Tutte le notizie di: | archivio
Articolo n° 9634 del 13 Aprile 2007 delle ore 16:12

Prostituzione, operazione dei carabinieri di Imperia: perquisizioni anche a Ceriale

E’ di otto arresti per estorsione, favoreggiamento e sfruttamento della prostituzione il bilancio di un’operazione dei carabinieri del Nucleo Operativo di Imperia che ha posto fine a una serie di attività estorsive finalizzate da una parte a ottenere l’esecuzione dei lavori di ristrutturazione dell’hotel Principe di Diano Marina (Imperia), dall’altra ad acquisire la gestione del night club “Karisma” di Imperia, un frequentato locale notturno dove, in aggiunta agli spettacoli di lap dance e streap tease, venivano fatte prostituire numerose donne italiane e dell’est europeo. Le tariffe erano di 50 euro per dieci minuti. I rapporti si consumavano in uno stanzino del locale, dove al momento dell’ingresso del cliente l’impiegato alla cassa accendeva la luce rossa che spegneva allo scadere dei dieci minuti. Le ragazze, tutte regolari in Italia, incassavano un fisso di 80 euro a serata, più l’ospitalità e provvigioni in base al lavoro svolto. Quelle più belle e capaci riuscivano a intrattenere anche sei o sette rapporti a serata. Ciascuna, però, rimaneva fissa nello stesso locale per non più di due settimane. La banda aveva preso in mano la gestione del night a novembre del 2006, dopo le ripetute minacce ai titolari e con la promessa che avrebbero pagato loro 25.000 euro per subentrare nell’attività. Denaro che, tuttavia, i gestori originari non hanno mai ricevuto. Mente del gruppo era Michele De Marte, 38 anni, originario di Seminara (Reggio Calabria) ma residente a Diano Marina. De Marte gestiva il locale notturno assieme ad Antonio Di Noia, 30 anni, originario di Potenza ma abitante a Cervo (Imperia); i fratelli Giuseppe e Claudio Maccarone, di 39 e 38 anni, di Vibo Valentia (il primo abitante a San Bartolomeo al mare, in provincia di Imperia) e Robertino Crocetta, 42 anni, imperiese. A Monica De Pippo, 35 anni, originaria di Genova ma abitante a Savona, spettava il compito di reperire le ragazze da inserire nel locale notturno. Gli altri due arrestati sono Luca Giani, 32 anni, di Diano Castello (Imperia) e Davide Veronio, 24 anni, di Pralungo (Biella) ma di fatto domiciliato a Diano Marina. Questi ultimi, dapprima entrati nel night come clienti, hanno successivamente acquisito la gestione (al nero) del locale, dai primi cinque gestori. Nel corso dell’operazione, scattata all’alba, i carabinieri hanno anche compiuto 17 perquisizioni, tra cui una locale notturno “M3” di Ceriale, sequestrando una cassetta di sicurezza postale, alcuni conti correnti e una sorta di libro contabile che serviva per registrare l’illecità attività.


» Redazione

I commenti sono disabilitati.

CERCAarticoli