Tutte le notizie di: | archivio
Articolo n° 10068 del 26 Aprile 2007 delle ore 13:46

Raddoppio ferrovia: vertice per lo sblocco dei lavori

[thumb:1290:r]Ponente. E’ previsto per mercoledì 2 maggio l’incontro promosso dalla Regione Liguria tra enti locali, Ferrovie e Italferr per trovare una soluzione al contenzioso tra Ferrovial, la società costruttrice della tratta San Lorenzo al Mare – Andora e Italferr, società di ingegneria delle Ferrovie dello Stato incaricata della progettazione dei 19 chilometri, 16 dei quali in galleria, che ha prodotto il momentaneo blocco dei lavori per il raddoppio della ferrovia del Ponente ligure. “Il problema dei siti dove sistemare il materiale di risulta derivante dall’attività di scavo – ha ribadito l’assessore alle Infrastrutture della Regione Liguria, Luigi Merlo – è stato già affrontato ben prima del progetto esecutivo infatti sono stati inseriti, attraverso la programmazione regionale, le quattro aree delle discariche dove collocare lo smarino, sufficienti per smaltire il materiale di risulta dai lavori della tratta a cui sono stati aggiunti altri siti minori concordati con il concessionario e con il territorio”. In particolare, specifica l’assessore Merlo, “sarà la discarica di Rio Chiappa, nel comune di San Bartolomeo al Mare, tra quelle già individuate dalla Regione, che ospiterà un milione di metri cubi di terra e sarà pronta a riceverli una volta che il proprietario dell’area presenterà il progetto alla Provincia di Imperia e a questo punto l’iter approvativi dovrebbe essere molto breve”. Per quanto riguarda il contenzioso economico tra Ferrovial e Italferr, l’assessore si dichiara preoccupato. “Per questi motivi – ha concluso Merlo – nel corso dell’incontro del 2 maggio cercheremo di favorire il confronto tra i vari soggetti coinvolti per arrivare ad una rapida soluzione, sia per l’importanza di un’opera indispensabile per l’economica ligure, sia per gli eventuali problemi connessi alla messa in mobilità di 120 dipendenti, per questo la Regione ha fatto e sta facendo tutto quanto di sua competenza, affinché si proceda nel migliore dei modi”.


» Felix Lammardo

1 commento a “Raddoppio ferrovia: vertice per lo sblocco dei lavori”
Luca e Antonio ha detto..
il 4 Maggio 2007 alle 22:55

cari amici, il nostro piccolo commento e semplice, visto che i nostri padri sono operai di ditte italiane che partecipano ai lavori, non vorrei mai che si ripetessero i fattacci accaduti con tangentopoli a danno dei lavoratori e dell’ aurelia bis. CE SEMPRE IL POTENTE CHE SCAPPA COL BOTTINO E IL POVERO OPERAI CHE CI RIMANE FREGATO! guarda caso all’ epoca era super pm di mani pulite sempre DIPIETRO, ora ministro delle infrastrutture.

CERCAarticoli