Tutte le notizie di: | archivio
Articolo n° 9936 del 23 Aprile 2007 delle ore 07:51

Spaccio di cocaina: al via gli interrogatori degli “insospettabili”

[thumb:413:r]Savona. Prendono oggi il via gli interrogatori agli insospettabili arrestati nell’ambito dell’operazione antidroga della squadra mobile della Questura, ribattezzata “Stack Wood”, che ha sgominato un ingente traffico di cocaina in provincia di Savona. Il primo ad essere ascoltato dal giudice delle indagini preliminari Giovani Zerrilli sarà Ermin Bakillari, 38 anni, albanese, considerato il referente della rete di spaccio che riforniva di droga gli altri cinque arrestati, tutti insospettabili lavoratori e professionisti, chiamati a loro volta a smerciare lo stupefacente nelle rispettive località di residenza o di lavoro. Da sabato mattina i cinque spacciatori sono agli arresti domiciliari. Si tratta di Valerio Bracco, 37 anni, savonese, socio di un bar a Varigotti; Silvano Brunorio, 51 anni, titolare dello stabilimento balneare “Ondina” di Albenga; Massimiliano Primo, 38 anni, dipendente comunale di Albisola Superiore; Fabrizio Toselli, 38 anni, macellaio del supermercato di Pietra Ligure “Basko”; e Piergiorgio Tormena, 34 anni, residente a Savona, cameriere in un ristorante a Millesimo. Almeno una cinquantina il giro di acquirenti fissi scoperto dalla polizia, da ponente a levante e nell’entroterra savonese. Tutti incensurati e dalla vita apparentemente tranquilla, gli arrestati si conoscevano solo indirettamente e facevano capo al fornitore principale, Ermin Bakillari, che si trova in carcere già da alcune settimane.


» Felix Lammardo

I commenti sono disabilitati.

CERCAarticoli