Tutte le notizie di: | archivio
Articolo n° 10419 del 07 Maggio 2007 delle ore 14:00

Sconfitta Montevarchi, la Riviera Basket è in semifinale

Vado Ligure. La giusta convinzione, tanta determinazione ed ecco che la Carisa Riviera Basket conquista l’accesso alle semifinali dei playoff per la promozione in serie B d’Eccellenza. La squadra vadese, che pur avendo concluso la regular season in testa alla classifica della B2, aveva faticato perdendo in gara 1 a Montevarchi e vendicandosi in gara 2 davanti al pubblico di casa, nella sfida decisiva ha messo in campo orgoglio, grinta e, soprattutto, lucidità. I biancorossi allenati dal coach Alessandro Crotti hanno saputo resistere al gioco duro impostato dai toscani, approfittando anzi del loro calo psicologico. E con la vittoria, mai in discussione, hanno ottenuto il pass per le semifinali.
Che quella con il Montevarchi sarebbe stata una partita molto dura e sofferta si sapeva dall’inizio, ma Guerci e compagni sono scesi in campo con la ferma determinazione di vincere. A dare il primo segnale è stato il capitano, Paolo Patria: nell’ultima partita era rimasto infortunato e la sua presenza era ancora in dubbio. Ma il simbolo della Carisa Riviera ha voluto saltare, proprio lui, all’avvio di gara nella palla a due. E sempre lui ha firmato il primo canestro della partita.
Una Carisa velocissima in contropiede con Bernardi in regia, Guerci, Bertinelli, Zampolli e Patria. E anche chi è entrato dopo ha voluto “battezzare” il campo con un canestro: lo ha fatto Bocchini, subentrato a Zampolli, centrando subito una tripla che ha dato il primo choc al Montevarchi (12 – 5). Lo ha fatto Radaelli poco dopo: entrato su Patria (il capitano è tornato in panchina tra gli applausi di tutto il pubblico, che gli ha riservato una vera ovazione), è stato smarcato da Bernardi da solo sotto al canestro avversario, mettendo dentro il 14 – 5. Infine Guerci si è concesso un’altra tripla per avviare alla conclusione il primo quarto.
Nel secondo tempo tra le file di Montevarchi è salita la tensione: la precisione dei toscani è calata, con una precisione al tiro del 27%, contro il 36% della Carisa. Anche Benedusi conquista gli applausi del pubblico con una discesa in contropiede solitario: canestro da due punti e un tiro lbero per aver subito fallo.
Nella terza frazione il gioco dei toscani diventa più duro, ma la Carisa non cede. A farne le spese è però Bernardi, costretto ad uscire per una botta al viso. Nel quarto tempo il gioco diventa ancora più spezzettato, tanto che la partita si trascina in una serie infinita di falli e tiri liberi. E anche in questo frangente la Carisa mostra la sua determinazione: 18 tiri liberi messi a segno, su 22 concessi, nella quarta frazione; 3 su 10 quelli dei toscani. Montevarchi tenta l’assalto disperato all’arma bianca, Vado resiste e rilancia. Bernardi rientra e si “vendica” del colpo ricevuto mettendo a segno due serie per totali quattro tiri liberi e allungando il vantaggio (55 – 46) proprio nel momento in cui gli ospiti si erano riusciti a portarsi a –5.
A 3′ dalla fine il coach toscani Stefano Baggiani, “beccato” dal pubblico, perde la pazienza e viene richiamato dagli arbitri. Alla fine, comunque, la Carisa vince meritatamente, i giocatori delle due squadre salutano le rispettive tifoserie facendo il giro di campo tra gli applausi.
“Siamo stati bravi a mantenere la concentrazione, approfittando anche dei loro momenti di difficoltà. Ora ci aspetta Arezzo, che a inizio stagione veniva accreditata come la squadra da battere: sarà un’altra sfida molto difficile, ma ci prepareremo”, ha analizzato il coach vadese Alessandro Crotti.
“Un grazie al nostro pubblico fantastico e ai fisioterapisti che mi hanno rimesso in piedi, su tutti Stefano D’Andrea e Rudy Dagliano, sono stati eccezionali. Ora ci aspetta un’altra serie di partite molto delicate, ma noi vogliamo puntare ad andare il più lontano possibile”, ha sottolineato il capitano Paolo Patria.
Infine il presidente della Carisa Riviera, Roberto Drocchi: “Una squadra di leoni ed un pubblico straordinario. Ora pensiamo alle prossime partite e a concludere al meglio la stagione. Poi penseremo all’anno prossimo”.
Il tabellino della partita:
Carisa Riviera Vado – Savini Montevarchi 69 – 59
(parziali 20 – 11, 38 – 29, 51 – 43, 69 – 59)
Carisa Riviera Vado: Benedusi 8, Radaelli 2, Zampolli 2, Bocchini 8, Giroldi 6, Bertinelli 7, Patria 2, Bernardi 16, Guerci 18, Baroni ne. Allenatore: Alessandro Crotti.
Savini Montevarchi: Sestucci 0, Candela 10, Corsi 5, Bortoluzzi 10, Gambolati 8, Martini 6, Butini 6, Vasarri 3, Lazzerini 0, Di Trani 11. Allenatore: Stefano Baggiani.
Arbitri: Peppino Bernardi (Termoli) e Luciano Sarra (Matera).
Anche le altre due “belle” dei quarti di finale hanno premiato la squadra che giocava in casa. Il Bancosardegna Cagliari ha travolto la Cambiaso E Risso Genova per 72 – 58; l’Eutelia Arezzo ha prevalso per 88 – 83 sulla Falegnami Castelfiorentino.
In semifinale si ritrovano quindi le prime 4 della stagione regolare. La prima partita si disputerà sabato 12 o domenica 13 maggio. La Carisa Vado giocherà sul parquet dell’Eutelia Arezzo; nell’altra semifinale sfida Cagliari – Etruria Empoli.


» Christian Galfrè

I commenti sono disabilitati.

CERCAarticoli