Tutte le notizie di: | archivio
Articolo n° 10466 del 08 Maggio 2007 delle ore 16:53

Savona nel network delle Città Murate del Meditteraneo

[thumb:400:r]Savona. Il Comune di Savona entra a far parte, in qualità di città fondatrice, del network delle Città Murate del Mediterraneo, una rete promossa dal Comune di Cagliari che vede unite località mediterranee di diverse nazioni, ma con le medesime caratteristiche: quelle di essere città storiche localizzate sulla costa del Mediterraneo, città portuali e dotate di antiche fortificazioni che, nel caso di Savona, si riferiscono al Priamar. I rappresentanti delle città si incontreranno a Cagliari il 10 e l’11 maggio 2007, in un incontro che sancirà la nascita del network. Lo scopo è quello di unire le forze per creare una rete internazionale di città mediterranee in grado di ottenere finanziamenti europei su un ampio ventaglio di progettualità che va dalla tutela e dal restauro architettonico alla promozione turistica e culturale, dalla ricerca scientifica ed universitaria allo sviluppo del commercio e la difesa degli antichi mestieri, dalla valorizzazione della musica alle arti visive. Oltre a Savona, la cui partecipazione è coordinata dallo staff del sindaco, sono presenti in qualità di città fondatrici Sidone (Libano), Victoria (Malta), Kotor (Montenegro), Pafos (Cipro), Melilla (Spagna), Cartagena (Spagna), Bizerte (Tunisia), le città sarde di Cagliari, Castelsardo, Tortolì, Alghero, e la toscana Portoferraio. Nell’ambito dell’internazionalizzazione della città di Savona, parteciperà all’evento il vicesindaco di Savona Paolo Caviglia, che illustrerà i punti di forza, le opportunità e gli obiettivi strategici della città: “E’ un’occasione importante – afferma Caviglia – per mettere in rete città con le medesime problematiche in termini di promozione e valorizzazione culturale, turistica ed economica, per ottenere insieme finanziamenti europei attorno a progetti specifici. Ovviamente questo network rappresenta per noi una ottima opportunità in particolare per quanto riguarda il Priamar, visto nella sua complessità e anche in una dimensione internazionale”.


» Redazione

I commenti sono disabilitati.

CERCAarticoli