Tutte le notizie di: | archivio
Articolo n° 8981 del 24 Marzo 2007 delle ore 14:00

Operazione “Welcome to the jungle”: confessano quasi tutti gli acquirenti della droga

[thumb:2267:r]Alassio. Prima tornata di interrogatori per gli acquirenti degli spacciatori arrestati dai carabinieri di Alassio alla fine di febbraio nell’operazione denominata “Welcome to the Jungle”, che ha smantellato una organizzazione dedita al traffico di cocaina tra Milano e la riviera ligure di ponente. Su otto persone sentite, sette hanno confermato gli acquisti senza alcuna reticenza, anche perchè il quadro indiziario e probatorio raccolto era schiacciante. Solo uno C.I. di 32 anni, ha negato l’addebito anche se nei suoi confronti esistono elementi certi, così è stato deferito in stato di libertà alla Procura della Repubblica per favoreggiamento personale. L’indagine portò in carcere 9 persone, alcuni appartenenti ad organizzazioni criminali, e la denuncia di altre due, oltre al sequestro di quasi due chili di cocaina destinata al mercato del ponente ligure, in particolari locali e discoteche. L’inchiesta è stata coordinata dal sostituto procuratore Alberto Landolfi.
“A volte gli acquirenti di sostanze stupefacenti credono che negare sia vantaggioso ma dimenticano che per evitare una sanzione amministrativa, che comunque non evitano, incorrono anche nel grave reato di favoreggiamento personale”, ha sottolineato il Ten. Lugibello, comandante della stazione carabinieri di Alassio, che ha dato il via all’indagine antidroga a seguito di un primo piccolo sequestro di cocaina proprio ad Alassio.
[image:2268:c:s=1:t=i due kg di cocaina sequestrati]

 


» Federico De Rossi

I commenti sono disabilitati.

CERCAarticoli