Tutte le notizie di: | archivio
Articolo n° 9995 del 24 Aprile 2007 delle ore 13:40

Presentata Pietra in Fiore: la due giorni di infiorate artistiche

[thumb:2712:r]Pietra Ligure. “E’ una manifestazione di livello nazionale ed internazionale assoluto, su cui abbiamo investito molto sia in termini economici che organizzativi. Per Pietra Ligure deve essere un marchio turistico e territoriale, la ricaduta per il paese sarà notevole”. Con queste parole il Sindaco di Pietra Ligure Luigi De Vincenzi ha presentato questa mattina nella Sala Giunta del Comune la II° edizione di “Pietra Ligure in Fiore, tra arte e tradizione”, la rassegna triennale di infiorate artistiche che si svolgerà nella cittadina pietrese dal 18 al 20 maggio. Uno spettacolo unico che intreccia colori, profumi con l’arte e la tradizione dell’infiorata.Per due giorni nelle piazze e le vie del centro storico, oltre cinquecento maestri infioratori, provenienti da 30 città italiane e due paesi tedeschi, realizzeranno quadri di fiori della dimensione minima di venti metri. Il più grande sarà realizzato dal comune di Pescasseroli con una composizione di 80 metri. Da un bozzetto o disegno, gli abili artisti dell’infiorata, con materiale di origine vegetale, secco o fresco (fiori, foglie, bacche, semi, corteccia), daranno vita a variegati tappeti multicolore. Oltre 1000 metri quadrati di colori vivissimi con contrasti cromatici realizzati attraverso l’uso limitato di caffè, tè e farine di vario genere. Ad opere ultimate una giuria di qualità redigerà una classifica per l’assegnazione del “Premio Pietra Ligure in Fiore”, diviso in due categorie: fiori freschi e fiori secchi, che presentano caratteristiche tecnico-realizzative differenti. L’iniziativa organizzata dal Comune di Pietra Ligure in collaborazione con l’Associazione “Circolo Giovane Ranzi”, si propone di promuovere e valorizzare la conoscenza e le tradizioni legate alla realizzazione delle “Infiorate”, tradizionali appuntamenti che in molti paesi d’Italia si organizzano in occasione della festività del “Corpus Domini”. L’idea di organizzare una rassegna nazionale a Pietra Ligure nasce dalla secolare tradizione di realizzare nella piccola frazione di Ranzi, proprio in occasione del Corpus Domini, “La stella di Ranzi”, un tappeto di fiori freschi che prende forma di fronte alla Cappella della S. Concezione. Sono svariate le qualità di fiori che oggi si utilizzano nelle composizioni: rose, gerbere, garofani, ortensie, mentre un tempo i fiori che venivano adoperati erano in gran parte di campo e venivano raccolti ad uno ad uno dalla popolazione con un lavoro lungo e faticoso. Sbandieratori, musica e fiera dei prodotti floricoli e del verde accompagneranno la manifestazione, oltre alla particolare attrazione della mongolfiera presso il monumento ai caduti: gruppi di tre persone potranno alzarsi in volo per 15 minuti ad una altezza di 45-50 metri. Sabato 19 maggio sarà possibile vedere all’opera i maestri infioratori che inizieranno a lavorare sui quadri di fiori dalle cinque del mattino. Le opere si potranno ammirare nelle due giornate anche di sera, fino alle 24, grazie all’illuminazione artistica delle piazze. Inoltre, per la giornata di sabato uno spazio speciale sarà dedicato agli infioratori di Offenburg, comune tedesco con cui sono iniziate le pratiche ufficiali di gemellaggio con Pietra ligure. Domenica 20 maggio, alle ore 11.00, nel Teatro Comunale si svolgerà il concerto dell’Orchestra Stadtkapelle di Offenburg, formazione di cinquanta elementi che eseguirà un repertorio di musiche da films. “Pietra Ligure in Fiore” è organizzata con il patrocinio della Regione Liguria, della Provincia di Savona, della Comunità Montana Pollupice, della Camera di Commercio di Savona, della Coldiretti – Terranostra, dell’ANCI – Res Tipica, dell’Associazione Nazionale Città dell’Infiorata, dell’Associazione Nazionale Infiorate Artistiche, dell’Associazione Verde in Piazza e del quotidiano La Stampa. “Pietra Ligure in Fiore” è, da quest’anno, inserita nel progetto dell’ANCI Res Tipica, iniziativa nata per salvaguardare e promuovere l’immenso patrimonio ambientale, culturale, turistico ed enogastronomico dei Comuni piccoli e medi italiani, mentre invece la titpica “Stella di Ranzi” è membro del circuito nazionale “Infioritalia”, che raccolgie le infiorate artistiche italiane.
Unidici in tutto le regioni italiane rappresentate, con la copertura del 90% del panorama italiano delle infiorate artistiche. Hanno aderito alla manifestazione i gruppi di infioratori delle città di: Alatri (FR), Albisola Superiore (SV), Arborea (OR), Bolsena (VT), Brugnato Val di Vara (SP), Camaiore (LU), Castelraimondo (MC), Cerreto Guidi (FI), Cervaro (FR), Città della Pieve (PG), Collepardo (FR), Cusano Mutri (BN), Fabriano (AN), Fucecchio (FI), Gambatesa (CB), Genazzano (RM), Gerano (RM), Imperia (IM), Montallegro (AG), Mühlenbach (Germania), Norma (LT), Offenburg Bohlsbach (Germania), Paciano (PG), Pescasseroli (AQ), Pietra Ligure (SV), Poggio Moiano (RI), Rieti (RI), Rocca Santo Stefano (RM), San Gemini (TR), Santo Stefano al Mare (IM), Vignanello (VT), Villanova d’Asti (AT).
Alla cerimonia d’inaugurazione hanno assicurato anche la presenza del Presidente della Regione Liguria Claudio Burlando e dell’Assessore regionale al Turismo Margherita Bozzano. Un primo assaggio della manifestazione fioristica pietrese si era infatti già avuto durante la Bit di Milano, con una presentzione dell’evento e una dimostrazione dell’arte dell’infioratore presso lo stand della Regione Liguria.
[image:2289:r:s=1:t=dimostrazione infiorata alla Bit di Milano]

Ecco il programma dettagliato della due giorni:

Venerdì 18 Maggio ore 21.00 – Piazza Castello
PRESENTAZIONE DI TUTTI I GRUPPI DI INFIORATORI

Sabato 19 Maggio
ore 5.00/24.00 – vie e piazze del centro storico
INFIORATA

ore 9.00 – piazza Castellino
REALIZZAZIONE DI COMPOSIZIONI CON VERDE ORNAMENTALE

ore 10.00/19.00 – piazza Castellino
FIERA DEI PRODOTTI ORTOFRUTTICOLI E FLORICOLI

ore 11.30 e ore 17.00 – vie e piazze del centro storico
GRUPPO SBANDIERATORI “CARACOSTA” DI CERRETO GUIDI (FI)

ore 17.30 – vie piazze del centro storico
APERTURA UFFICIALE DELLA RASSEGNA E INIZIO CONSULTAZIONE GIURIA

ore 21.00 – piazza Castello
PREMIAZIONE DEI GRUPPI VINCITORI

Domenica 20 Maggio
ore 9.00/24.00 – vie e piazze del centro storico
INFIORATA

ore 10.00/19.00 – piazza Castellino
FIERA DEI PRODOTTI ORTOFRUTTICOLI E FLORICOLI

ore 11.00 – Cinema Teatro Comunale
CONCERTO DELL’ORCHESTRA STADTKAPELLE DI OFFENBURG (Germania)

ore 12.00 e ore 17.00 – vie del centro
CONCERTO ITINERANTE: BANDA “G. MORETTI” DI PIETRA LIGURE E “BANDA DI TRAVES” (TO) CON IL GRUPPO FOLCLORISTICO “LE LUNELLE”

Dalle ore 17.00 – lungomare Don G. Bado – spiaggia delle barche
VOLO IN MONGOLFIERA (salvo avverse condizioni meteo)

[image:2907:l:s=1:t=La prima edizione]

Scheda: “La Stella” di Ranzi
A Ranzi, frazione di Pietra Ligure, è tradizione realizzare, in occasione del Corpus Domini, la Stella di Ranzi, tappeto di fiori freschi che abbellisce ogni anno il sagrato della cappella della SS. Concezione. In uso dal 1935 (ma secondo fonti orali forse dalla metà dell’Ottocento) l’infiorata in origine si svolgeva sul sagrato delle tre cappelle del paese. Le “Stelle” venivano realizzate dai contradaioli di Sant’ Antonio (Dransciu), Santa Libera (Caselle) e SS. Concezione (Dranzu). Ogni anno venivano realizzati nuovi disegni e tra i gruppi esisteva una simpatica rivalità per presentare la “Stella” più bella. Le creazioni di Sant’Antonio e Santa Libera venivano esibite lo stesso giorno della festività mentre quella della SS. Concezione veniva realizzata il giovedì successivo. Nel 1971 il parroco di allora, Don Rosso Terzero, preferì usare la piazza della Chiesa parrocchiale di San Bernardo, patrono di Ranzi, accentrando così un’usanza che coinvolgeva le chiesette delle tre contrade. Il “rito dell’infiorata”, interrotto negli anni della seconda guerra mondiale e dal 1971 al 1983, fu ripreso solamente sul sagrato della cappella della SS. Concezione. Il disegno preliminare – che varia ogni anno e del quale si conservano tutti gli originali realizzati dal 1935 – e la traccia sul terreno, appositamente preparato, venivano eseguite da Nicolò Rembado (1920/1994). Attualmente, l’organizzazione dell’infiorata di Ranzi è curata dall’Associazione di volontariato “Circolo Giovane Ranzi” e i progetti sono realizzati dai soci Bruno Testi e Giovanni Battista Mazzucchelli con la collaborazione della popolazione. La “stella” è di forma rotonda (diametro circa 7 metri) per meglio sfruttare la conformazione della piazzetta. L’infiorata inizia con la traccia dei compassi e delle seste dal centro della “stella” verso l’esterno. Il disegno si colora poi con petali di ginestra per il giallo, colore dominante, rose, garofani, “belle figie” (belle ragazze) violacee. Con l’aggiunta del verde cupo dell’erica e della “cannella” della famiglia della valeriana si ottiene un piacevolissimo contrasto di colori arricchito dai gerani e dalle ortensie usate talvolta intere per appesantire lo strato dei petali a protezione del vento. Nel 2002 l’Associazione Circolo Giovane Ranzi ha partecipato – come socio fondatore – alla costituzione dell’Associazione Nazionale delle Infiorate Artistiche “Infioritalia”. Lo scopo di tale sodalizio è quello di “promuovere la conoscenza, la cultura e le tradizioni delle Feste dell’Infiorata, in particolare collegando sotto il profilo culturale le comunità che hanno tale tradizione, promuovendone la funzione turistico-culturale attraverso l’ideazione di iniziative comuni, quali opuscoli, mostre, convegni, creazione di itinerari turistici a tema ed ogni altra iniziativa che possa incentivare l’afflusso turistico nelle comunità aderenti”.

[image:2712:c:s=1:t=Da sx, De Vincenzi, Scrivano e Burlando]


» Federico De Rossi

I commenti sono disabilitati.

CERCAarticoli