Tutte le notizie di: | archivio
Articolo n° 9626 del 13 Aprile 2007 delle ore 12:48

Quiliano, centrale Tirreno Power: “autorizzazione unica” chiesta dal Comune

[thumb:1289:r]Quiliano. Il Comune di Quiliano prosegue la sua battaglia contro il potenziamento della centrale Tirreno Power a Vado Ligure. Il Comune ha reso noto l’avvenuto deposito della copia progettuale relativa al procedimento di richiesta di autorizzazione unica e di Valutazione di impatto ambientale per la costruzione di una nuova unità a carbone da 460 MW, informando  sulla possibilità di poter presentare eventuali osservazioni scritte sia ai Ministeri che alla Regione. La richiesta di “Autorizzazione Unica” sottolinea: “…al fine di evitare l’interuzzione della fornitura di energia elettrica e di garantire il fabbisogno per la costruzione di opere sopra i 330 mw termici sono dichiarate opere di pubblica utilità e soggetti ad autorizzazione unica, rilasciata dal Ministero delle Attività Produttive (che sostituisce ogni altro titolo e competenza autorizzativa a costruire) – afferma la nota del sindaco di Quiliano Nicola Isetta -. L’autorizzazione è rilasciata a seguito di un procedimento unico nazionale, al quale partecipano le Amministrazioni Statali e locali interessate per autorizzazione ambientale e integra e sostituisce le singole autorizzazioni ambientali di competenza delle Amministrazioni interessate. Esito positivo della VIA costituisce parte integrante e condizione necessaria del procedimento autorizzativo”.
L’Amministrazione Comunale di Quiliano ritiene inoltre di mettere in condizione la cittadinanza e quanti siano interessati di essere informati sulla sostanza del progetto e sull’ iter del procedimento amministrativo avviato. Per questo motivo ha avviato una prima serie di incontri informativi con le altre istituzioni, i gruppi consiliari, le forze politiche, le rappresentanze di interesse associativo ambientale, le organizzazioni sindacali ed economico-produttive. L’Amministrazione Comunale ha convocato un incontro pubblico informativo per mercoledì 18 aprile, alle ore 20,45, presso il centro amministrativo del Comune di Quiliano. “Su un tema di cosi tale rilevanza per la comunità quilianese il sottoscritto ritiene che non sia sufficiente il dispositivo della delega, ma questa deve essere integrata dalla partecipazione”, conclude il sindaco Isetta.


» Federico De Rossi

I commenti sono disabilitati.

CERCAarticoli