Tutte le notizie di: | archivio
Articolo n° 9139 del 28 Marzo 2007 delle ore 20:38

Kart, i risultati della gara di Andora

Andora. Si è svolta domenica scorsa sul circuito cittadino di Andora la 2° prova del Campionato Regionale Ligure di kart, valida anche come 2° prova del “Trofeo Supercar”, organizzato dal Sa.Fi.Re.
Buona l’organizzazione dell’evento da parte del collaudato staff del K. C. Savigliano; unico neo della giornata è stato il clima inclemente con vento e pioggia a tratti che comunque non ha raffreddato l’entusiasmo dei 64 i piloti al via, di cui buona parte erano liguri.
Erano solamente 2 i piloti nella classe 60 Baby, vinta dal genovese Lorenzo Valla (K. C. Grifone), che ha preceduto il torinese Christian Sciuto (K. C. Savigliano). Miglior giro di Valla in 50”096.
Nella 60 Mini erano 9 i partecipanti, di cui ben 4 liguri: Andrea Pastorino (K. C. Winner) di Masone ha dominato la gara già a partire dalle qualifiche, rimanendo in testa per tutta la durata della prefinale e della finale e staccando di ben 11” sul traguardo lo spezzino Alberto Barbatano (K. C. Grifone), attardato in prefinale da un contatto con un altro pilota. Al 3° posto si è piazzato il piemontese Gabriele Volpato (Piemonte K. C.). L’imperiese Matteo Orengo (K. C. San Remo) si è classificato al 6° posto, precedendo di una sola posizione il debuttante Alessandro Rozio (K. C. San Remo), bravo a non fare errori e a concludere la gara nonostante l’asfalto reso viscido dalla pioggia. Pioggia che ha tolto dalla gara il torinese Simone Ruzzier (K. C. 7 Laghi), 2° fino al terzultimo giro e poi finito violentemente contro le balle di paglia dopo un dritto. Nessuna conseguenza fisica grave, solamente qualche contusione e un bello spavento. Il giro più veloce è stato di Alberto Barbatano in 42”919.
Erano invece 5 i concorrenti della classe 100 Junior, vinta da Leonardo Brunetti di Carmagnola, portacolori del K. C. Savigliano, che ha staccato gli altri concorrenti addirittura di un giro. Al 2° posto ha chiuso la torinese Erica Gallina (WRT), che ha preceduto la cuneese Lucia Botta (Busca K. C.), terza. Miglior giro di Brunetti in 39”544.
Nessun pilota era presente nella 100 Nazionale e solo 1 pilota ha preso il via nella classe 100 Club Under, il ventimigliese Ivano Lazzaro (K. C. San Remo), che ha comunque corso accorpato ai piloti della 100 Club Over. Il suo giro più veloce è stato in 37”424.
Nella Over erano 5 i concorrenti. La vittoria è andata a Diego Piva (Savigliano K. C.), di Savigliano, al 2° posto si è piazzato l’imperiese Ettore Guazzoni (K.C. Sanremo), staccato di circa 4”, e al 3° il torinese Armando Campestre (K. C. Winner). Giro più veloce di Piva in 36”737.
14 i piloti iscritti nella 125 ICC. Anche qui dominio a partire dalle qualifiche di un pilota, l’imperiese Danilo Ameglio (K. C. San Remo). Staccato di 6” ha concluso il torinese Gianmarco Pernisi (K. C. Savigliano). Molto più distaccati gli altri concorrenti: a circa 35” hanno concluso il sanremese Antonio Campagna, Patrick Parmeggiani, di Vallecrosia, e il genovese Fabrizio Lercari, con il nuovo telaio GPA Jokart, tutti e 3 del K. C. San Remo, rispettivamente 3°, 4° e 5°. Staccati di un giro Lorenzo Lazzaro (di Ventimiglia, del K. C. San Remo), alla seconda gara in questa categoria, Andrea Caridi (di San Remo, del K.C. San Remo), Gianni Bruzzone (di Ospedaletti, del K. C. Savigliano), Diego Libertini (di San Remo, del K. C. San Remo) e Giuseppe Candente (di San Remo, portacolori del K. C. San Remo). Non partiti il sanremese Primo Anghinoni ed il genovese Paolo Massei.
Nella 125 Club Under erano 6 i piloti al via. Netta vittoria del genovese Alessandro Arioni (K. C. Grifone). Il pavese Nicola Camerini si è piazzato alle sue spalle, a 17”5. 3° è giunto Marco Delfino (di Arenzano, del K. C. Grifone) a 22” e 4° Erik Cardouille (di Vallecrosia, del K. C. San Remo) a 38”.
La classe più numerosa e combattuta è stata la 125 Club Over, con ben 19 piloti iscritti. Grandi battaglie nelle 2 batterie e nel ripescaggio per cercare di entrare tra i 14 finalisti. Poco prima della partenza della finale ha cominciato a piovere più insistentemente, tanto da costringere il direttore di gara a dichiarare pista bagnata e quindi l’obbligo di montare gomme rain. Molte polemiche sia prima che dopo la finale, in quanto quasi tutti i concorrenti montavano gomme Vega W4, mentre invece il regolamento di questa categoria impone l’obbligo di montare gomme Le Cont anche per il bagnato. La gara è stata corsa da 12 piloti dei 14 ammessi, ma alla fine 6 sono stati squalificati proprio per le gomme. La vittoria è andata a Gianni Garbarino, che aveva staccato di un giro tutti gli altri concorrenti. Dopo la squalifica la vittoria è passata a Giovanni Muto (K. C. Savigliano, 2° al traguardo), seguito dal cuneese Luca Raineri (K. C. Savigliano, 3° al traguardo) e dal sanremese Vincenzo Carbone (K. C. San Remo, 4° al traguardo). Al 6° posto si è piazzato invece il sanremese Salvatore Rao (K. C. San Remo), che dopo essere rimasto fermo per ben 7 giri per un problema tecnico (distacco del cavo dell’acceleratore) è ripartito e ha concluso la gara regalando spettacolari traversi nel tornantino prima del traguardo e compiendo alcuni spettacolari “tondi” dopo il traguardo, applaudito dal numeroso pubblico.
Squalificati per le gomme anche Piero Verdese (di Cremolino, K. C. Savigliano), che aveva concluso la gara in un’ottima 5° posizione, alla guida del nuovo telaio Jokart, l’imperiese Claudio Costantini (K. C. Savigliano), il genovese Marco Matalone (K. C. Grifone), l’imperiese Stefano Binelli (K. C. Savigliano) e il torinese Walter Gileppa (K. C. Savigliano).


» Christian Galfrè

I commenti sono disabilitati.

CERCAarticoli