Tutte le notizie di: | archivio
Articolo n° 9811 del 19 Aprile 2007 delle ore 10:29

Pietra, Santa Corona: novità per il Laboratorio di analisi cliniche

Pietra Ligure. L’ospedale Santa Corona ha modificato le modalità di accesso alle prestazioni offerte dal Laboratorio di analisi cliniche. Sino ad oggi il cittadino che aveva bisogno di fare un prelievo per esami clinici di laboratorio doveva obbligatoriamente seguire la seguente procedura: recarsi prima di tutto presso lo sportello Cup per la cosiddetta fase di accettazione così da ricevere la documentazione (autorizzazione, ricevuta ticket se dovuto, etichette) con cui successivamente recarsi presso il Centro Prelievi, sito al primo piano del Padiglione Piastra, sempre nella stessa mattinata. Ora, pur rimanendo ancora in vigore tale modalità, è anche possibile procedere in due momenti separati dividendo la parte di accettazione amministrativa (autorizzazione, eventuale pagamento ticket) dalla fase di prelievo. Il cittadino, che deve usufruire del servizio, può: in un primo momento recarsi allo sportello Cup nel normale orario di apertura dell’ufficio; presentare l’impegnativa compilata dal medico di famiglia; pagare il ticket (se dovuto); ritirare la documentazione necessaria (autorizzazione, ricevuta ticket e  proprie etichette); in seguito, anche nei giorni successivi, il cittadino, senza alcun obbligo di preavviso o prenotazione, munito dei documenti rilasciati dal Cup, potrà recarsi comodamente presso la Sala prelievi per eseguire gli esami prescrittigli, nel giorno più confacente ai propri impegni e bisogni, nel consueto orario  di apertura (dal lunedì al venerdì dalle ore 7 alle ore 9,30) ed ovviamente saranno evase tutte le prestazioni richieste pervenute nell’orario di accesso senza limite di tempo.
Ma ci sono altre novità che riguardano il Laboratorio Analisi. Attualmente quest’ultimo è temporaneamente ubicato presso il primo piano della Piastra dei servizi, in attesa di poter riprendere possesso dei vecchi locali a piano terra in ristrutturazione. La ripresa dell’attività nei nuovi locali è prevista per fine estate e come sottolinea il Direttore E.M. Scafidi: “Si tratta di una nuova concezione di Laboratorio che, oltre a metter a norma i nuovi locali, prevede una netta separazione tra la parte amministrativa e quella sanitaria. Il nuovo laboratorio sarà di tipo “loft” (spazio aperto) con i vari settori separati da paratie alte 1,5 metri; ci saranno zone protette dai rischi biologici e percorsi separati per gli operatori. L’area sanitaria sarà di circa 3000 mq., mentre sarà aumentata la capienza della sala d’attesa (+50%) dotandola di maggiore confort, monitor informativi e di nuovi servizi igienici per gli utenti. Novità anche nella sala prelievi: salette con singola postazione garantiranno la massima riservatezza al cittadino”.
Inoltre il trasferimento nei nuovi locali permetterà la conclusione della processo di certificazione ISO9000 già avviato.

 

 


» Redazione

I commenti sono disabilitati.

CERCAarticoli