Tutte le notizie di: | archivio
Articolo n° 8730 del 17 Marzo 2007 delle ore 14:22

Albenga, al termine la ristrutturazione dell’Ester Siccardi

[thumb:2503:r:t=Palazzo Ester Siccardi]Albenga. In dirittura d’arrivo la ristrutturazione del Palazzo Ester Siccardi, storica sede dell’asilo, della Proloco e del Museo dell’ANPI. Insieme ad altri edifici, quali Palazzo Oddo e la Palazzina XXV Aprile, sarà restituito alla cittadinanza per usi pubblici. Così l’assessore al patrimonio Giuseppe Pelosi: “Abbiamo proseguito l’opera di ristrutturazione di palazzo Ester Siccardi partita con la giunta Zunino ma ne abbiamo modificato la destinazione d’uso. Il palazzo, a cui tutta la città è profondamente affezionata, in passato ha avuto un utilizzo disorganico mentre la nostra amministrazione pensa di renderlo la sede del centro di informazione per i cittadini, collocando qui l’assistenza sociale e l’ufficio di informazione per i contribuenti, oltre a tutti gli uffici che ora si trovano nell’ex pretura, sul lungo Centa. Si verrà così a creare un centro per i servizi con il cittadino centrale e di facile accesso”. L’operazione porterà quindi a liberare l’ex pretura che potrà di conseguenza essere destinata ad altri usi. “La nostra amministrazione attua una politica che non antepone gli interessi privati a quelli pubblici, per questa ragione stiamo pensando di trasformare l’ex pretura in un palazzo delle associazioni – prosegue Pelosi – Sono molte infatti le associazioni culturali ed assistenziali esistenti sul territorio spesso prive di una sede dignitosa: in questo edificio, grazie anche alla sua centralità, potrebbero trovare il luogo ideale in cui riunirsi e creare nuove sinergie per collaborazioni future. Questo discorso si innesta sul fondamentale principio di sussidiarietà, per il quale il Comune si impegna a sostenere chi si esprime e lavora per la comunità”. Non solo l’Ester Siccardi ma anche palazzo Oddo e la Palazzina XXV aprile sono interessati da questi nuovi progetti. Il primo diventerà sede del Museo dei Vetri, al primo piano, e di una nuova biblioteca, dotata di sala mediatica, al secondo piano; gli ultimi due piani saranno invece tenuti sgombri per ospitare di volta in volta mostre ed eventi culturali. Palazzo Oddo è stato dotato anche di una foresteria composta da tre distinti appartamenti che potranno ospitare gli artisti o i relatori in occasione dei diversi eventi culturali che qui verranno organizzati. Conclude Pelosi: “Al piano terreno di Palazzo Oddo avevamo intenzione di creare un laboratorio archeologico di facile accesso anche per le scolaresche, così da avvicinare i giovani alla storia locale; gli spazi che si affacciano sulla strada potrebbero essere la sede ideale per attività commerciali attinenti al mondo della cultura e della storia come laboratori artistici o negozi di antiquariato; tale progetto sarebbe un primo passo per un rilancio di via Roma anche sotto il profilo commerciale”. La palazzina XXV aprile sarà invece destinata a sede della società “Isola di Albenga Srl”, presieduta da Rosa Bellantoni. Nell’area esterna dell’edificio verrà ambientato un tratto di sentiero con tutta la vegetazione tipica dell’isola Gallinara (ossia della macchia mediterranea), nel piano seminterrato troveranno posto i diversi acquari a tema: uno per la prateria di posidonia, un altro per il corallo ed uno ancora che riprodurrà parte del fondale roccioso; sullo stesso piano ci sarà anche una “sala degli abissi” con video del santuario dei cetacei e suoni marini, oltre ad un’area per mettere in luce le ricerche e gli obiettivi della Riserva Naturale Marina. Il piano rialzato ospiterà la biglietteria, una sala con il plastico della Gallianara, correlato da pannelli esplicativi e da una webcam che mostrerà l’isola in tempo reale, un’altra sala verrà curata dall’Università di Genova ed altre due saranno dedicate alla fauna locale ed al fiume Centa, con rettilario per le tartarughe di Albenga. Il primo piano ospiterà una sala della storia, con il coinvolgimento delle Sovrintendenze, dell’istituto di Studi liguri e del Centro Studi Diocesano, una sala per le mostre temporanee ed una multimediale.


» Felix Lammardo

I commenti sono disabilitati.

CERCAarticoli