto per la Salute, la riorganizzazione del personale, la riduzione della spesa per beni e servizi, un miglior controllo della spesa farmaceutica e la riduzione della mobilità extra regionale. “Il piano che abbiamo presentato – spiega l’assessore regionale alla Salute, Claudio Montaldo – è frutto di uno straordinario lavoro degli uffici regionali e delle aziende, in questo modo la Regione si assume l’a responsabilità di governare il sistema con rigore, introducendo politiche gestionali fortemente innovative per migliorare e riequilibrare l’offerta dei servizi e tenere sotto controllo la spesa”. “L’affiancamento dei Ministeri – continua Montaldo – scattato automaticamente a seguito del disavanzo 2005, va a questo punto vissuto come uno strumento per trasformare il sistema sanitario ligure e coniugare due diritti dei cittadini: la tutela della salute e ad una fiscalità equa”. Il piano presentato dalla Regione Liguria avrà una durata triennale e sarà monitorato nell’ambito del sistema nazionale di controllo sull’assistenza sanitaria ogni tre mesi sulla base della documentazione fornita dalla Regione Liguria al Ministero della salute e al Ministero dell’economia. La prima verifica avverrà alla metà di aprile e per i prossimi tre anni ogni trimestre. Per consentire tali verifiche l’assessorato alla Salute ha istituito un nucleo di affiancamento, costituito da tecnici della Regione e del Governo che dovranno riferire al Ministero della Salute e dell’Economia sulla base degli obiettivi previsti dal piano di rientro. L’accordo con i Ministeri della Salute e delle Finanze prevede inoltre l’attivazione di un parternariato tra la Regione Liguria e la Regione Marche per il contenimento della spesa farmaceutica, per il controllo di gestione, per le modalità di realizzazione del programma di edilizia sanitaria e iniziative di riduzione delle fughe in altre regioni, attraverso accordi interregionali. In base alle verifiche positive effettuate dai Ministeri, entro il 30 aprile alla Regione Liguria verrà erogato il 40% del maggior finanziamento per gli anni 2004-2005 e la quota di ripiano dei disavanzi per gli Istituti di ricovero e cura a carattere scientifico pari a 40 milioni di euro.


» Redazione

I commenti sono disabilitati.

CERCAarticoli