Tutte le notizie di: | archivio
Articolo n° 9791 del 18 Aprile 2007 delle ore 17:10

Burlando: “Il festival della maiolica è cultura, storia e aiuta il turismo”

Savona. Ci sono anche pezzi rari che saranno riuniti per la prima volta insieme in una mostra, come i pannelli figurati in maiolica con i tre famosi Guerrieri un tempo presenti nel Palazzo Pavese, al Festival Internazionale della maiolica che si svolge in quattro città liguri dal 21 aprile al primo maggio. I Guerrieri saranno esposti alla Pinacoteca Civica di Savona. Il Festival avrà come scenario Albisola Superiore, Albisola Marina, Savona e Genova, sedi principali delle antiche manifatture di ceramica liguri conosciute e apprezzate in tutto il mondo. Dal 21 al 25 aprile saranno protagoniste le due Albisole e Savona, mentre dal 26 aprile al 1 maggio toccherà a Genova essere al centro delle manifestazioni. Sono in programma mostre, convegni, tavole rotonde, incontri con gli artisti, presentazione di libri, visite guidate alle collezioni in diversi musei, chiese, palazzi, e ai laboratori, spettacoli. Per valorizzare al meglio l’arte della lavorazione della maiolica ligure, che ha ormai cinque secoli di storia, è stato recentemente avviato anche il progetto ‘Thesaurus della ceramica ligure’, che coinvolge le città della ceramica per approfondire la conoscenza in Liguria di questa forma d’arte, per promuoverne la diffusione e gli sviluppi nel futuro. Il presidente della Regione Liguria, Claudio Burlando, e l’assessore alla Cultura, Fabio Morchio, hanno presentato il Festival insieme con i rappresentanti dei comuni di Albisola Superiore, Albissola Marina, Savona e Genova, tra i quali l’assessore comunale genovese Luca Borzani. “E’ una manifestazione importante – ha detto il presidente Burlando – perché presenta un’offerta complessiva di cultura e storia ed inoltre dà un sensibile aiuto al turismo, inserita com’é in un ‘ponte’ a cavallo fra il 25 aprile e il 1 maggio, in cui ha un riferimento importante anche il filone dell’ enogastronomia”. L’assessore regionale Fabio Morchio ha detto che la Liguria “punta moltissimo a questa rassegna anche in vista della richiesta del marchio di origine protetta per la ceramica ligure”. “Il Festival e la promozione della maiolica – ha aggiunto Morchio – hanno anche l’obiettivo di ottenere importanti ricadute economiche in particolare per il savonese e il genovese”. Savona coglie l’occasione per portare la maiolica in giro per la città e non tenere le preziose opere sempre chiuse nei musei a disposizione degli esperti proponendo anche al pubblico il lavoro degli artisti in appositi atelier realizzati nella Fortezza del Priamar. Albisola Superiore coglie l’occasione del Festival per riaprire il Museo Trucco e loda il fatto che finalmente le quattro città liguri della ceramica promuovano una iniziativa insieme. Albissola Marina plaude alla scelta di diventare un museo a cielo aperto con la esposizione di cinque secoli di tradizione.


» Redazione

I commenti sono disabilitati.

CERCAarticoli