Tutte le notizie di: | archivio
Articolo n° 10589 del 11 Maggio 2007 delle ore 13:44

Liguria: 8.5 mln di euro per lo sviluppo dell’artigianato

Regione. E’ stato approvato questa mattina dalla Giunta regionale il piano annuale per l’artigianato ligure che stanzia per il 2006 e 2007 otto milioni e mezzo di euro per favorire l’avvio di nuove imprese e aiutare quelle in difficoltà. Il piano è stato redatto in adempimento al programma triennale per l’artigianato, 2006-2007-2008, approvato dal consiglio regionale nel dicembre scorso. Le imprese artigiane liguri sono 45.631. Il programma – informa una nota della Regione – prevede lo stanziamento di risorse per la creazione di nuova impresa con particolari agevolazioni per le donne e per i giovani. Sono previsti infatti contributi in conto capitale fino ad un massimo di 50.000 euro per una percentuale del 30% sull’investimento complessivo che aumenta al 40% per le imprese artigiane gestite da donne, per arrivare al 50% per quelle gestite da giovani. A questi contributi, pari al valore di due milioni e mezzo di euro, si aggiunge inoltre la possibilità di contrarre un mutuo con Artigiancassa per beneficiare di un contributo in conto interesse fino ad un massimo del 50% della totalità degli interessi. Una percentuale che aumenta al 60% per le donne e al 70% per i giovani. Inoltre per le imprese esistenti il piano della Regione prevede l’accesso a CONFART, organismo con funzione di garanzia per ottenere i mutui, e Artigiancassa, per fare investimenti per un totale di 2.300.000 euro di finanziamenti. Previsti inoltre incentivi per i centri di assistenza, emanazione sul territorio delle associazioni di categoria per un totale di 200 mila euro. La Regione con questo piano intende inoltre incentivare lo sviluppo dell’associazionismo tra le imprese e sostenere le imprese in difficoltà, a causa di danni subiti. Il piano annuale per l’artigianato verrà pubblicato il 23 maggio sul bollettino ufficiale della Regione, e già dalla prossima settimana sarà visibile in rete sul sito Internet dell’Ente. Le domande potranno essere ritirate a partire dal primo luglio presso Filse e dovranno essere consegnate entro la fine di luglio. Le imprese artigiane liguri sono 45.631: dalle piccole imprese, ai laboratori che nei borghi della costa e dell’entroterra trasformano le materie della tradizione locale in manufatti artistici. “Proprio per dare forza a questo nostro patrimonio, fondamentale per l’economia ligure e per la sua storia – ha concluso l’assessore all’Industria e al Commercio, Renzo Guccinelli – abbiamo elaborato il piano annuale per aiutare gli imprenditori a far nascere nuove imprese e rafforzare quelle esistenti”.


» Redazione

I commenti sono disabilitati.

CERCAarticoli