Tutte le notizie di: | archivio
Articolo n° 8941 del 23 marzo 2007 delle ore 11:15

Alassio, incontro con l’autore Mario Baudino sulla “poesia delle macchine…”

Alassio. “La poesia delle macchine – la letteratura e il mondo contemporaneo”, è il tema che verrà affrontato domani ad Alassio, alle ore 18.00, nell’Auditorium della Biblioteca “R. Deaglio” ,con l’autore Mario Baudino. L’iniziativa, organizzata dall’Assessorato alla Cultura del Comune di Alassio, propone una riflessione sulla poesia e la scrittura nell’attuale epoca, con un giornalista che da oltre venticinque anni si dedica alla letteratura e alla poesia.
Mario Baudino, giornalista, scrittore e critico letterario, è nato a Chiusa Pesio (Cuneo) nel 1952 e vive a Torino, dove è giornalista culturale. Presente, ancora giovanissimo, nell’antologia La parola innamorata (1978), ha pubblicato il suo primo libro due anni dopo: Una regina tenera e stupenda. Seguono poi Grazie (’88) e quindi l’opera più matura e personale, Colloqui con un vecchio nemico (’99). 
Mario Baudino è anche autore di saggi, Al fuoco di un altro amore (1988), di un’opera di divulgazione culturale, Il gran rifiuto, storie di autori e di libri rifiutati dagli editori, 1991, e di romanzi, In volo per affari (1994) e Il sorriso del druida (1998).
Nell’ambito dell’incontro sarà presentata la sua ultima fatica “Aeropoema” editore Guanda 2006, un felice poemetto, come suggerisce il titolo, che è come l’agile ed elegante racconto in versi di un viaggio in aereo, dall’Europa alla costa occidentale americana.
Un racconto che è un susseguirsi di riflessioni e situazioni dove si incrociano la realtà del vivere sociale, il desiderio, il ricordo, la letteratura (molto frequenti le citazioni) in una tessitura di non comune raffinatezza stilistica, dove i movimenti prosastici sono costantemente riscattati dalla grazia e dalla leggerezza del procedere.
Un volo aereo verso New York, l’eco dell’Eneide e del viaggio mitico alla volta dell’Occidente, la meraviglia e la vertigine, il cielo, il destino: all’incrocio di questi temi corre il poema di Mario Baudino, riprendendo fin dal titolo – che riecheggia appunto un’opera di Filippo Tommaso Marinetti – un riferimento alla poetica futurista della macchina nel suo rapporto con la modernità e la guerra.
L’incontro con l’autore sarà diretto dal Prof Franco Gallea.

 


» Redazione

I commenti sono disabilitati.

CERCAarticoli