Tutte le notizie di: | archivio
Articolo n° 9733 del 17 Aprile 2007 delle ore 08:25

I carabinieri della Compagnia di Albenga a confronto con gli studenti

[thumb:2835:r:t=Roberto Arcieri]Ponente. La cultura della legalità entra nelle scuole grazie alle conferenze organizzate dai carabinieri della Compagnia di Albenga. Una ventina gli istituti scolastici del Ponente ligure nei quali finora si sono svolti gli incontri tra gli studenti, in tutto circa millecinquecento, e gli ufficiali dell’Arma. A salire in cattedra sono stati il capitano Roberto Arcieri ed il tenente Roberto Valvano. Il ciclo di appuntamenti ha riguardato le scuole medie e superiori dei Comuni di Albenga, Ceriale, Borghetto Santo Spirito, Toirano, Loano, Boissano, Pietra Ligure, Borgio Verezzi e Finale Ligure. Molti, e particolarmente attuali, i temi affrontati nel corso del confronto con gli studenti: droga, bullismo, violenza negli stadi e impegno civico gli argomenti più trattati. I giovani inoltre, alla prese con il conseguimento delle patenti per l’auto o il motorino, sono apparsi interessati al problema delle cosiddette stragi del sabato sera. Il capitano Arcieri ha sottolineato come soltanto una corretta educazione possa prevenire gli incidenti che nascono dal mancato rispetto del codice stradale e dall’abuso di alcolici. I carabinieri hanno risposto alle domande degli allievi di età compresa tra gli undici e i diciannove anni, mettendosi in relazione con un universo giovanile bombardato dalle migliaia di informazioni della comunicazione multimediale e nello stesso tempo all’oscuro delle insidie della civiltà contemporanea, tanto che i ragazzi sono risultati spesso poco edotti sui pericoli delle sostanze stupefacenti: i rappresentanti dell’Arma hanno perciò spiegato le differenze fra droghe pesanti e leggere, i danni all’organismo e al tessuto cerebrale che causano, i gradi di assuefazione che provocano. Gli incontri delle scuole si rivelano anche un metodo per avvicinare i più giovani alle forze dell’ordine, spesso percepite come organi puramente repressivi. L’obiettivo dei carabinieri della Compagnia albenganese è stato quello di invitare gli studenti a partecipare attivamente alla vita sociale e a collaborare senza reticenze con chi ha il compito di far rispettare le leggi. Domani le visite proseguiranno all’istituto Falcone di Loano, dove i militari, in occasione di una giornata dedicata all’orientamento, illustreranno ai prossimi diplomati i percorsi formativi e di carriera offerti dall’Arma.


» Felix Lammardo

I commenti sono disabilitati.

CERCAarticoli