Tutte le notizie di: | archivio
Articolo n° 9563 del 12 Aprile 2007 delle ore 08:00

Borghetto, Extramet: progetto pilota per la Val Varatella

[thumb:2772:r]Borghetto S. Spirito. E’ stato presentato ieri nella sala del consiglio comunale di Borghetto Santo Spirito il progetto pilota “Extramet – Lo spazio rurale nel contesto della nuova metropolizzazione”, che pone l’attenzione sulla fascia intermedia tra territorio urbanizzato e territorio rurale: il territorio periurbano. Non più rurale, non ancora urbano, soggetto a forti trasformazioni, con un patrimonio agricolo e storico-culturale di pregio, difficile da pianificare. All’incontro hanno partecipato l’assessore regionale alla pianificazione territoriale e urbanistica, Carlo Ruggeri; il direttore del Dipartimento Pianificazione Territoriale ed Urbanistica della Regione Liguria, Franco Lorenzani; il presidente della Provincia di Savona, Marco Bertolotto; Silvano Tabò, sindaco di Toirano, e Italo Panizza, sindaco di Balestrino. A fare gli onori di casa, il primo cittadino di Borghetto, Franco Malpangotto. “Extramet”, cofinanziato dalla Commissione Europea sul programma Interreg III B Medocc, vede coinvolte nove Regioni di cinque Paesi dell’Unione Europea: Regione Liguria (capofila), Regione Piemonte, Regione Campania, Regione Sardegna, Département de l’Hérault (Francia), Region de Murcia (Spagna), Regione Tessaglia (Grecia), Ministero di Macedonia-Tracia (Grecia), Eco-Humanus – Alentejo (Portogallo). La Regione Liguria ha deciso di prendere in considerazione la Val Varatella, tra Borghetto Santo Spirito e Toirano. Dopo il “Forum locale”, che si è svolto lo scorso 13 dicembre a Toirano e che ha segnato l’inizio del percorso partecipativo per la costruzione del progetto pilota della Val Varatella, con questo incontro l’iniziativa ha fatto il proprio debutto davanti a un pubblico più allargato. All’incontro sono stati presentati gli obiettivi fondamentali del progetto pilota, così illustrati dall’assessore Carlo Ruggeri: ricucire costa ed entroterra, città e campagna, recuperando come percorsi pedonali e ciclabili (e quindi come risorsa anche per il turismo) gli antichi percorsi che collegano il centro storico di Borghetto e il centro storico di Toirano; riqualificare le “emergenze” del paesaggio agrario lungo questo percorso (i muri di recinzione in pietra, i manufatti dell’attività rurale); riqualificare il parco del Castello Borelli, straordinaria risorsa di grande pregio ambientale a livello regionale, e la rete dei percorsi escursionistici che collegano la costa con il territorio dell’entroterra e con il sistema naturalistico del “Poggio Grande” (monte Piccaro, monte Croce, Balestrino). Durante l’incontro, inoltre, si è stabilito di sottoscrivere, entro la fine di maggio, un protocollo d’intesa che impegna i Comuni di Toirano, Borghetto Santo Spirito e Balestrino, la Provincia di Savona e la Regione Liguria, di concerto con la Comunità Montana Pollupice e ognuno secondo le proprie competenze, a condividere gli obiettivi individuati, a considerare i contenuti di tale protocollo come elementi di riferimento nelle procedure di formazione ed approvazione degli strumenti di pianificazione, nonché a realizzare i vari progetti.


» Felix Lammardo

I commenti sono disabilitati.

CERCAarticoli