Tutte le notizie di: | archivio
Articolo n° 9463 del 07 Aprile 2007 delle ore 11:46

Il crocefisso del Castello veglia ancora sui reduci

[image:2692:c]

E’ tornato al suo posto il grande crocefisso in legno eretto nel 1965, sulla collina del castello di Cosseria, dai reduci della Divisione Cosseria come atto di devozione in memoria dei “gloriosi fratelli che non tornarono” e che morirono in Russia durante la Seconda Guerra Mondiale. Era stato rimosso qualche tempo fa per un intervento di restauro realizzato grazie alla buona volontà di quattro cittadini cosseriesi: Dario Bacino (titolare del Bar del Bac), Aldo Gepponi, Sergio Bergero e Ugo Resio. I quattro ringraziano per il sostegno avuto due imprese locali, che hanno fornito supporto con materiali e mezzi di trasporto: l’impresa edile del geom Ezio Barbacetto di Cairo Montenotte e la Multivetro s.r.l. di Saliceto. Il restauro del crocefisso è consistito in un lungo lavoro di ripulitura della statua, di stuccatura delle molteplici ferite subite nel corso di quarant’anni di esposizione alle intemperie e di riverniciatura del tutto.


» Redazione

I commenti sono disabilitati.

CERCAarticoli