Tutte le notizie di: | archivio
Articolo n° 10104 del 27 aprile 2007 delle ore 10:26

Loano, musica e artigianato con “laboratori a cielo aperto…”

[thumb:2934:r]Loano. Musica e artigianato protagonisti a Loano nel ponte del primo maggio. Domani e domenica 29 aprile, artisti-artigiani daranno vita ad “Artigianalmente mestieri in piazza”. Dalle 10.00 alle 19.00, Piazza Massena si animerà con la presenza di tanti piccoli “laboratori a cielo aperto” dove artisti–artigiani lavoreranno direttamente davanti al pubblico, portando in piazza la creatività e l’abilità artigiana che produce originali manufatti. Gli artigiani saranno presenti con prodotti di eccellenza, unici ed inimitabili: ceramiche dipinte, oggetti intagliati nel legno, vetro dipinto, maschere di cuoio, borse e cinture realizzate con il cuoio, composizioni di fiori secchi, decupage e bigiotteria d’arte. Domenica 29 aprile, nelle vie del centro si svolgerà l’ultimo appuntamento della rassegna di musica itinerante “Tutti in piazza …arriva la festa”, organizzata dall’Assessorato al Turismo e alla Cultura del Comune di Loano. Ad intrattenere i turisti che affolleranno le vie del centro storico ci sarà la Banda di Piazza Caricamento, una nuova formazione genovese che ha debuttato il 24 aprile, con un concerto a Palazzo Ducale. La Banda di Piazza Caricamento, è una formazione multietnica, nata da una idea di Davide Ferrari di Echo Art che ha riunito 15 giovani immigrati residenti a Genova e ha dato vita ad una banda dai forti contenuti sociali. Il progetto, che unisce stili musicali differenti, raccoglie l’energia dei giovani immigrati, che miscelano nel loro quotidiano linguaggi delle loro tradizioni a slang urbani delle nostre città. Il repertorio è inevitabilmente originale e partendo dalle tradizioni musicali dei partecipanti giunge in un nuovo territorio musicale fatto di ritmi e melodie, energia ed emozioni. La travolgente parata di colori e ritmi da tutto il mondo prenderà il via alle ore 16.30. Nella formazione suoneranno: Smail Maarouf, Rachid Hani, Issam Boulakcrour e Abd el-rrazaq El-Aidi (Marocco), Albert Sardei (Italiana di origini ugandesi e australiane), Olmo Andrei Manzano Anorus (Messico-italia), Facundo Moreno (Argentina), Marasinha Siriwardana Kassun Dias e Maduka Ranga Gunarathna (Sri Lanka), Yana Odintsova (Russia), Kai Kundrat (Germania), Laura Gonçalves e Elias Salvini (Brasile), Pape Ndong e Cheikh Sadibou Fall (Senegal).
Per l’intero weekend e per il ponte del primo maggio, a Palazzo Doria, sarà visitabile la mostra d’arte contemporanea di Enrico Baj, uno tra i maggiori protagonisti della storia delle avanguardie europee degli anni Cinquanta. La mostra, ad ingresso libero, si potrà visitare con il seguente orario: da lunedì a venerdì ore 9.00/13.30, martedì e giovedì ore 15.30/18.30, sabato/domenica e nei giorni festivi ore 10.30/12.30 ore 16.00/19.00. La mostra resterà allestita fino al 2 giugno.


» Redazione

I commenti sono disabilitati.

CERCAarticoli