Tutte le notizie di: | archivio
Articolo n° 8889 del 22 Marzo 2007 delle ore 10:00

Albenga, problema sicurezza: la Lega rilancia le ronde notturne

[thumb:30:r]Albenga. La Lega Nord critica la situazione sicurezza nel comprensorio ingauno, alla luce degl’ultimi episodi di cronaca avvenuti nella cittadina albenganese e non solo. Con un comunicato, la segreteria provinciale della Lega Nord attacca l’operato della giunta Tabbò e convoca un direttivo provinciale, oltre a nuove ronde notturne organizzate nel centro storico: “Quello che sta accadendo nella cittadina albenganese in questi ultimi 20 giorni ha davvero dell’incredibile; un ondata di furti, rapine e violenza senza precedenti. Purtroppo ad oggi non sappiamo ancora quali misure intenda prendere la giunta Tabbò per riportare la sicurezza in città o forse loro non si sono ancora posti il problema – sottolinea il comunicato – Se facessero un giro nel centro storico della loro cittadina si accorgerebbero di come la gente percepisca con disagio questo problema e come si senta abbandonata dall’attuale amministrazione. Ormai Albenga è diventata invivibile particolarmente in ore notturne dove a prendere possesso della città sono in particolare extra comunitari e vagabondi. Nulla è stato fatto fin qui dal sindaco e dalla sua giunta. Proprio per questo motivo abbiamo deciso di tirarci su le maniche e cercare di affrontare il problema. Già domani è stato convocato un direttivo provinciale per parlare appunto di questa tematica e valuteremo ogni azione necessaria per riportare ad un livello di sicurezza accettabile la cittadina di Albenga. Inoltre stiamo già provvedendo ad organizzare delle ronde di vigilanza notturne alle quali possano partecipare tutti i cittadini”. “E’ utile in questo momento riappropriarsi del proprio territorio – osserva il segretario provinciale della Lega Nord, Andrea Bronda – L’unico modo, è scendere nelle vie e fare vedere che gli albenganesi ci sono e non staranno ad assistere al saccheggio della propria città“.


» Redazione

19 commenti a “Albenga, problema sicurezza: la Lega rilancia le ronde notturne”
francesco ha detto..
il 22 Marzo 2007 alle 11:39

onestamente non so se possa servire questa iniziativa, di sicuro c’è solo la completa assenza delle istituzioni (comune in primis) nel garantire un minimo di vivibilità dalla sera al mattino in città, probabilmente vivono sulla luna. Viveri, con i suoi 1000 difetti se non altro sapeva quanta importanza la sicurezza rivesta per i cittadini e sia pure con il suo stile modello panzerdivision riusciva ad attirare le giuste attenzioni sul problema.
Questi dormono come ghiri da due anni.
E il cielo è sempre più blu…..

Danilo Formica ha detto..
il 22 Marzo 2007 alle 12:24

Di certo in questo FarWest mi sarei aspettato almeno una presa di posizione del Sindaco con relativo piano per affrontare questa che ormai può definirsi a pieno titolo un emergenza.. ed invece niente! Speriamo solo che quando si sveglieranno non sia troppo tardi! Vorrei evidenziare qui sotto una serie di episodi che sono avvenuti ad Albenga negli ultimi 20 giorni:

1\37 Vandali nella notte devastano la piscina comunale
2\37 Rapina di 20000 euro alle poste di Leca di Albenga
4\37 Tentato furto con arresto presso la stazione
6\37 Furto in casa a Bastia
11\37 Tre auto incendiate nella notte davanti alla stazione
15\37 Furto con scasso nella notte in negozio del centro storico
20\37 Furto di materiale elettronico presso le scuole; nella stessa notte ulteriori furti presso un autoscuola, un ufficio di pompe funebri ed uno stabilimento balneare.

Cosa deve ancora accadere prima che la Giunta ammetta i propri limiti e la propria incapacità?

http://www.mgpsavona.blogspot.com

neutrale ha detto..
il 22 Marzo 2007 alle 14:43

certo, la giunta ha sicuramente i suoi limiti (per qualsiasi altra amministrazione sarebbe uguale) ma non siamo negli stati uniti dove il sindaco ha il controllo delle forze dell’ordine. cosa deve fare mandare i vigili???????
e, comunque, informatevi, ma anche con la giunta precedente vi sono stati eguali episodi (piazza europa devastata a più riprese, furti con vetrate infrante alla stazione e tante altre brutte cose). evitiamo di schierarci politicamente.
definire incapace una giunta che, a giudizio di molti albenganesi, sta lavorando bene, mi pare un pò riduttivo (per chi lo dice). vogliamo forse parlare di tutti i cantieri che la magistratura sta sequestrando????? (vecchia giunta) oppure vogliamo parlare del milione di euro spesi per pagare il city manager e per pagare un nuovo comandante dei vigili, o l’acquisto delle sciabole dei vigili costate qualche migliaia di euro, se volete vado avanti. non sto parlando da schierato politico (non lo sono) ma da libero cittadino che giudica l’operato della giunta. forse le cause sono da ricercare altrove.

Diego Gambaretto ha detto..
il 22 Marzo 2007 alle 15:33

Idea ottima quella della Lega Nord.Le ronde notturne, magari non facendo capo ad un partito, sarebbero un ottima idea. Questo perchè metterebbero insieme persone che hanno lo stesso fine : proteggere la città e la comunità che ci vive. Sarebbe inoltre una provocazione e, forse, metterebbe di fronte la giunta comunale ad i suoi doveri.
Sono convinto che solo con la partecipazione e il controllo dei cittadini alla gestione del comune si può cercare di migliorare le nostre splendide città.
Più partecipazione alla cosa pubblica e controllo = meno sprechi e inefficienze

Diego Gambaretto
http://amicidialbisola.blogspot.com

carlo ha detto..
il 22 Marzo 2007 alle 18:26

Se quella delle ronde è una provocazione per attirare l’attenzione sulla scarsa presenza delle forze dell’ordine sul territorio può anche essere un’idea buona,ma se si pensa di metterla davvero in pratica qualche perplessità ce l’ho.Per prima cosa bisogna stabilire cosa dovrebbero fare queste ronde e da chi dovrebbero essere formate.E poi di solito (ma forse è solo una mia impressione) tutte le volte che salta fuori una proposta simile,molti cadono nell’equivalenza “ronda anti-criminalità = caccia allo straniero”.E se ci si trovasse davanti il vicino di casa italiano che spaccia?O di fronte a un ragazzo italiano(magari anche figlio di un tutore dell’ordine) che aggredisce il gestore di un chiosco…?E se uno straniero regolarmente residente da anni a albenga volesse partecipare alle ronde per rendere più sicura quella che è anche la sua città?
Credo che sia fondamentale porsi anche questo tipo di questioni pratiche

Avv. Andrea Saccone ha detto..
il 22 Marzo 2007 alle 23:08

Benchè non mi occupi più di politica da due anni, quale ex city manager del Comune di Albenga, vorrei rendere noto che nel commento di “neutrale” sono contenute una serie di affermazioni assolutamente prive di ogni fondamento: limitandomi ai fatti da me documentabili segnalo che il sottoscritto veniva retribuito con circa 100.000 (centomila) euro lordi all’anno, mentre in effetti è riuscito a far risparmiare al Comune di Albenga circa 2.000.000 (duemilioni) di euro in transazioni giudiziarie e finanziarie. In ogni caso, anche le altre affermazioni sono assolutamente non vere, ma è compito dei diretti interessati smentirle.

Danilo Formica ha detto..
il 23 Marzo 2007 alle 10:13

X Carlo: condivido molte delle cose che hai detto. Penso che se uno straniero regolare voglia partecipare alle ronde debba poter essergli concesso, anzi dico di più.. ben vengano. Il vero problema è che ad Albenga gli stranieri sono veramente troppi ed, anche con la buona volontà, viene difficile il riuscire integrarsi con la cultura e popolazione locale quando ci troviamo davanti a questi numeri. Certo ci sono anche delinquenti italiani, ma allora bisogna anche dire… quanti di questi regolari “coprono” qualche loro amico che magari non lo è? quanti lavorano in nero provocando così una crisi del mercato del lavoro? quanti sono disposti ad accettare le nostre regole? e perchè se io vengo ad albenga alle nove di sera vedo in giro solo extra comunitari? magari anche bravissimi.. per carità, ma allora dove sono finiti gli albenganesi?

Vivendo in università ho conosciuto molti albanesi, rumeni etc. che sicuramente sono bravi ragazzi, volenterosi e migliori di molti altri ragazzi italiani, ma loro stessi ammettono che questo “non controllo” di chi entra nel nostro paese provoca non pochi problemi. Purtroppo sono pochi gli stranieri regolari che si sentano di denunciare situazioni di irregolarità ed illegalità, perciò ben vengano a fare le ronde per vigilare sul territorio, sarebbe un importante segnale, ma allo stesso tempo denuncino l’irregolarità di alcuni loro “amici” o l’illegalità di alcune loro “professioni” vedi contraffazione. Perchè non è mai successo tutto questo?

Visto che sono finito un po’ fuori tema concludo dicendo che il problema sicurezza ad Albenga certamente non è dipedente da extra comunitari o meno, ma semmai può essere uno dei fattori che intervengono su questa situazione. Il vero problema è ritornare ad avere la situazione sotto controllo e per fare questo servono soluzioni in breve termine. Per esempio: telecamere nel centro, vigilanza notturna (magari finanziate in parte dal comune ed in parte dai commercianti), ronde di semplici cittadini, maggiore controllo su chi di notte frequenta il centro storico (indipendentemente se italiano o meno).. insomma volendo qualcosa si può fare.

http://www.mgpsavona.blogspot.com

Lidia ha detto..
il 23 Marzo 2007 alle 10:53

Concordo su tutto quanto è stato detto finora. Io quando rientro a casa di notte nel fine settimana, ho paura, e se non c’è qualcuno che mi accompagna e verifica che io sia entrata nel portone del palazzo, telefono a qualcuno finchè non sono “al sicuro”.
Bisogna assumere più agenti di polizia (non i multaroli stagionali), e mettere più pattuglie notturne, si di polizia municipale, che dei Carabinieri ecc…

E comunque non sono così sicura che dietro a questi ultimi atti vandalici, ci siano extracomunitari…..

gianni ha detto..
il 23 Marzo 2007 alle 13:56

io penso che bisogna offrire opportunità di svago, per i giovani e non giovani. strutture che permetta alla gente di agregarsi, e perchè no parlare anche di questi problemi, la noia e il ciondolare senza interessi porta sicuramente a compiere atti malsani. io dico non pensiamo solo a condannare questo o quello, ma riflettiamo su come si puo risolvere il problema. poi stranamente sempre la lega pensa a soluzioni drastiche, e visto i precedenti degli alti dirigenti non mi sembra, senza offesa: che sia proprio il pulpito giusto. mi ripeto proponiamo soluzioni costruttive e non repressive, con la repressione non si va da nessuna parte. saluti.

Danilo Formica ha detto..
il 23 Marzo 2007 alle 14:27

penso che chiedere maggiore controllo sia una soluzione cotruttiva in quanto aiuta il processo di integrazione ed aggregazione da parte di tutti, isolando soggetti “poco raccomandabili” che intralcerebbero senza dubbio tale processo. Non mi sembra che altri amministratori abbiano affrontato il problema e prospettato soluzioni più o meno drastiche. Secondo me soluzioni meno drastiche non servono poichè come riportato già sopra siamo in piena emergenza, basti pensare che questa notte sono avvenuti ulteriori furti di materiali elettronici presso le sedi della Cia e della Coldiretti di Albenga. Se non è emergenza questa.. ormai ci troviamo di fronte a professionisti che ordinariamente saccheggiano negozi, scuole, bagni etc. Sono d’accordo che bisogna creare i presupposti per educare la gente ad un vivere civile, ma sono altrettanto d’accordo ad utilizzare metodi drastici per fermare questa ondata di delinquenza.

andrea bronda ha detto..
il 23 Marzo 2007 alle 14:51

Ho letto con piacere e attenzione tutti i commenti sull’argomento sicurezza.Vedete noi come Lega Nord veniamo sempre indicati come i Razzisti di turno,ma non è vero.Come detto da Danilo questa emergenza delinquenza ad Albenga non è un discorso di extracomunitari e basta,noi non abbiamo sollevato il caso per dare addosso agli extracomunitari.Penso che sia ora di finirla nel indicarci sempre come dei Razzisti.Non è vero qui non si tratta di avercela contro gli extracomunitari o contro gli italiani,qui si tratta di responsabilizzare chi di dovere e quindi il Sindaco Tabbò a fare realmente qualcosa di concreto e rapido e non solo parole e incontri con questo è quello.Se mi permettetete Noi come Lega Nord abbiamo semplicemente espresso con una provocazione e con un modello che è quello delle Ronde Apolitiche e Apartitiche aperte a tutti i cittadini di Albenga (Neri,Rossi,Bianchi,Gialli e chi più ne ha più ne metta),che il Comune ha il Dovere di fare qualcosa sul serio per difendere i Cittadini.Con questo ovviamente non abbiamo la pretesa di aver trovato la Soluzione a Tutto,ma comunque tanto ora se ne parla e può darsi che il Comuni si svegli.Mi pare che simo stati gli unici a Sollevare il probblema in maniera più diretta.
Cordialmente
Andrea Bronda Segret.Prov.di Savona LEGA NORD

Silvio L. ha detto..
il 23 Marzo 2007 alle 16:34

Per Andrea: anche io la penso come te. Conta pure sul mio aiuto.

gianni ha detto..
il 24 Marzo 2007 alle 12:03

in un dossier del consiglio d’ EUROPA sull ‘italia, l’ecri, la commissione europea contro il razzismo e l’ intolleranza, a ribadito, come alcuni membri della lega anno intensificato l’uso di discorsi razzisti e xenofobi in ambito politico, tra gli altri importanti leader.

andrea bronda ha detto..
il 24 Marzo 2007 alle 13:52

Caro Gianni perchè invece di dire cose senza senso e semplicemente volte a strumentalizzare l’argomento non fai la persona Seria e Matura e invece di offendere non ti confronti alla luce del sole.Come ben sai io sono di Albenga quindi se per te va bene ci potremmo vedere quando vuoi e dove vuoi tu e qualche amico che la pensa come te,cosi almeno ti spiego due cose sulla Lega guardandoti negli occhi in maniera serena e pacifica,cosi vediamo anche il probblema sicurezza ad Albenga come va affrontato secondo te ma non ha parole come al solito ma con concretezza.Che ne dici?A me hanno insegnato a non sputare sentenze senza conoscere a fondo il probblema.A altra cosa ma mi vorrai allora dire che tutti i Comunisti sono come lo sono stati Stalin o Titto?
Aspetto tue notizie
Andrea Bronda Segret.Prov Savona LEGA NORD

gianni ha detto..
il 24 Marzo 2007 alle 15:56

la vita insegna:
chi accusa gli altri di essere ladri, spesso non combatte contro furti e rapine ma semplicemente vuole eliminare un concorrente. mi chiedo come mai la lega non abbia nulla da eccepire su gente condannata che siede nelle istituzioni.

andrea bronda ha detto..
il 24 Marzo 2007 alle 17:44

Caro Gianni grazie per la Sua Lezione di morale,ne farò tesoro!!!!!
Comunque vedo che non ha raccolto il mio invito
Cordialmente Andrea

Danilo Formica ha detto..
il 24 Marzo 2007 alle 18:48

Altro furto, questa volta nel negozio di articoli sportivi “Bianco Sport” in viale Martiri della Libertà.. meno male che proprio ieri pomeriggio il Sindaco aveva dichiarato di avere la situazione sotto controllo. Avanti così…

Danilo Formica ha detto..
il 24 Marzo 2007 alle 18:49

ah dimenticavo.. e di creare inutili allarmismi…! Vorrei sapere come si debbano chiamare questi episodi allora? Aspetto fiducioso una risposta.

francesco ha detto..
il 24 Marzo 2007 alle 20:52

caro danilo se aspetti una risposta da questa gente mettiti il cuore in pace che prima di allora ti avranno già rubato anche le mutande avanti di questo passo!!!

CERCAarticoli