Tutte le notizie di: | archivio
Articolo n° 10366 del 05 Maggio 2007 delle ore 13:34

La Carisa Riviera Basket si riscatta e domani gioca gara 3

Vado Ligure. Pronta riscossa della Carisa Riviera Basket in gara 2 dei playoff per la promozione in serie B d’Eccellenza. La squadra vadese, che dopo avendo concluso la regular season in testa alla classifica della B2 maschile era stata sconfitta all’esordio nei playoff sul difficile parquet di Montevarchi, davanti al proprio pubblico ha sfoderato una prestazione maiuscola, tutta puntata sulla grinta e sull’aggressività agonistica. Un atteggiamento che, unito al recupero di Marco Guerci (che nella sfida di andata aveva giocato solo pochi minuti per un infortunio), ha permesso ai vadesi di contenere gli assalti dei toscani e di mettere in cassaforte una vittoria preziosa per disputare, domenica 6 maggio, la gara decisiva per il passaggio del turno e per l’accesso alle semifinali. Un match che la Carisa Riviera potrà giocare nuovamente davanti al pubblico di casa. C’è però l’incognita sul capitano, Paolo Patria, infortunatosi alla fine del primo quarto (distorsione alla caviglia sinistra): oggi i medici verificheranno la situazione con il giocatore ed il tecnico.
La partita. Il team allenato da Alessandro Crotti è partito in quarta, mettendo subito in evidenza il suo maggiore tasso tecnico ed una determinazione che forse era mancata nella trasferta toscana. Con un Guerci finalmente ristabilito (alla fine sarà uno dei protagonisti assoluti della gara) i biancorossi hanno trovato le idee e l’aggressività giusta per piegare il Montevarchi. Grazie alla zona 3-2 adottata dai vadesi, il Montevarchi è andato in tilt dopo pochi minuti di gioco. Il team di Baggiani ha letteralmente cozzato contro il muro vadese sprecando per la tensione anche molte occasioni dalla lunetta. Patria, Bertinelli, nuovamente Patria e Guerci, al contrario, hanno firmato filotti di punti per il primo allungo (17 – 6) del match. Una corsa a cui Bocchini e Benedusi hanno dato ulteriore consistenza chiudendo il primo tempo 23 – 9. La seconda frazione ha visto proseguire il monologo vadese con Bocchini e Bernardi (28 – 9) per poi, dopo il mini break ospite con Martini e Butini, allungare ancora con il tandem Zampolli-Guerci in stato di grazia. Il Montevarchi tenta di reagire e si fa sotto con un ispirato Di Trani (ancora una volta il migliore dei suoi con 27 punti personali) fino a ridurre il distacco a 9 punti (35 – 24) e a 6 lunghezze (37 – 31). Ma i toscani sono poi rimasti pressoché al palo fino all’intervallo. La tensione gioca brutti scherzi al Montevarchi: i biancoverdi hanno anche tentato un tiro sul suono della sirena, ma gli arbitri hanno annullato poiché il tiro era stato scoccato un attimo dopo la fine del tempo. Decisione contestata aspramente dagli ospiti, che sono andati al riposo con il penalty di 2 tiri liberi (da scontare alla ripresa del gioco) comminati a causa delle proteste della panchina biancoverde. La Carisa Vado non perde l’occasione e si ripresenta sul parquet con Bocchini che realizza il +18 (50 – 32). Da lì in avanti i biancorossi danno un altro scrollone alla partita ed arrivano al 61 – 45, prima di subire una reazione del Montevarchi. I toscani arrivano con Candela al -11 (61 – 50) a 3′ dal termine del terzo quarto, prima di arrendersi al 69 – 57. L’ultimissima frazione di gioco vede ancora un sussulto ospite prima della resa definitiva. A 7′ 22″ nuovamente Candela sigla il -8 (72 – 64), ma Benedusi, Guerci, Bocchini e ancora Benedusi inchiodano gli avversari sull’83 – 68. Da quel momento parte un vero monologo vadese, interrotto solo a tratti da qualche fiammata ospite. Alla fine c’è spazio anche per il giovane Marchetti che, appena entrato a 15″ dalla fine, tenta l’impresa con un tiro dalla distanza. “Siamo stati bravi a tenerli sempre a distanza. Il Montevarchi è tornato in partita solo quando gli è stato permesso un gioco più pesante e quando ci siamo un po’ disuniti in difesa. Quando i toscani giocano in maniera fisica, come è successo anche in casa loro, possono mettere in difficoltà chiunque. Adesso speriamo di recuperare Patria per domenica. I miei sono tutti giocatori importanti ma lui, in più, è una figura carismatica di cui abbiamo bisogno. Purtroppo è stato sfortunato: gli è franato addosso un avversario”, ha analizzato il coach vadese Alessandro Crotti. “Purtroppo abbiamo perso la sfida di andata a Montevarchi, il nuovo regolamento che impone di giocare gara uno in trasferta ha messo in difficoltà molte squadre. Ora abbiamo pareggiato i conti, domenica, nel match decisivo avremo bisogno di tutto l’appoggio del nostro pubblico, che è sempre fantastico”, ha commentato Dennis Bocchini. Il coach toscano Stefano Baggiani ha qualche recriminazione sull’arbitraggio, anche se riconosce in fin dei conti che il risultato è giusto: “Qualche decisione discutibile degli arbitri ci ha penalizzato, ma comunque sapevamo di avere davanti una squadra molto forte che merita di andare avanti nei playoff. Noi siamo soddisfatti della nostra stagione, se solo avessimo iniziato il campionato con qualche sconfitta in meno saremmo finiti anche più in alto dell’ottavo posto. Comunque siamo contenti, qualcuno ci aveva già dato per retrocessi alle prime giornate, gli abbiamo dimostrato che siamo stati capaci di entrare anche nei playoff”.
Carisa Riviera Vado – Savini Montevarchi 95 – 81 
(parziali 23 – 9, 48 – 32, 69 – 57, 95 – 81)
Carisa Riviera Vado: Benedusi 11, Radaelli 8, Zampolli 18, Bocchini 16, Giroldi 0, Bertinelli 7, Patria 7, Bernardi 6, Guerci 22, Marchetti 0. Allenatore: Alessandro Crotti.
Savini Montevarchi: Sestucci 0, Candela 5, Corsi 14, Bortoluzzi 15, Gambolati 10, Martini 6, Butini 4, Vasarri 0, Lazzerini 0, Di Trani 27. Allenatore: Stefano Baggiani.
Arbitri: Corrado Triffiletti (Messina) e Guido Guida (Trapani).
Domenica 6 maggio alle ore 18 la Carisa Riviera Basket affronterà, sempre nel pallone geodetico di Vado contro il Montevarchi, la gara 3, la sfida decisiva per il passaggio alle semifinali. La prevendita dei biglietti è già iniziata.
Questo l’esito di gara 2 dei quarti di finale playoff:
Carisa Vado Ligure – Savini Montevarchi 95 – 81
Eutelia Arezzo – La Falegnami Castelfiorentino 86 – 77
Consorzio Etruria Empoli – Forus Olbia 62 – 44
Banco Sardegna Cagliari – Cambiaso E Risso Genova 78 – 71
Hanno vinto quindi tutte le favorite e il Consorzio Empoli è in semifinale, mentre le altre tre sfide vanno a gara 3.


» Christian Galfrè

I commenti sono disabilitati.

CERCAarticoli