Tutte le notizie di: | archivio
Articolo n° 9056 del 27 marzo 2007 delle ore 09:48

Pietra, “Un bacio a mezzanotte” chiude la stagione della “Riviera dei teatri solidale”

[thumb:2601:r]Pietra Ligure. La “Riviera dei teatri – Solidale” chiuderà a Pietra Ligure la stagione teatrale, promossa dall’Assessorato alla Cultura del Comune di Pietra Ligure in collaborazione con la Cooperativa Sociale I.So, nell’ambito del circuito della “Riviera dei Teatri – Provincia di Savona”. Mercoledì 28 marzo, alle ore 21.00, nel Cinema Teatro Comunale, andrà in scena “Un bacio a mezzanotte” di e con Paola Sambo e Gloria Sapio. Lo spettacolo musicale è un’incursione nel mondo femminile delle riviste e delle pubblicità dei primi anni Sessanta, quando la moda imponeva i tessuti sintetici, gli abiti a sacchetto e molta lacca nei capelli; quando l’utilitaria “di grido” era la cinquecento, le serate estive erano costellate da Miss, nei juke-box “…c’era un disco dei Platters” – tanto per citare il Quartetto Cetra – e, almeno a quanto se ne ricava scorrendo le molte rubriche sentimentali e di Bon Ton, il principale assillo della signora di buona famiglia (e di buona volontà) era “quante olive e mandorle salate vanno servite cadauno all’aperitivo” .
Lauretta Lardori, la maestrina di S. Gemini detentrice del titolo di Donna Ideale 1958, in seguito al quale ricevette ben 7.000 proposte di matrimonio, è l’ispiratrice di Un bacio a mezzanotte. Ma oltre che a lei, lo spettacolo è affettuosamente dedicato all’indimenticabile, incredibile, insuperabile Quartetto Cetra (con il rimpianto di non esserci state all’epoca d’oro delle riviste di Garinei e Giovannini); a tutte le Signorine Imec, Signorine Omsa e Signorine Cadonett; agli amici dei primi sabato sera televisivi; a Giovanna, la nonna del Corsaro Nero; alle nostre madri, un omaggio ai tubini neri ed ai tacchi a spillo che indossavano con tanta disinvoltura, ai profumi e alle ciprie con cui giocavamo perse tra il tulle delle loro toilette a fagiolo e alla soavità con cui enunciavano le loro imbattibili strategie su come trovare un uomo e poi convertirlo in marito, accessorio indispensabile al proprio decoro.
La serata di teatro e canzone offrirà l’opportunità di raccogliere fondi destinati all’attività dell’Associazione “Mani Tese”, associazione che opera in tutto il mondo ed è partner di molti Comuni Italiani in progetti di sviluppo nei paesi del Sud del mondo.
La Cooperazione Decentrata associa l’obiettivo dello sviluppo a quello della solidarietà e del legame tra i territori che lo promuovono, creando il questo modo vere e proprie partnership per lo sviluppo reciproco tra reti di comunità territoriali nel Nord e nel Sud del mondo.
Il gruppo di Pietra Ligure ha sostenuto un progetto di “Apicultura nel Maranhao” che aveva come obiettivo il sostegno alle donne e la lotta al lavoro infantile nella comunità rurale nel comune di Santa Luzia do Parà, stato del Maranhao in Brasile.
Inoltre, insieme al Comune di Pietra Ligure ha contribuito ad un programma di sviluppo nella Guinea Bissau, che prevede assistenza tecnica, acquisto di attrezzature e sementi per l’orticultura, la risicultura e lo scavo di pozzi per uso agricolo nelle isole Bijagos, per dare ai gruppi femminili la possibilità di incrementare gli orti comunitari e diversificare l’alimentazione familiare. Parallelamente si sostiene l’istruzione e l’informazione per incentivare il microcredito.
Il gruppo di Pietra Ligure ha iniziato la sua attività nell’ottobre del 2003 ed ha svolto azione di sensibilizzazione attraverso conferenze (la più partecipata è stata quella tenuta dalla teologa Antonietta Potente sul tema “E’ davvero possibile un altro mondo?”) ed iniziative (“Global March against child labour”  nel 2004 e nel 2005 con la partecipazione dei bambini delle scuole di Pietra Ligure e Borgio Verezzi (nel 2004 erano presenti tre bambini ex lavoratori, provenienti da Nicaragua in Italia per un convegno mondiale sul lavoro infantile tenutosi a Firenze). Inoltre si è impegnata nella raccolta di fondi organizzando spettacoli e manifestazioni sportive. Nell’estate 2005, grazie, ad un contributo del comune di Pietra Ligure è stato possibile ospitare lo spettacolo dei “Pe’ No Chao” un gruppo di ragazzi che partecipano ad un progetto educativo co-finanziato da Mani Tese, pensato e realizzato da un gruppo di educatori e pedagogisti di Recife città del nordest brasiliano.
Lo spettacolo prenderà il via alle ore 21.00. Il costo del biglietto è di 12 Euro.


» Redazione

I commenti sono disabilitati.

CERCAarticoli