Tutte le notizie di: | archivio
Articolo n° 8716 del 17 Marzo 2007 delle ore 07:54

Albenga, nel mirino dei carabinieri prostitute e clienti sull’Aurelia

[image:244:r:s=1]Albenga. Proseguono i controlli del carabinieri sulla via Aurelia ad Albenga al confine con Ceriale, dove nelle ore notturne sono ritornate ad “operare” con una certa intensità le prostitute. Nessun provvedimento a carico delle passeggiatrici se non una sfilza di multe per violazione dell’articolo 190/4 del codice della strada. Circa dieci lucciole romene, infatti, negli ultimi giorni sono state multate perché indugiavano sul margine della carreggiata, costituendo un “pericolo per la circolazione”. Ventidue euro di multa ciascuna che hanno indotto diverse squillo dell’Est a sparire dal tratto cerialese dell’Aurelia. Ma le pattuglie dei carabinieri hanno operato una serie di controlli anche nei confronti degli automobilisti-clienti, che in una ventina di casi si sono visti elevare contravvenzioni da 75 euro per “fermata non consentita” sulla carreggiata. In questi casi il verbale viene spedito a casa del proprietario del mezzo se il titolare non corrisponde al guidatore e se il pagamento non avviene entro i quindici giorni dalla contestazione. Là dove non sono applicabili norme sulla pubblica decenza, si fanno agire quelle delle codice della strada, quindi. I militari, per esempio, hanno colto un quarantenne cuneese appartato con una prostituta e, non potendo procedere per atti osceni in luogo pubblico, in quanto l’uomo era vestito, hanno sottoposto a verifiche il suo veicolo, che è risultato privo della necessaria revisione da oltre un anno: all’automobilista è stato infine ritirato il permesso di circolazione. I controlli notturni sull’Aurelia messi in atto dai carabinieri della Compagnia albenganese e dai loro colleghi cerialesi, coordinati dal maresciallo Andrea Venditto, continueranno con frequenza nei prossimi giorni.


» Redazione

I commenti sono disabilitati.

CERCAarticoli