Tutte le notizie di: | archivio
Articolo n° 9751 del 17 Aprile 2007 delle ore 13:55

Serie C, l’Alassio Volleyball è in testa a due giornate dalla fine

Albenga. Se nel girone di andata l’Alassio Volleyball sul campo del Celle Varazze aveva subito una netta sconfitta, mancando l’obiettivo sorpasso, sabato sera sul parquet del palazzetto dello sport di Albenga capitan Esposito e compagni sono riusciti ad arginare il gioco avversario e con il punteggio di 3 a 2 hanno vinto una partita che, nel pieno rispetto delle previsioni, è stata complessa, combattuta e sicuramente non facile.
Riposava il Futura Avis Techne e gli occhi erano puntati sull’incontro dell’Alassio. Pontacolone ha schierato Esposito al palleggio, Gallo opposto, Carmagnini e D’Auria al centro, Salvatico e Berigliano in attacco e il libero Andreis.
3 a 2 il risultato finale (21 – 25, 25 – 18, 25 – 14, 19 – 25, 15 – 10 i parziali) di un incontro dove in alcune occasioni ha prevalso la tensione per la consapevolezza della posta in palio. E’ così che trova spiegazione un primo set giocato punto a punto fino a metà. Poi due disattenzioni ed ecco il Celle Varazze prendere le distanze. Reagisce l’Alassio ma è tardi.
Anche nel secondo set i varazzini cercano subito di allungare il passo, ma questa volta la reazione è pronta. Sul 2 a 0 per il Celle Varazze Carmagnini al centro schiaccia un pallone nei tre metri e si porta in battuta. Complici due muri vincenti e un bell’attacco di Salvatico l’Alassio recupera lo svantaggio e inizia a staccare gli avversari. Il libero Andreis recupera palloni preziosi. Reagiscono gli ospiti ma l’Alassio ha una marcia in più e sarà Berigliano a chiudere il pallone che vale il set.
Nel terzo set sono gli alassini che sull’onda dell’entusiasmo e di una ritrovata lucidità di gioco si portano subito in avanti. Capitan Esposito fa girare la squadra e sul 12 – 6 Francesco D’Auria si porta in battuta e fa piovere sul campo avversario 6 pesantissimi servizi al salto consecutivi. Difficile ricevere e attaccare per gli ospiti e l’Alassio ne approfitta allungando le distanze (18 – 6). Il distacco è sensibile e l’Alassio finisce col chiudere il set sul 25 – 14 anche se le ultime azioni della frazione di gioco sembrano essere un’anteprima di quello che sarà poi il quarto set.
Il gioco della squadra di casa si fa infatti meno ordinato e lucido. Per provare a cambiare le carte Pontacolone inserisce Tomatis al palleggio ma la reazione alassina è tardiva: si va al tie break. Punto a punto fino alla metà del set: si va al cambio campo sull’8 – 7 per l’Alassio, e la sensazione per chi è a bordo campo è che proprio l’Alassio Volleyball abbia ritrovato lucidità di gioco e una grande voglia di chiudere l’incontro.
Si inizia con un gran muro a due Carmagnini – Berigliano, prosegue lo stesso Berigliano con un pesante lungolinea, seguito da Salvatico che piazza un bel pallone nel centro del campo avversario. C’è un altro muro a due Carmagnini – Gallo. Due errori del Celle Varazze chiudono l’incontro e di fatto portano l’Alassio in testa alla classifica del campionato.
Qualcuno potrà leggere l’incontro come un passo falso o un punto perso nella corsa al campionato, non sicuramente quanti sabato sera hanno potuto assistere al match.
Il palazzetto gremito ha infatti potuto vedere un grande spettacolo sportivo, una bella partita tra due squadre che hanno giocato ogni punto con grande determinazione. Hanno potuto vedere due formazioni, due gruppi che hanno dato il meglio di sé individualmente ma soprattutto come squadra. Lo si è visto ad ogni punto, ad ogni cambio palla, ad ogni time out.
“Sono soddisfatto anche se effettivamente sul percorso abbiamo lasciato un punto che potrebbe servire, ma questa non è stata una partita facile. L’ho detto prima di scendere in campo, l’incontro di stasera non sarà diverso da quelli che ancora ci attendono: in tutte noi ci giochiamo molto e gli altri molto poco. Può succedere qualunque cosa. Ma siamo stati bravi a reagire e a chiudere quest’incontro in modo ben diverso da come è stato nel girone di andata”, ha commentato Marco Pontacolone.
Ora si guarda avanti: sabato prossimo c’è l’Arma di Taggia e il Celle Varazze riceverà in casa il Futura. Non dimenticando che nel girone di andata i varazzini andarono a vincere a Ceparana (3 – 2) e nel ritorno avranno anche il vantaggio di giocare nel proprio palazzetto.
“Non voglio guardare agli altri campi ma a quelli dove saremo impegnati noi. Mi aspetto grande concentrazione e consapevolezza”, ha continuato Pontacolone.
Un atteggiamento che ha caratterizzato la stagione degli alassini che anche quest’anno hanno saputo creare intorno all’obbiettivo comune di un campionato di pallavolo un grande gruppo. Credere nel gruppo, alimentarlo con la proprio forza di volontà e impegno, dentro e fuori dal campo è certamente la forza di questo team. Per questa ragione al di là dei risultati che premiano la prestazione e la costanza di uno o dell’altro giocatore a livello individuale si vuole sottolineare come ancora una volta questa sia stata una vittoria del gruppo: di chi ha giocato, di chi ha allenato, di chi dalla panchina ha sostenuto il sestetto in campo con straordinario entusiasmo e spirito di squadra e del pubblico che sembra essere consapevole del particolare momento che l’Alassio sta vivendo.
Questa sconfitta costa il 6° posto alla formazione allenata da Scozzafava, che viene superata dall’Arma Taggia, facile vincitrice sul C.U.S. Genova. Villaggio e Albisola hanno vinto i rispettivi incontri, com’era prevedibile. Il Rivarolo, battuto seccamente all’andata, ha restituito lo 0 a 3 all’Albaro, staccandolo in classifica.
Le partite del 20° turno:
C.U.S. Genova – Arma Taggia Volley 0 – 3
Centro Volley Albaro – Comark Rivarolo 0 – 3
Grafiche Amadeo San Remo – Spinnaker Albisola 1 – 3
Alassio Volleyball – Celle Varazze Volley 3 – 2
Villaggio Volley – Val Di Magra 3 – 1
La classifica a 2 giornate dal termine è la seguente:
1. Alassio Volleyball 46
2. Futura Avis Techne Ceparana 45
3. Villaggio Volley 35
4. Comark Rivarolo 34
5. Centro Volley Albaro 31
6. Arma Taggia Volley 31
7. Celle Varazze Volley 29
8. Spinnaker Albisola 28
9. Val Di Magra 18
10. Grafiche Amadeo San Remo 3
11. C.U.S. Genova 0
Comark Rivarolo e Val Di Magra devono ancora riposare, quindi hanno giocato una partita in più.

 


» Christian Galfrè

I commenti sono disabilitati.

CERCAarticoli