Tutte le notizie di: | archivio
Articolo n° 9306 del 03 Aprile 2007 delle ore 08:11

Savona, falso allarme bomba all’Inps

[thumb:2583:r]Savona. Un tubetto con una miccia e un’etichetta con la scritta “esplosivo, non toccare”. Quanto basta per far scattare l’allarme e per mobilitare polizia e artificieri. Attimi di apprensione ieri intorno alle 11 nella sede provinciale dell’Inps, in piazza Marconi a Savona, quando una signora che stava scendendo le scale dell’edificio ha rinvenuto il tubetto sospetto che a prima vista poteva essere scambiato per un ordigno. La scritta minacciosa e un filo che sembrava una miccia hanno fatto temere il peggio. In realtà, i poliziotti intervenuti sul posto con gli esperti della scientifica hanno appurato che si trattava di un innocuo contenitore, privo di materiale esplosivo. Falso allarme, quindi, tanto che il palazzo non è stato neppure fatto sgomberare. Inutile il ricorso agli artificieri. In pochi minuti si è capito che si trattava di una goliardata, forse di un pesce d’aprile un po’ in ritardo. Uno scherzo di cattivo gusto. E gli impiegati della Previdenza sociale sono tornati al lavoro di ogni giorno.


» Felix Lammardo

I commenti sono disabilitati.

CERCAarticoli