Tutte le notizie di: | archivio
Articolo n° 9869 del 20 Aprile 2007 delle ore 13:20

Alassio, “Mete di Liguria”: in arrivo i tour operator inglesi

[thumb:2842:r]Alassio. Domenica 22 aprile faranno tappa ad Alassio 20 Tour Operator e 20 giornalisti selezionati in collaborazione con l ’ENIT di Londra del mercato britannico. La visita alla città del muretto si inserisce nell’ambito della manifestazione turistica internazionale Italia-Gran Bretagna: “Mete a Confronto”, workshop operativo dedicato allo scambio tra domanda e offerta. L’iniziativa promossa dal consorzio “Mete di Liguria”, con il supporto di ENIT, Regione Liguria, Provincia di Imperia e Città di Imperia vede anche l’adesione della Camera di Commercio di Savona e del Comune di Alassio. Giornalisti e tour operator britannici arriveranno ad Alassio all’ora di pranzo per assaporare la cucina tipica ligure. Dopo il buffet gli operatori saranno accompagnati a visitare il grande patrimonio artistico e culturale legato alla presenza degli inglesi nella cittadina rivierasca. Tra la fine dell’ottocento e i primi del novecento, il paesaggio ed il clima hanno fatto di Alassio una meta turistica ideale per gli inglesi. Alla presenza di famiglie come Gibb, Mac Murdo ed Hanbury si devono importanti cambiamenti nei lineamenti di Alassio: sulle colline ed in città vennero costruite splendide ville e nella zona adiacente alla stazione ferroviaria furono edificate la chiesa anglicana, l’edificio della biblioteca ed il Tennis Club Hanbury che conserva tutt’oggi la sua magnifica struttura architettonica. Alla presenza degli inglesi ad Alassio è associato un grande patrimonio architettonico e culturale. La pinacoteca Richard West, nella Memory Gallery, restituisce attraverso il patrimonio artistico del pittore irlandese, il paesaggio incontaminato e l’affascinante atmosfera di Alassio sul finire dell’800. Qui è conservato il vasto patrimonio librario della Engligh Library, in corso di censimento. L’ex chiesa Anglicana, è oggi, uno dei luoghi della cultura alassina ed ospita prestigiose mostre e concerti. La visita proseguirà nel cuore della città, il budello, la via dello shopping più lunga della Liguria. Non mancherà una tappa allo storico Muretto, reso celebre dalle vivaci e irregolari piastrelle firmate da illustri personaggi.
“Abbiamo aderito a questa iniziativa – dice l’Assessore al Turismo e alla Cultura del Comune di Alassio – con l’intento di stabilire nuovi legami con il turismo inglese. La città conserva il clima, la spiaggia e l’entroterra che ha conquistato gli inglesi alla fine dell’Ottocento. Mi auguro che per i nostri ospiti sia una piacevole riscoperta il nostro territorio”.


» Redazione

I commenti sono disabilitati.

CERCAarticoli