Tutte le notizie di: | archivio
Articolo n° 11488 del 05 Giugno 2007 delle ore 12:46

Savona: mostra di Arnaldo Pomodoro al Priamar

[thumb:3342:r]Savona. Conarte inaugura la sua nuova stagione, portando a Savona “Il tappeto volante”, la nuova personale di Arnaldo Pomodoro. Duplice l’appuntamento con il grande maestro dell’arte contemporanea, in calendario dal 16 di giugno al 16 di settembre: il Priamàr, la grande fortezza affacciata sul mare, ospiterà le opere monumentali mentre la Galleria Conarte ospiterà una collezione di venti opere. Sono simboliche le opere che Arnaldo Pomodoro, il più grande scultore contemporaneo italiano, ha scelto di posizionare su un tappeto volante, per rappresentare iconograficamente simbologie, temi e presenze del cosiddetto “secolo breve”: un Novecento raccontato dalle “porte del sapere”, dalle “battaglie” che lo hanno pesantemente contraddistinto, dagli scudi, dalle colonne destinate a sorreggere il tempio, segnate e segate dallo sforzo inumano, ai solidi sventrati, acuminati, a colpire la retorica prima, facile e banale, per scivolare nel senso proprio delle cose, condensando la summa di esperienze maturate dall’artista nel suo secolo. Un ossimoro di leggerezza del volo e di visione a fare da contraltare ai temi centrali dello studio di Pomodoro. Le grandi opere in bronzo animeranno gli spazi aperti antistanti al palazzo di Sibilla, davanti al mare, anticipati visivamente da una immensa “rosa del deserto”, a raccontare la poesia di una natura che trasforma in arte una goccia di acqua nascosta sotto la sabbia. L’evento internazionale, interamente gestito dalla galleria Conarte, si inserisce nell’evoluzione di una città che pensa al futuro: “Si parla tanto in questi giorni di una Savona del futuro” – afferma Federico Berruti, Sindaco di Savona – “Dalle opere di Fuksas, alla nuova centralità del porto nelle rotte internazionali, al riportare in auge una stagione artistica, come quella inaugurata da Pomodoro al Priamàr, dopo anni di relativo silenzio: non dimentichiamo che a Savona si è formato e consolidato l’estro dei maestri albissolesi, con i quali molti artisti, tra cui Lucio Fontana, hanno avuto modo di realizzare opere di rilievo internazionale.

[image:3342:c]


» Redazione

I commenti sono disabilitati.

CERCAarticoli