Tutte le notizie di: | archivio
Articolo n° 9962 del 23 Aprile 2007 delle ore 15:18

Savona, 25 Aprile: celebrazioni congiunte Provincia e Comune

[thumb:2901:r]Savona. Le celebrazioni per il 62° anniversario della Liberazione vedranno a Savona un ricco calendario di cerimonie e manifestazioni, con inizio martedì 24 aprile alle ore 9,30 per la deposizione di corone di alloro presso le lapidi ed i cippi dei luoghi dei martiri partigiani sul Piazzale del Priamar, in Valloria e nel Forte Madonna degli Angeli. La manifestazione proseguirà con la tradizionale fiaccolata organizzata dall’ANPI, dalla FIVL, dall’ARCI e dalle SMS che prenderà il via alle ore 20:00 di martedì 24 aprile, transiterà in Piazza Martiri della Libertà dove verrà deposta una corona d’alloro al Monumento della Resistenza realizzato da Agenore Fabbri e si concluderà in Piazza Sisto IV dove si svolgerà il Concerto “Musica Resistente” organizzato con l’ARCI di Savona. Mercoledì 25 aprile alle ore 10.00 è prevista la deposizione di una corona al Sacrario dei Caduti della Resistenza al Cimitero di Zinola con la celebrazione della Santa Messa. Infine alle ore 11.00 in Piazza Mameli, cerimonia di deposizione di una corona di alloro al Monumento ai Caduti di tutte le guerre, che proseguirà all’interno del Palazzo Civico con il saluto del Sindaco di Savona Federico Berruti e la celebrazione conclusiva di Carlo Russo. “Ci sono date importanti, come il 25 aprile, – commenta Ferdinando Molteni Assessore alla Cultura del Comune di Savona – che tuttavia sentono lo scorrere del tempo. I protagonisti dell’epopea resistenziale sono sempre meno e la memoria tende ad affievolirsi. E’ un processo naturale, ma non irreversibile. Per rinnovare il ricordo del 25 aprile e di tanti altri momenti importanti della storia nazionale è necessario rinnovare – pur senza stravolgerli – riti e modalità. A Savona questo sta per succedere. Insieme alla fiaccolata e ai discorsi celebrativi quest’anno ci sarà la musica rock. E’ un primo passo verso un nuovo 25 aprile. Nuovo nella forma, ma immutato nei contenuti ideali”. L’Assessore Carla Siri sottolinea come gli eventi collaterali alla celebrazione del 25 Aprile hanno visto e vedranno i giovani e le scuole protagonisti, “segnale che proprio loro sono chiamati a tradurre e rendere attuali i valori della Resistenza difendendo con passione la nostra Carta Costituzionale. Sono infatti i ragazzi coloro che devono essere i portatori di quei valori e i quei diritti che non bisogna mai dare per scontati e riaffermare giorno per giorno”.


» Redazione

I commenti sono disabilitati.

CERCAarticoli