Tutte le notizie di: | archivio
Articolo n° 10032 del 25 aprile 2007 delle ore 11:24

Loano, “Note in libertà“: concerto di Federico Sirianni

[thumb:2922:r:t=Federico Sirianni]Loano. Ancora un appuntamento a Loano della rassegna “Note in libertà“, organizzata dal Comune nell’ambito della mostra dedicata ad Enrico Baj. Ospite della rassegna musicale loanese sarà il cantautore genovese Federico Sirianni, che venerdì 27 aprile, alle ore 21.00, nella sala consiliare di Palazzo Doria, presenterà il concerto “Dal basso all’alto dei cieli”. Federico Sirianni ha iniziato a scrivere nei primi anni ’90. Fa parte della contemporanea scena musicale genovese come Max Manfredi, Augusto Forin e Fabrizio Casalino con i quali ha collaborato al progetto “La giostra dei pazzi”, band che lo ha fatto conoscere sul territorio regionale e nazionale.
La partecipazione al Premio Tenco (dove ha vinto il premio come miglior esordiente) ha spinto però Sirianni a battere nuove strade, ed in particolare quelle che tentano di coniugare la canzone d’autore al teatro. Ha collaborato con molti autori teatrali (ad esempio Giovanni Giaccone), con attori di belle speranze come Luca Bizzarri e Paolo Kessisoglu (che saranno conosciuti poi semplicemente come Luca e Paolo a Zelig e nella trasmissione televisiva “Le Iene”) ed ha frequentato assiduamente il Teatro della Tosse di Genova e il Teatro Juvarra di Torino. Un viaggio in Bulgaria ha avvicinato Sirianni alla musica balcanica e, rientrato in Italia, ha lavorato al progetto della Molotov Orchestra e ad “Onde Clandestine”, che è diventato, poi, nel maggio 2002, un disco prodotto dal cantautore Giangilberto Monti. Nel disco le atmosfere balcaniche si fondono con la tradizione della canzone d’autore italiana. Nel 2004 Sirianni ha vinto il Premio della Critica al Festival di Recanati e nel 2006 con il brano “Perché la vita” ha vinto il Premio Bindi. Il concerto “Dal basso all’alto dei cieli” è un viaggio musicale che percorrerà una cartina geografica senza confini. Si partirà dai Balcani e si arriverà, attraverso numerose tappe, fino al Messico e ai Carabi con una colonna sonora che miscelerà polka e rakia, mariachi e mezcal, valzer e pastis, mambo e rhum. Un concerto di “frontiera” pieno di polvere, camion, tangenziali, storie al limite tra il bene e il male, un concerto pieno di passioni, di amori folli e disperati che cattureranno e porteranno lungo le tangenziali delle grandi città, i vicoli stretti di Genova, i quartieri della multietnica Torino, Messico, Caraibi e Bulgaria, le sterrate del deserto, ovunque nel mondo. Ad accompagnare Federico Sirianni ci saranno Marco Piccirillo (contrabbasso), Edmondo Romano (fiati), Raffaele Rebaudengo (violino).
La rassegna “Note in Libertà” ritornerà il 4 maggio con il concerto “A tu per tu con Giorgio Conte”, una serata di pura poesia che ripropone alcuni classici del repertorio di Giorgio Conte. La chiusura sarà affidata a Joanna Rimmel e Riccardo Zegna, che accompagnati da Marco Allocco (violoncello) presenteranno l’11 maggio prossimo “From Rags To Richards”.


» Redazione

I commenti sono disabilitati.

CERCAarticoli