Tutte le notizie di: | archivio
Articolo n° 9684 del 16 Aprile 2007 delle ore 07:10

Vado Ligure, potenziamento Tirreno Power: un comitato per dire no

[thumb:303:r]Vado Ligure. “Uniti per la salute”, questa la denominazione del comitato spontaneo nato a Quiliano per protestare contro il progetto di ampliamento a carbone della centrale termoelettrica Tirreno Power di Vado. Un progetto, dicono i promotori, in contrasto con i recenti accordi europei sulla riduzione delle emissioni di gas serra e con il protocollo di Kyoto. Il comitato di cittadini inoltre fa notare come non si tenga conto dei dati epidemiologici di aumento dell’incidenza di neoplasie sul territorio e degli indici di inquinamento come la desertificazione lichenica. “Sono prive di logica le considerazioni secondo cui aumentando la combustione si riducono le emissioni – affermano i responsabili del comitato – Riteniamo comunque che le tecnologie esistenti per la riduzione delle emissioni debbano essere applicate al più presto e non essere usate come merce di scambio per sostenere la tesi del potenziamento. Il comprensorio è già pesantemente gravato da numerose ed invasive ‘utilities’, come ad esempio reti autostradali e ferroviarie, oleodotti, cave, discariche e numerosi insediamenti industriali”.


» Felix Lammardo

I commenti sono disabilitati.

CERCAarticoli