Tutte le notizie di: | archivio
Articolo n° 9057 del 27 Marzo 2007 delle ore 10:02

La Carisa Riviera Basket agguanta la vetta della classifica

Vado Ligure. A 3 giornate dal termine la rimonta è compiuta: la Carisa Riviera Vado Ligure conquista la vetta del campionato di pallacanestro di serie B2 maschile. Dopo la preziosissima vittoria contro il Banco Sardegna Cagliari la squadra del presidente Roberto Drocchi vince anche sul campo del Waste Italia Lucca (87-97 il risultato finale) e mette in cassaforte altri due punti per fare i conti alla fine della regular season. Ma a far brillare ancor di più il successo in terra toscana arriva la notizia della sconfitta della capolista Etruria Empoli sul parquet di Arezzo. La Carisa aggancia quindi in vetta proprio gli empolesi e, a tre giornate dal termine del campionato, si prepara ad un rush finale mozzafiato.
Espugnando anche la roccaforte del Waste Italia Lucca, i liguri confermano l’ottimo stato di forma e guardano ai movimenti dell’Etruria Empoli, con cui si giocano il primato, e del Banco Sardegna, che insegue la Carisa Riviera a due punti di distacco.
Sul parquet di Lucca, squadra già battuta all’andata (78-52) e in lotta per evitare i playout o addirittura rientrare nei playoff, i vadesi hanno ritrovato l’apporto di Michele Bertinelli, rientrato dopo un infortunio proprio contro la squadra che l’aveva visto esordire con la maglia della Carisa.
La partenza del match, su un campo toscano e quindi sempre difficile, è di marca lucchese. Il quintetto di coach Piazza tenta subito di prendere in mano le redini dell’incontro, ma la reazione di Guerci e compagni è veemente. Le due squadre si studiano e tentano di colpire in contropiede: Lucca riesce a portarsi avanti 16-14 nei primi 6 minuti, sfruttando anche una notevole precisione al tiro, ma la Carisa non si scompone, controlla la situazione e, nell’arco dei 3 minuti seguenti riesce a ribaltare a proprio favore il punteggio, 21-22. La partita è affrontata da entrambe le formazioni a viso aperto, tanto che il 1° quarto si chiude in parità: 25 a 25.
Nel 2° parziale il coach vadese Alessandro Crotti suona la carica. E infatti la Carisa preme sull’acceleratore e mette a segno ben 31 punti, mentre il rendimento dei toscani, che pur non vogliono mollare, cala lievemente con 22 punti.
Nella 3° frazione, come già accaduto in altre occasioni, la Carisa ha dato la sterzata alla partita. Bocchini, Guerci e Patria sfoderano tutta la loro esperienza, mentre Bertinelli viene colpito ancora dalla sfortuna ed è costretto a uscire per un infortunio ad una spalla rimediato in uno scontro fortuito con un avversario. Ma il blocco della Carisa dimostra di saper resistere, mantenendo una media di 20 punti di vantaggio, e nell’ultimo quarto continua a macinare gioco. A 5′ dalla fine Crotti decide che è il momento di dare spazio anche al giovanissimo Mattia Marchetti, guardia classe 1989. Con il punteggio sul 72-91, in campo scende quindi un quintetto di età media particolarmente bassa: oltre a Marchetti, Benedusi, Zampolli e Giroldi, con il solo Radaelli (34 anni) a fare da chioccia.
“Una buonissima partita, condotta in scioltezza. Nel primo quarto abbiamo dovuto prendere le misure in difesa, perché Lucca ha infilato percentuali altissime in attacco. Poi siamo ritornati su proporzioni più giuste. I dieci punti del risultato finale non danno il giusto quadro del match, che ha fatto segnare uno “strappo” costante di quasi venti punti, ma va bene così. E’ stato giusto schierare anche i giovani e rallentare un po’ il ritmo. L’aspetto più importante, comunque, è stata la massima concentrazione dei ragazzi. Tutti hanno dimostrato che, dopo le tre vittorie prestigiose, non c’è stato alcun calo di tensione né rilassamento. La notizia della conquista della vetta della classifica non deve farci perdere la calma, ma semmai deve aumentare la consapevolezza del valore della nostra squadra e della posta in palio”, ha commentato il presidente della Carisa Riviera, Roberto Drocchi.
“Nei primi due quarti abbiamo cominciato a prendere un certo margine, ma Lucca non mollava. Nel terzo abbiamo piazzato il break decisivo. Sono andati bene anche i giovani, è giusto che cominciano ad entrare in campo, anche per abituarsi, perché nei play-off avremo bisogno di tutti. Ora ci aspetta Perugia in casa, poi avremo un po’ di sosta per preparare il rush finale”, sono le parole di Dennis Bocchini.
Il tabellino dell’incontro:
Waste Italia Lucca – Carisa Riviera Vado 87 – 97
(parziali 25 – 25, 47 – 56, 58 – 75, 87 – 97)
Waste Italia Lucca: Drocker 12, Evotti 9, Aytano, Arrabito 21, Nieri ne, Bandini ne, Stefani 18, Biagioni 15, Susini 4, Tessitori 8. Allenatore: Giuseppe Piazza.
Carisa Riviera Vado: Benedusi, Radaelli 9, Zampolli 10, Bocchini 16, Giroldi 4, Patria 14, Bernardi 16, Bertinelli 4, Guerci 22, Marchetti 2. Allenatore: Alessandro Crotti.
Arbitri: Stefano Erriu (Siurgius Donigala) e Stefano De Rosas (Olbia).
Gli altri incontri della giornata hanno visto Genova vincere la sfida per il 5° posto con Castelfiorentino; successi importanti in chiave playoff sono quelli conquistati da Montevarchi, Snai Roma e Tiber, quest’ultima contro l’Olbia, che è ormai tranquilla di giocare gli spareggi promozione. Brutta caduta del Cecina che rischia di compromettere la propria situazione di classifica.
I risultati del 27° turno:
Banco Sardegna Cagliari – Aeronautica Militare 85 – 58
Punto Snai Roma – Banco Desio Lazio Luiss 70 – 64
Cambiaso E Risso Genova – La Falegnami Castelfiorentino 82 – 78
Mazzanti Empoli – Savini Montevarchi 75 – 79
Eutelia Arezzo – Consorzio Etruria Empoli 77 – 61
Supermatic Perugia – Basket Cecina 57 – 52
Waste Italia Lucca – Carisa Vado Ligure 87 – 97
Tiber Basket – Forus Olbia 75 – 67
Nelle 3 partite che restano da giocare la Carisa affronterà Perugia, Tiber e Cambiaso E Risso mentre l’Etruria Empoli se la vedrà con Tiber, Perugia e Lucca: a meno di colpi di scena entrambe dovrebbero chiudere a quota 48.
1. Carisa Vado Ligure 42
2. Consorzio Etruria Empoli 42
3. Banco Sardegna Cagliari 40
4. Eutelia Arezzo 38
5. Cambiaso E Risso Genova 34
6. La Falegnami Castelfiorentino 32
7. Forus Olbia 30
8. Savini Montevarchi 26
9. Tiber Basket 24
10. Bini Viaggi Cecina 24
11. Punto Snai Roma 22
12. Supermatic Perugia 20
13. Banco Desio Lazio Luiss 20
14. Waste Italia Lucca 20
15. Mazzanti Empoli 12
16. Aeronautica Militare 6
Il prossimo turno vedrà la Carisa Riviera impegnata in casa, nel pallone pressostatico di Vado Ligure, contro la Supermatic Perugia: si gioca domenica 1 aprile alle ore 18.


» Christian Galfrè

I commenti sono disabilitati.

CERCAarticoli