Tutte le notizie di: | archivio
Articolo n° 10449 del 08 maggio 2007 delle ore 10:21

Albenga, restauro volumi XVI secolo della Biblioteca civica

[thumb:1825:r]Albenga. E’ormai in dirittura d’arrivo il lungo iter per la tutela e valorizzazione del fondo antico della Biblioteca civica di Albenga. Dopo una campagna di catalogazione dei volumi più antichi della “Simonetta Comanedi” (incunaboli e Cinquecentine, libri stampati nel XV e nel XVI secolo in Italia e all’estero pervenuti dal Collegio Oddo e dalle biblioteche conventuali in seguito alle soppressioni napoleoniche), il Comune di Albenga nel 2004 ha chiesto ed ottenuto alla Fondazione Carige un contributo per il restauro di alcuni tra i volumi più antichi. La scelta effettuata ha privilegiato i libri del XVI secolo più rari e quelli esposti a maggior rischio di perdita per il loro pessimo stato di conservazione: la rarità delle edizioni è stata appurata a seguito della catalogazione dei volumi, identificazione che ne ha permesso la ricerca nei cataloghi in linea delle biblioteche italiane. L’intervento di restauro, in dirittura d’arrivo, è stato particolarmente laborioso sia per l’aspetto economico (trovare uno sponsor disponibile a finanziarlo insieme al Comune) sia per l’aspetto tecnico. Come già in passato, è stata affidata l’elaborazione di un progetto a restauratori qualificati nell’ambito degli interventi su beni librari sottoposti a tutela; in una seconda fase questi progetti sono stati verificati e valutati dalla Regione, che esercita anche funzioni di Soprintendenza libraria, la quale ha espresso parere favorevole per l’intervento di restauro su quindici Cinquecentine; la terza fase, iniziata la scorsa estate, ha visto affidare l’intervento di recupero ad una restauratrice qualificata, con una lunga esperienza in questo particolarissimo settore, che a breve terminerà il lavoro restituendo alla città di Albenga un patrimonio finora poco conosciuto e valorizzato. Nel progetto sottoposto alla Fondazione Carige al momento della richiesta di contributo si era espressa l’intenzione di dare visibilità all’intervento effettuato con l’allestimento di una mostra: per questo scopo si è richiesto alla restauratrice di documentare il lavoro sui volumi con un ampia rassegna fotografica che potrà essere utilizzata per l’allestimento di una mostra didattica concomitante all’esposizione dei volumi restaurati con il contributo della Fondazione Carige, non appena i libri restaurati saranno tornati alla Biblioteca civica “Simonetta Comanedi”.


» Federico De Rossi

I commenti sono disabilitati.

CERCAarticoli