Tutte le notizie di: | archivio
Articolo n° 11588 del 07 Giugno 2007 delle ore 18:54

Cairo, Ferrania: a Roma un confronto interlocutorio

[thumb:304:r]Cairo Montenotte. E’ stato un confronto interlocutorio quello sul piano industriale di Ferrania questo pomeriggio tra il Ministero dello sviluppo economico e azienda, sindacati, Regione Liguria e Unione Industriali di Savona. Nel corso dell’incontro romano è emersa l’ampia disponibilità sugli investimenti legati alla compartecipazione del Ministero. E’ stata ripresa l’analisi dei progetti previsti dal piano aziendale presentato due anni or sono e si è cominciato a parlare degli strumenti che possono essere utilizzati per i finanziamenti. Il tavolo di discussione si è giocato sulla dialettica, in attesa di trovare un punto di incontro sul “chi può fare cosa”. Ancora indefinito, quindi, lo specifico degli eventuali sgravi fiscali o contributi che lo stabilimento cairese potrebbe ottenere alla luce dell’accordo di programma o della Finanziaria 2007, che prevede agevolazioni per le aziende in amministrazione controllata o straordinaria. Non è dato sapere se le necessità dell’emergenza Ferrania graveranno sulle risorse di quest’anno o del prossimo. Un lento procedere per il rilancio del sito produttivo: ad oggi rimangono ancora da tarare quali siano gli strumenti più corretti per canalizzare i sostegni economici. A questo proposito, è in programma un nuovo incontro per definire in maniera più dettagliata la natura della compartecipazione statale.


» Redazione

2 commenti a “Cairo, Ferrania: a Roma un confronto interlocutorio”
Nonna papera ha detto..
il 7 Giugno 2007 alle 19:06

e ai poveretti in cassa integrazione straordinaria chi ci pensa? L’azienda chiede tanti soldi statali e nemmeno sta pagando l’aumento di contratto nazionale chimici che si è rinnovato un anno fa. Come minimo ogni mese si tiene 100 euro lordi per ogni lavoratore…. e i sindacati? come al solito fanno gli interessi dell’ azienda e non dei lavoratori.

cobra ha detto..
il 8 Giugno 2007 alle 08:07

Chi riesce a far SCENDERE IN PIAZZA i LAVORATORI in sterili manifestazioni con la immancabile connotazione politica?
QUANTE NE SONO STATE ORGANIZZATE, CON I RISULTATI CHE TUTTI VEDONO?
Ecco il lavoro dei sindacati, Vi sembra poco? Allora avete ragione ma attenzione, magari possono essere IMPEGNATI a far fruttare al meglio il nostro TFR, LO STIPENDIO DIFFERITO che, SOTTRATTO, vedremo lentamente DIMINUIRE.

CERCAarticoli