Tutte le notizie di: | archivio
Articolo n° 8848 del 21 Marzo 2007 delle ore 10:35

Freddo e maltempo, l’Enpa interviene per gli animali a rischio

Savona. E’ iniziata una settimana di maltempo in tutta la Penisola e la Protezione Animali di Savona  ricorda a tutti che il freddo potrebbe comportare seri problemi per i nostri amici domestici e selvatici. Ciascuno si potrà quindi adoperare per “dare una zampa” a chi fa fatica a sopportare bruschi cambiamenti di temperatura oppure non trova riparo o ha difficoltà a nutrirsi sotto pioggia, vento e neve. Per i quattrozampe di casa è sufficiente un pizzico di attenzione in più, magari lasciandoli entrare in casa se fuori fa troppo freddo, o provvedendo a proteggerli con un ri-paro adeguato e una copertina se vivono all’aperto. Una cuccia coperta e sempre asciutta è fondamentale per evitare infreddature, mentre non basta una semplice tettoia, special-mente se di notte ci sono improvvisi cali di temperatura, come previsto per i prossimi gior-ni in tutta Italia.
 I piccoli volatili incontrano serie difficoltà a nutrirsi e ripararsi con il maltempo: questi giorni sono quindi un’occasione per “invitare” gli uccellini sui nostri davanzali e sui nostri tetti, dove potrebbero scegliere di restare in primavera se trovassero un nido accogliente e qualche granaglia o pezzetti di frutta accanto a una ciotola per l’acqua fresca. L’Enpa suggerisce ai genitori di intraprendere insieme ai propri bambini la costruzione di un riparo per gli uccelli; oltre a fare del bene agli animali, potrete approfittare di questa occasione per educare anche i più piccini all’attenzione per la natura attraverso un momento di gioco e intimità familiare.
L’Enpa sottolinea come in queste piccole emergenze sia importante provvedere alle necessità primarie dei nostri amici, fornendo l’assistenza per garantire il loro benessere. Asciugare il cane se torna bagnato dalla passeggiata – soprattutto le orecchie e le zampe, specialmente se ha giocato nella neve – è un gesto che diventa emblematico della diffe-renza tra un padrone attento ai bisogni del proprio quattrozampe e uno che non si cura della salute degli animali con cui vive. Prendersi cura dei propri animali domestici e rispet-tare la fauna selvatica – l’Enpa lo ricorda – non è una scelta opzionale, ma un dovere imposto dalla legge la cui mancata osservanza ha conseguenze gravi non solo per le vittime, ma anche per chi contravviene alle norme di protezione.


» Redazione

I commenti sono disabilitati.

CERCAarticoli