Tutte le notizie di: | archivio
Articolo n° 8714 del 16 Marzo 2007 delle ore 19:00

Province, una rete del Nord Ovest su sviluppo locale, infrastrutture e logistica

Nord Ovest. Le province del Nord Ovest devono mettersi in rete, lavorare per lo sviluppo locale, logistica, corridoi infrastrutturali, essere il collante tra le regioni e i comuni. E’ il messaggio scaturito dallo studio “Le Province in rete per lo sviluppo locale” presentato oggi a Genova dal comitato promotore della Fondazione delle Province di Nord Ovest, alla presenza di amministratori provinciali di Liguria, Lombardia e Piemonte. Un incontro anche per fare un passo avanti verso la costituzione della Fondazione, quale soggetto protagonista dello sviluppo economico e sociale di una delle aree territoriale più importanti del Paese. Lo studio, condotto da un gruppo di ricercatori dei Politecnici di Milano e Torino e illustrato da Francesco Gastaldi, è stato commissionato dalla Provincia di Genova. Secondo questa ricerca la provincia può avere diversi profili: “integrante”, ovvero capace di integrare in programmi una molteplicità di ambiti settoriali diversi, dall’occupazione ai servizi sociali; “coordinante”, cioé impegnata ad agire in un’ottica di scala sovracomunale e di progressivo coordinamento, anche tramite agenzie di sviluppo; “congruente”, promotrice della sintesi delle domande di progettualità e delle problematiche emergenti a scala comunale; o anche “promotrice” di iniziative concrete per il cui finanziamento si può ricorrere a risorse comunitarie, a bandi statali e regionali destinati ai progetti di sviluppo e di trasformazione urbana. E tra i presenti qualcuno ha sottolineato come la presunta debolezza della provincia, che ha meno poteri rispetto alla regioni ai comuni, non le ha comunque vietato di attivarsi per lo sviluppo locale: “Il ruolo giocato dalle Province nello sviluppo locale è importante, attivo, anche al di fuori dei compiti istituzionali attribuiti – ha detto Gabriele Pasqui, Docente di Politica Economica del Politecnico di Milano -. Proprio perché dotate di un ruolo debole, le Province riescono infatti ad istituzionalizzare meglio i processi di sviluppo”. Per Gianni Dellacasa, direttore del Dipartimento Sviluppo Economico e Politiche della Regione Liguria, l’integrazione economica e territoriale del Nord Ovest è già  nei fatti, come dimostra il retroporto di Alessandria per Genoca. “Si sta creando – ha aggiunto a questo proposito Paolo Perulli dell’università del Piemonte Orientale – una community logistica che parte dal porto di Genova e arriva fino a Varese, passando per le province di Alessandria e Novara. Sul territorio questo assemblaggio esiste già, ma a livello istituzionale non ancora. Analogo è il discorso per il porto di Savona, in grande crescita, che può trovare spazi nella provincia di Cuneo”.


» Redazione

1 commento a “Province, una rete del Nord Ovest su sviluppo locale, infrastrutture e logistica”
Massimo Colombo ha detto..
il 16 Marzo 2007 alle 19:21

Questione interessante che saluto con favore per il rilancio economico e lavorativo del Nord-Ovest.

CERCAarticoli