Tutte le notizie di: | archivio
Articolo n° 8998 del 25 Marzo 2007 delle ore 17:16

Il Vado travolge il Saluzzo, il Savona si rassegna ai playoff

[thumb:2309:r]Vado Ligure. Si sono giocati oggi gli incontri del 28° turno del girone “A” della serie D e hanno portato buone notizie per il Vado ma non altrettanto per il Savona. Al Chittolina il Vado ha travolto il Saluzzo conquistando la 2° vittoria di fila: i rossoblu hanno ottenuto 12 punti nelle ultime 6 partite e si trovano ora nella parte alta della zona playout. La partita di oggi, arbitrata da Gabriele Scozzafava di Firenze con guardalinee Miceli e Rabagli, si è chiusa sul 3 a 0 per i vadesi. Entrambe le squadre erano privi di due giocatori fermati dal giudice sportivo: Baudi e Lombardo del Vado, Ferrero e Paschetta del Saluzzo. Il tecnico Montali ha schierato Ghizzardi, Eretta, Aretuso, Bresci, Minuti, Cammaroto, Bonvini, Brema, Bonforte, D’Amico, Tagliani, con Spartera in panchina. Il Vado ha giocato in maglia bianca con inserti rossoblu e pantaloncini blu, gli ospiti in completo granata.
I rossoblu, in un primo tempo giocato a favore di vento, hanno tenuto in mano l’iniziativa, ma nei primi 15′ non hanno prodotto grandi occasioni da rete: si segnala solo un tiro di Brema dalla distanza che è uscito a lato di poco all’11°. Per sbloccare il risultato c’è voluto un gran tiro dai 35 metri di Cammaroto, al 18°, che ha sorpreso il portiere ospite. Solo dopo aver subito la rete il Saluzzo si è affacciato nella metà campo vadese, ma sono sempre stati i locali a condurre il gioco. Al 32° Tagliani ha calciato una punizione mettendo una palla pericolosa in area su cui nessuno è riuscito a intervenire. Al 36° il Saluzzo è rimasto in 10 per un’espulsione e il Vado ha consolidato il successo con le reti di Bresci al 68° e D’Amico al 70°.
Il Savona ha giocato a Canelli su un campo ai limiti della praticabilità, appesantito dalla pioggia che è caduta durante l’incontro e ad una temperatura di pochi gradi sopra lo 0, davanti a circa 550 spettatori.
Ha arbitrato Andrea Coccia (San Benedetto del Tronto), assistito da Paolo Donini e Paolo Pulcini (Bergamo). Mister Riolfo ha messo in campo Giribaldi, Vanoli, Riggio, Pellegrini, Di Pietro, Barone, Concas, Siciliano, Davanzante, Fiore, Moronti. Nei locali hanno giocato l’ex Cocito e due calciatori con un passato in A: Fuser e Lentini.
Il Canelli è partito forte costruendo le prime manovre che però hanno portato solo ad un tiro sopra la traversa. La partita è stata vivace fin dall’inizio, con i locali più brillanti ed il Savona mai rinunciatario, ma nel primo tempo entrambe non hanno impensierito i portieri avversari. Nel giro di 18′ il Canelli ha calciato 2 corner e il Savona 3, ma senza frutti. Nella ripresa sono arrivate le due reti: al 50° Fuser ha portato in vantaggio i biancoazzurri, oggi in maglia gialla. 3′ dopo Moronti ha rimediato. Il Savona ha cercato il successo, fallendo un paio di occasioni con Prunecchi, la seconda nel 1° minuto di recupero quando, libero davanti al portiere, non è riuscito a calciare a rete.
Con questo pareggio, il 10° stagionale, il Savona dà l’addio alle residue speranze di primato. La Canavese infatti si è imposta a Ciriè sull’Orbassano. Avanti al 10° con Alberti, la capolista ha subito il pareggio di Santoro al 50° ma ha trovato i 3 punti grazie alla rete di Parisi al 62°.
Tornando alle partite che interessavano il Vado, nessuna delle dirette concorrenti per la salvezza ha vinto. Il Sestri Levante, che non vince da 8 turni, non è andato oltre lo 0 a 0 interno con il Giaveno. Il Casteggiobroni ha conquistato un buon punto su un campo difficile come quello della Rivarolese, ma resta solitario all’ultimo posto.
La Castellettese, anch’essa all’8° partita di fila senza vittorie, è stata battuta a domicilio dal Voghera. I rossoneri, avanti già al 6° con Guerrisi, sono stati raggiunti da una rete di Roselli al 40°; ma ancora Guerrisi al 43° e Spiaggi al 62° hanno dato il successo ai vogheresi che raggiungono così Giaveno e Borgomanero.
Quest’ultimo ha portato via un punto dal Ciccione di Imperia dopo essere passato in svantaggio al 15° per una rete di Chiarlone, cui ha risposto Lazzaro sul finire del primo tempo.
L’Alessandria si riporta in zona playoff con l’11° vittoria stagionale ottenuta a scapito della Lavagnese: il goal decisivo porta la firma di Rodighiero al 55°. Il Casale si mantiene a due lunghezze dal Savona: oggi i nerostellati sono andati sotto a Vercelli al 20° per una rete di Scazzola e hanno trovato il pari con un rigore trasformato da Panzanaro al 33°.
I risultati della 28° giornata, che ha visto ben 5 pareggi:
Alessandria – Lavagnese 1 – 0
Canelli – Savona 1 – 1
Castellettese – Voghera 1 – 3
Imperia – Borgomanero 1 – 1
Orbassano – Canavese 1 – 2
Pro Belvedere – Casale 1 – 1
Rivarolese – Casteggiobroni 0 – 0
Sestri Levante – Giaveno 0 – 0
Vado – Saluzzo 3 – 0
Restano da giocare 6 incontri e le ultime 6 della classifica sembrano ormai costrette a giocarsi fra di loro i 4 posti nei playout. Tuttavia l’Imperia non può stare ancora del tutto tranquilla:
1. Canavese 62
2. Savona 55
3. Casale 53
4. Alessandria 42
4. Pro Belvedere 42
6. Orbassano 41
7. Giaveno 39
7. Voghera 39
7. Borgomanero 39
10. Lavagnese 34
10. Rivarolese 34
12. Imperia 31
13. Saluzzo 26
13. Vado 26
15. Sestri Levante 25
16. Castellettese 24
16. Canelli 24
18. Casteggiobroni 23


» Christian Galfrè

I commenti sono disabilitati.

CERCAarticoli