Tutte le notizie di: | archivio
Articolo n° 9801 del 19 Aprile 2007 delle ore 08:18

Ceriale, sbarco dei pirati: tre ambasciatori invitati alla rievocazione

[thumb:2852:r]Ceriale. Pirati e cerialesi fanno la pace. Il sindaco Pietro Revetria, infatti, ha deciso di invitare gli ambasciatori di Tunisia, Algeria e Turchia alla rievocazione storica dell’incursione saracena, il cosiddetto “sbarco dei turchi barbareschi”, in programma per la prima metà di luglio sul lungomare Diaz. Un gesto di riconcilazione che ha già riscosso l’adesione del console tunisino, mentre sono attese per i prossimi giorni le risposte delle altre autorità diplomatiche. Lo sbarco dei pirati avvenuto il 2 luglio del 1637 rappresentò un evento traumatico per la comunità di Ceriale: gli assalitori si lasciarono andare ad efferatezze e devastazioni, mentre numerosi abitanti furono portati via a forza e trasportati in mare sino a Tabarca, in Tunisia. Ci vollero circa vent’anni affinché i rapiti, dopo la procedura di riscatto, potessero riabbracciare le proprie famiglie. Oggi la rievocazione storica acquisisce significati di distensione e solidarietà. “Vogliamo ricordare questo tragico anniversario in forma positiva, tramutandolo in un messaggio di accoglienza e solidarietà con le genti africane, che sono nostre ospiti e che forniscono un lavoro indispensabile nei settori dell’agricoltura, delle costruzioni, della ristorazione e della ricettività turistica” ha dichiarato Revetria.


» Felix Lammardo

I commenti sono disabilitati.

CERCAarticoli