Tutte le notizie di: | archivio
Articolo n° 9077 del 27 Marzo 2007 delle ore 18:52

Vado Ligure, Bombardier: lavoratori pronti allo sciopero

[thumb:15:r]Vado Ligure. Prima risposta dei sindacati ai vertici della Bombardier Transportation, dopo la rottura delle trattative, avvenuta ieri, all’Unione industriali, sulla piattaforma avanzata da Cgil-Cisl-Uil per chiedere la stabilizzazione dei contratti per 87 dei 114 precari e interinali, assunti tra il 2003 e il 2006. I lavoratori dello stabilimento di Vado Ligure riuniti in assemblea hanno programmato quattro ore di sciopero già a partire da questa settimana. Le modalità delle agitazioni e del blocco degli straordinari saranno decise domani. La volontà delle organizzazioni sindacali è quella di andare avanti ad oltranza fino a quando l’azienda non accetterà un confronto su basi diverse. La proposta avanzata dai vertici della multinazionale canadese prevederebbe invece la stabilità, a tempo indeterminato, solo per 35 di questi lavoratori, mentre per gli altri ci sarebbe posto solo per lavoro a tempo, nel periodo della commessa Trenitalia, per i 150 locomotori E 464 del trasporto regionale (scadenza 2010). Una “ricetta inaccettabile” è stata definita da Alberto Lazzari, segretario provinciale della Fiom-Cgil, che ha spiegato: “L’azienda ha impostato la sua politica sul sistema di lavoro interinale alla tedesca. In Germania però il lavoratore interinale non viene assunto direttamente dall’azienda che lo fa lavorare, ma dall’agenzia di collocamento che gli trova occupazione. E’ chiaro, quindi che, quando perderà il lavoro, potrà comunque contare sull’ammortizzatore sociale offertogli dall’agenzia dalla quale dipende. Qui da noi le cose vanno un po’ diversamente”. Scattano così le agitazioni da parte dei lavoratori.


» Felix Lammardo

I commenti sono disabilitati.

CERCAarticoli