Tutte le notizie di: | archivio
Articolo n° 8642 del 15 Marzo 2007 delle ore 08:00

Savona, bomba nel porto: bonifica in corso

[image:2481:r:s=1:t=Le operazioni di bonifica]Savona. Aggiornamento ore 12.29. Sono iniziate le operazioni di rimozione dell’ordigno rinvenuto all’interno del porto di Savona, completamente bloccate le attività portuali e interdetto l’accesso all’intera area. Polizia e guardia di finanza presidiano gli ingressi al porto, mentre gli agenti della polizia municipale sono dispiegati lungo i varchi presenti sull’Aurelia. Attualmente i sommozzatori di vigili del fuoco stanno trascinando la bomba fuori dal porto, sollevata tramite un’enorme gavitello, scortati a debita distanza da una motovedetta della guardia costiera. La bomba verrà fatta brillare in mare aperto nel pomeriggio.
– Una bomba d’aereo risalente alla seconda guerra mondiale, di 500 chili e circa due metri di lunghezza, è stata ritrovata ieri nel bacino portuale di Savona, davanti a via Calafati. L’ordigno bellico è stato scoperto durante i lavori per il completamento della palazzina che ospiterà il cantiere navale del gruppo VServices. Si trova ad una decina di metri di profondità ed è stato notato nel fondale da alcuni operai impegnati nella sistemazione di un moletto provvisorio per l’attracco di imbarcazioni. Ricevuta la segnalazione, la Capitaneria di porto ha immediatamente interdetto l’accesso allo specchio acqueo interessato e ha diramato un’ordinanza per disporre la sospensione di tutte le attività portuali dalle 12 alle 16 di oggi. Ieri in Prefettura è stato convocato un vertice per organizzare le operazioni di recupero, disinnesco e brillamento. Gli artificieri della Marina disattiveranno la bomba e la rimuoveranno per collocarla in mare aperto e farla brillare ad oltre miglia dagli Alti Fondali. Durante le ore necessarie a portare a termine l’operazione, saranno sospese le attività nella Vecchia Darsena e vietato il transito di pedoni e mezzi nei pressi del pontile, mentre gli abitanti di via Calafati per ragioni precauzionali non potranno affacciarsi alle finestre. Le imbarcazioni del gruppo Azimut e VServices che si trovano nei pressi dell’ordigno saranno spostate. La rimozione della bomba non dovrebbe provocare troppi problemi alle attività del porto, che riprenderanno regolarmente nel tardo pomeriggio.

[image:2480:c:s=1]

[image:2483:c:s=1:t=Il posto di blocco all’ingresso del porto]

[image:2482:c:s=1:t=La polizia municipale presidia i varchi dell’area portuale]


» Felix Lammardo

I commenti sono disabilitati.

CERCAarticoli