Tutte le notizie di: | archivio
Articolo n° 8499 del 12 Marzo 2007 delle ore 14:54

Varazze, il sindaco chiede più coesione

Il direttivo del comitato spontaneo di quartiere “Ponente Varazzino e dintorni” si associa al signor Sindaco avv. Antonio Ghigliazza che, tramite un comunicato stampa apparso su diversi quotidiani e agenzie online, per fare il punto sulle cose fatte fino a metà mandato, ha chiesto a tutte le componenti del Consiglio Comunale “una maggiore coesione per il bene della città”. Noi pensiamo che in questo momento di grande fermento, che vede l’Amministrazione Comunale impegnata a definire importanti interventi urbanistici, che porteranno a “un nuovo assetto ed un nuovo aspetto di Varazze”, come afferma il nostro primo cittadino, sia necessario evitare di disperdere energie in “animate” riunioni e “vivaci” contrasti, che possono essere solo finalizzati a rallentare l’iter burocratico dei progetti in discussione.
La città ha urgente necessità di vedere realizzate le trasformazioni annunciate, che grazie al lavoro di anni e più Giunte Comunali, composte da varie forze politiche che si sono succedute nel tempo, finalmente oggi possono essere portate a definizione, risolvendo situazioni di degrado, avviando un auspicato e indispensabile periodo di sviluppo economico che può consentire ai nostri Amministratori, non solo di mantenere, ma aspirare ad un miglioramento della vita sociale dei varazzini.
Se riusciamo a realizzare questo “processo di trasformazione urbanistica” in tempi brevi, con la collaborazione di un più ampio numero di protagonisti, i risultati positivi saranno maggiori, arriveranno prima, ed il merito andrà a quanti hanno contribuito, consentendo e agevolando il percorso di definizione, e non solo a quelli che per funzione specifica del momento opporranno la loro firma e taglieranno il nastro d’inagurazione. Senza nulla voler togliere al minuzioso e diligente lavoro svolto dagli Amministratori attualmente in carica.
Come cittadini e componenti di un comitato di quartiere, partecipe e direttamente coinvolto, chiediamo a tutti i politici e ai responsabili dei partiti di mettere in primo piano l’interesse di Varazze, dimenticare vecchi e nuovi contrasti, riaprire un tavolo delle trattative e rimettere in discussione le pratiche controverse. La posta in palio è veramente troppo importante per non tentare di percorrere tutte le strade che si riescono ad intravedere.
Gli abitanti di San Nazario s’aspettano di vedere iniziare i lavori di recupero delle zone post industriali, da tempo dismesse, che deturpano il paesaggio e creano non pochi disagi a chi vi abita, opera o vi deve transitare. Naturalmente chiedono di essere sentiti, ascoltati e coinvolti nel confronto che è necessario instaurare, per cercare di giungere al migliore progetto possibile e condiviso. Concludiamo, questa nostra esortazione, fiduciosi perché convinti che “passi indietro o ripensamenti su posizioni già assunte e pubblicizzate, possono rivelarsi successi personali impensabili.”

Comitato Ponente Varazzino e dintorni

» Redazione

I commenti sono disabilitati.

CERCAarticoli