Tutte le notizie di: | archivio
Articolo n° 8809 del 20 Marzo 2007 delle ore 09:57

Bertolotto presenta il progetto banda larga per la Provincia

Provincia. Questa mattina alle ore 12 presso la Sala Giunta della Provincia di Savona il Presidente della Provincia Marco Bertolotto presenterà il progetto sulla banda larga, che prevede entro il 2008 la copertura di tutte le istituzioni, Comuni e scuole ed Enti, della Provincia di Savona. Si farà riferimento anche alle zone ancora scoperte dell’entroterra savonese, che hanno goduto di un recente finanziamento regionale per la diffusione della banda larga ai privati varato dall’assessore regionale al bilancio G.B. Pittaluga.
 


» Federico De Rossi

2 commenti a “Bertolotto presenta il progetto banda larga per la Provincia”
Roberto ha detto..
il 20 Giugno 2007 alle 13:14

il progetto della Comunità Montana del Giovo di coprire l’entroterra savonese con la banda larga verrà attuato fra il 2008 e il 2009. Il progetto partirà in questi giorni ed andrà appunto a terminare tra circa 2 anni.
Perché così tanto tempo? Perché fare aspettare una zona assetata di banda larga per ancora altri anni,andandola a coprire con una connessione a 2-4 Mega fra 2 anni quando a Savona avranno già preso piede connessioni da più di 20 Mega? E soprattutto..perché così tanto tempo per svolgere un lavoro che richiederebbe solo alcuni mesi? Bisogna coprire la zona..e fare in fretta! Non possiamo accumulare altro ritardo! È questo ciò che mi interessa.
È per questo che da alcuni mesi sono in contatto con un Wisp (fornitore di servizi internet senza fili) specializzato nella copertura di zone non coperte da Adsl.Mi hanno garantito una copertura -ovviamente solo se fattibile e questo verrà valutato dopo un sopralluogo – in circa 6 mesi e a costo zero per le PA,mentre il progetto in atto richiederà 3 Milioni di Euro. Ciò di cui hanno bisogno è del nullaosta delle Pubbliche Amministrazioni,solamente di quello. Poi si impegneranno a fare un sopralluogo ed un incontro informativo con i Sindaci. Un’altra società da me contattata attende un ‘invito’, sempre da parte degli Amministratori,a coprire la zona. Esse utilizzano il Wi-fi come tecnologia per distribuire il segnale internet. Questo ha come differenza rispetto al Wi-Max,in termini pratici, il fatto che il suo raggio di copertura è inferiore. Tralasciando il fatto che ‘tra le montagne’ non serve a nulla avere la portata di 20 km data dal Wi-Max ma bastano i circa 5 del Wi-fi,quest’ultimo ha un enorme vantaggio: è già utilizzabile. Il Wi-Max,da me sostenuto fin dall’inizio e al quale ora mi oppongo, non sarà legale fino all’assegnazione delle frequenze che avverrà a giugno…quindi sarà realmente utilizzabile solo nel prossimo anno.Perché aspettare Wi-Max quando esistono tecnologie che costano meno,già utilizzabili,che svolgono lo stesso lavoro, come ad esempio Wi-fi e Hyperlan? Perché non contattiamo queste società e chiediamo loro di coprirci? Perché,altrimenti,non facciamo la ‘nostra’ copertura utilizzando queste tecnologie portando la banda larga in tutto l’entroterra entro la fine dell’anno?
L’importante è trovare una soluzione per portare la Banda Larga in tempi più ristretti, e la soluzione esiste sicuramente ed è attuabile in pochi mesi e a costi nettamente inferiori. Tutto è possibile,basta volerlo davvero. Scegliamo la strada più veloce per risolvere questo problema,qualunque essa sia. Non mi importa di come porterete l’adsl nelle nostre case, basta che venga fatto il più in fretta possibile.Siamo già troppo in ritardo rispetto al resto dell’Europa,non è il caso di rimanere ancora più indietro.

Unbe ha detto..
il 20 Giugno 2007 alle 13:46

speriamo che sia la volta buona anche per maschio, cadibona e montemoro

CERCAarticoli