Tutte le notizie di: | archivio
Articolo n° 9326 del 03 aprile 2007 delle ore 15:17

Solidarietà di Roberta Gasco a monsignor Angelo Bagnasco

Regione. “Esprimo la più sentita vicinanza mia e dell’Udeur a monsignor Angelo Bagnasco per gli atti intimidatori che ha subito nei giorni scorsi. Spero che questa vicenda incresciosa non sia di ostacolo alla sua attività pastorale ed ecclesiastica, caratterizzata da un integerrimo insegnamento e diffusione della religione cattolica”. Così Roberta Gasco, consigliere regionale e segretario nazionale dei giovani Udeur, che, a Roma per impegni istituzionali con il Ministro Mastella, non ha potuto votare l’ordine del giorno presentato questa mattina in consiglio regionale con il quale l’assemblea ha espresso la propria solidarietà al presidente della Cei. “Un atto – continua la Gasco – che offende tutti i cattolici in quanto rivolta al presidente di tutti i vescovi d’Italia. Ritengo che le parole di monsignor Bagnasco siano state fraintese e strumentalizzate. E’ giusto che la Chiesa Cattolica, in un momento di discussione su un tema di particolare rilevanza come i DiCo, possa esprimere liberamente la propria posizione. Una posizione, e questo mi sembra non sia stato compreso da molti, che la Chiesa rivolge ai cattolici: ai politici e ai fedeli. La Chiesa non impone nulla ma consiglia un percorso”. La Gasco ribadisce quind la sua netta posizione contro ogni forma di riconoscimento giuridico “che possa intaccare la famiglia fondata sul matrimonio”. Il comitato provinciale per l’ordine e la sicurezza di Genova deciderà questo pomeriggio le misure di sicurezza da adottare a tutela dell’arcivescovo Angelo Bagnasco, dopo la scritta “Vergogna” apparsa sulla facciata della cattedrale di San Lorenzo, nel capoluogo ligure, e collegata alla presa di posizione del presidente della Cei sui Dico.


» Felix Lammardo

I commenti sono disabilitati.

CERCAarticoli