Tutte le notizie di: | archivio
Articolo n° 10382 del 05 maggio 2007 delle ore 19:47

Savona, Lugaro (Prc) sul Santa Corona: “E’ cementificazione sanitaria”

Savona. “Ormai pare sia venuta l’ora della cementificazione sanitaria”. Non usa mezzi termini Sergio Lugaro, responsabile sanità della segreteria provinciale di Rifondazione comunista. “Il cemento pare oggi non mieta solo vittime nel verde e nel mare ligure – osserva – Il cemento non si accontenta e allora ecco pronta la prossima vittima: padiglioni interi dell’Azienda Ospedaliera Ospedale Santa Corona di Pietra Ligure destinati all’edilizia privata. Le voci di questa macro operazione si sentono sempre più forti, sempre più concrete. Gli operatori del Santa Corona, veri professionisti, spesso professionisti di eccellenza, sono allarmati. Vedono in agguato il pericolo di assistere allo scempio di reparti buttati in aria dopo anni di grande lavoro, grandi finanziamenti e di una guadagnata credibilità a volte a livello internazionale. Alcuni reparti (ostetricia e ginecologia) sono già pronti allo sfratto. Destinazione Albenga. Comunque sia il governo ligure, che sia di centrodestra o di centrosinistra, dimostra sempre, in ogni occasione, di aver ben presente un obiettivo: esternalizzare, cementificare, privatizzare”. L’allusione passa nel dettaglio alla notizia della possibile migrazione del direttore generale Flavio Neirotti dal nosocomio pietrese alla Asl 2 Savonese, con il passaggio incrociato di Franco Bonanni alla direzione della nuova Agenzia regionale per la sanità, un’estensione della Regione con competenza in materia di programmazione sanitaria. Una strategia che alcuni leggono come la via finale intrapresa dall’amministrazione regionale per deaziendalizzare il Santa Corona.  “Poco importa se il Santa Corona, DEA di II livello, si è guadagnato i gradi sul campo. E’ ora di cambiare. Lo aveva fatto ben presente il ‘compagno’ Miceli la scorsa estate quando prospettava l’esigenza di trasferire le attività da Pietra Ligure all’ospedale ‘elettorale’ di Albenga” tuona Lugaro, che conclude: “Siamo vicini ai lavoratori del Santa Corona. Operatori che da anni si prodigano per far dormire il ponente savonese tranquillo. Pronti ad intervenire professionalmente in qualsiasi momento di difficoltà. Nel contempo, nelle stanze segrete, oltre che della nostra salute si parla della vista mare che avranno i milanesi”.


» Felix Lammardo

1 commento a “Savona, Lugaro (Prc) sul Santa Corona: “E’ cementificazione sanitaria””
Agostino ha detto..
il 5 maggio 2007 alle 20:59

Sarebbe bene che Lugaro ricordasse a se stesso ed ai suoi compagni di partito che se fossero davvero coerenti alla cementificazione, visto quello che succede a Savona, dovrebbero uscire dalla Giunta e dalla maggioranza in Comune e portare coerentemente avanti le loro battaglie. Invece rifondazione comunista continua a tenere ipocritamente il piede in due scarpe: critica il Sindaco ma rimane in Giunta e lo sostiene in Consiglio comunale essendo a pieno titolo parte della maggioranza consigliare (lo stesso Lugaro ne fa parte…). COERENZA NON PAROLE!!!

CERCAarticoli