Tutte le notizie di: | archivio
Articolo n° 11700 del 11 Giugno 2007 delle ore 13:44

Albenga, cambio di deleghe in Giunta: urbanistica a Vazio, lavori pubblici a Damonte

[thumb:2609:r]Albenga. Cambio nella Giunta comunale ad Albenga con un’inversione di deleghe: il Vicesindaco Vazio si occuperà di urbanistica, mentre l’Assessore Damonte seguirà i lavori pubblici. “Avendo, come Sindaco, la delega alla programmazione ed alla pianificazione urbanistica e territoriale – afferma il primo cittadino albenganese Antonello Tabbò – devo assicurarmi che uffici e amministratori siano nelle condizioni ottimali per lavorare al meglio, soprattutto ora che stiamo affrontando questioni della massima importanza come il polo scolastico, l’Ortofrutticola e siamo all’alba del nuovo PUC”. L’assessore Damonte spiega così le sue motivazioni: “Ho chiesto personalmente al Sindaco di pensare ad una soluzione per non dovermi più occupare direttamente di urbanistica: mi trovo in forte imbarazzo a dover lavorare su pratiche che mi hanno interessato quando ero funzionario, avendo io un trascorso importante nell’ufficio urbanistica del Comune di Albenga. Penso che la proposta del Sindaco sia condivisibile e apprezzabile dato che l’obiettivo è quello di poter affrontare questioni di grande importanza con la massima lucidità. Inoltre sono certo che il Vicesindaco, con le sue competenze legali, saprà prontamente far fronte alle tante questioni normative e di legittimità che ultimamente attanagliano il campo urbanistico”. Anche Vazio si esprime sul cambio di deleghe: “L’urbanistica è e sarà la delega della maggioranza, con una forte partecipazione della comunità. Sarà una sfida per noi affrontare questioni importantissime come l’Ortofrutticola, il polo scolastico, il porto turistico ed allo stesso tempo voler rispondere puntualmente e velocemente alle piccole richieste dei cittadini. Con la Dirigente, verso al quale nutro la massima fiducia, ci adopereremo per adottare procedure grazie alle quali poter rispondere ai cittadini in maniera appropriata e nei tempi brevi”.


» Redazione

32 commenti a “Albenga, cambio di deleghe in Giunta: urbanistica a Vazio, lavori pubblici a Damonte”
testanellemano ha detto..
il 11 Giugno 2007 alle 16:02

L’amministrazione Tebbò-Vazio stà rovinando Albenga. Questo è un mio personale pensiero, ma condiviso da molti, molti dei quali elettori di questa amministrazione. Andate a Casa!!!

marya ha detto..
il 11 Giugno 2007 alle 17:53

amico, fatti carico del tuo pensiero, senza autonominarti portavoce degli elettori, i quali hanno voce e capacità per parlare. grazie

Romano ha detto..
il 11 Giugno 2007 alle 19:18

Cara Marya, il signor testanellemano ha semplicemente esternato quel che si sente girando per albenga e non mi pare sia una cosa oscura ai più ed inoltre non mi sembra proprio che lo stesso si sia fatto portavoce degli elettori, potevi aggiungere che la sua è una strumentalizzazione e poi era una perfetta dichiarazione del governo (statale o cittadino…tanto dicono le stesse cose).
Signor testanellemano per fortuna le amministrazioni passano, speriamo che i dirigenti continuino a fare il loro lavoro nell’interesse della cittadinanza (come stanno facendo), e nel frattempo, attendiamo con ansia il momento in cui questo governo così sicuro di se stesso si sottoponga al giudizio degli elettori.

marya ha detto..
il 12 Giugno 2007 alle 09:06

ah, ecco, lui girando per la città sente le voci, io invece scindo le chiacchiere dai fatti e non mi unisco al coro. passeggio e vedo i quartieri nuovi che qualcuno prima di questa giunta ha fatto, ma siccome si sono materializzati adesso, lui pensa che li hanno fatti Vazio/Damonte e Tabbò, ed è assolutamente falso, tanto che i costruttori che vedono ferme nell’uffico della dirigente i loro progetti sono sul piede di guerra, e qualcuno di loro ha anche i sigilli nei cantieri. Poi vedo tanti turisti e tante manifestazioni, mentre allora era un dormitorio, il San Carlo sempre pieno. Certo a chiacchiere si va a mille , ma a me dicono altre cose. Che Tabbò è onesto, che Albenga è difficile da governare, con buona pace di testanellemano a casa si va quando non ci sono più i numeri, o qualcuno dimentica come è finita con la giunta Zunino?

simone ha detto..
il 12 Giugno 2007 alle 10:31

certamente……….meglio spostare Vazio perchè ai Lavori Pubblici ha già fatto molto :) ……e sicuramente Damonte dall’Urbanistica togliamolo perchè avrà coperto a sufficienza gli interessi di molte “società”
…….si le amministrazioni passano e auguriamoci che nn tornino quelle precedenti che avrebbero realizzato piani/progetti/strumenti secondo i propri interessi e nn guardando a quelli della collettività………..

AngeloBarbero ha detto..
il 12 Giugno 2007 alle 16:27

Desidero puntualizzare alla sig MARYA, che il complesso palzzo Oddo e relativa chiesa di san Carlo sono stati fatti dalla giunta Zunino che ha cambiato la destinazione d’uso del palazzo Oddo infatti la precedente giunta di sinistra aveva destinato udite udite a : EDILIZIA POPOLARE si avete capito bene la amministrazione che ha preceduto la giunta Zunino voleva nel palazzo Oddo la EDILIZIA POPOLARE è stata la giunta Zunino che la ha cambiata ed ha fatto in modo che sia potuto diventare un contenitore culturale musei ecc.
grazie per l’attenzione Angelo Barbero

Luca ha detto..
il 12 Giugno 2007 alle 16:55

Vede Signora Marya, quel che lei scrive denota una certa ignoranza, in quanto a rendere esecutivo un Piano regolatore una amministrazione non basta affatto.
Capisce il piano che lei sta accreditando alla giunta Zunino, era già stato studiato dal signor Viveri ed ancora prima dal sindaco testa. Se non erro l’attuale vice sindaco faceva già parte dell’amministrazione Viveri, per cui è da attribuire anche a lui lo scempio ora portato alla fase esecutiva. L’unica pecca che si può attribuire alla giunta Zunino, inerente al piano regolatore, è di aver eliminato solo 300.000 mc già assegnati dall’amministrazione Viveri, pertanto sarebbe meglio che ogni tanto ascoltasse le voci perchè forse le insegnerebbero qualcosa e non ripeta a memoria quello che questa amministrazione continua ad affermare alle serate del San Carlo.
Nulla da eccepire sul fatto che il Signor Sindaco Tabbò sia una persona onesta e che albenga è una città difficile da governare, ma si è mai chiesta come mai tutte le amministrazioni prendono il nome esclusivamente dal sindaco ed ad albenga l’amministrazione prende anche il nome del vice sindaco?
Rifletta e si informi magari da canali alternativi rispetto alle serate del san carlo.
Cordialmente la saluto.

Giovanni ha detto..
il 13 Giugno 2007 alle 16:50

Ma come mai ogni volta che qualche esponente del centro destra si espone, con la sua opinione e la sua versione dei fatti, non c’è nessuno del centro sinistra o cmq nessuno dei paladini di questa amministrazione che controbatte? Sarà forse che veramente questa amministrazione non sa come controbattere a chi è davvero informato sui fatti?

franco vazio ha detto..
il 13 Giugno 2007 alle 17:50

Ogni amministratore serio ed intelligente cerca di fare il possibile per migliorare la propria città.
Io credo di fare, coì come i miei colleghi di maggioranza, ciò che è nelle mie possibilità con rigore, trasparenza ed onestà.
Non penso sia giusto e neppure vero che le uniche cose apprezzabili le abbia fatte la nostra amministrazione, così come tutte le cose sbagliate le abbia pensate e realizzate la Giunta Zunino.
Credo che sia utile il confronto ed anche la critica, penso però che meno utile e corretta sia la maldicenza, l’illazione perchè solo finalizzata a distruggere.
Sono disponibile a fare confronti e dibattiti con chiunque, ben sapendo che alla fine saranno i cittadini a giudicare il lavoro fatto.
Sono sicuro che la correttezza, la serietà, l’impegno e mi auguro i risultati, dimostrati dalla nostra amministrazione saranno riconosciuti e premiati.
Per queste ragioni non intendo alimentare alcuna polemica.
Franco Vazio

Cittadino Ingauno ha detto..
il 13 Giugno 2007 alle 20:43

Illustrissimo Avvocato Vazio.. forse Lei dimentica la vicenda TORRI di Consuegra ??

Mi pare Lei fosse uno strenuo sostenitore di tale vicenda, quantomeno discutibile, sia nel merito del sito sia della opportunità di tale realizzazione con tante assai più pressanti esigenze della cittadinanza: vista la Sua disponibilità al dialogo ed al confronto perchè non esprime in maniera definitiva la Sua posizione in merito, potrebbe essere un segno di chiarezza personale e trasparenza dell’Amministrazione in quanto tale.

L’idea non è certo da abbandonarsi ma va, a mio modestissimo giudizio, in luogo più adeguato che, condividendo alcuni suggerimenti frutto della diatriba sorta a proposito, individuerebbero come località Vadino: in sostanza un’ alternativa percorribile nel sito della vecchia caserma.

A Lei, ora, la parola….

Buonasera

Giovanni 2 ha detto..
il 13 Giugno 2007 alle 21:50

Gentile signor Vazio,
Io sono uno dei suoi elettori e sono contento di averla votata perchè secondo me Albenga (contrariamente a quello che dicono molti altri concittadini) sotto la vostra amministrazione si sta riscattando dai disastrosi anni sotto Zunino che hanno lasciato sulle vostre spalle il peso immane dei buchi neri EcoAlbenga Istituto Trincheri.

Detto questo, dal mio status di studente di architettura mi giunge incomprensibile il fatto che non si siate mai riusciti a mettere all’Urbanistica un urbanista o un architetto, ma solo geometri o altro tipo di professionisti. Lo stesso geometra per quanto sia nei fatti simili a un architetto, rispetto a quest’ultimo manca di una visione sociologica e tecnica dei movimenti della città non indifferente. Non mi stupisco del fatto che si parli di fare parcheggi in centro ad Albenga, cosa che viene bollata come eresia in tutti i corsi di sociologia urbana in quanto causa di ulteriore traffico cittadino.
Quello che chiedo è un atto di umiltà e di nominare finalmente qualcuno che abbia gli strumenti per risolvere la difficilissima e critica situazione della viabilità albenganese.

franco vazio ha detto..
il 14 Giugno 2007 alle 08:50

Desidero rispondere ai due signori che sono da ultimi intervenuti sull’argomento anche perchè hanno posto in maniera seria e garbata riflessioni e domande molto importanti.
Innanzi tutto ringrazio per i giudizi.
Sulle torri Consuegra.
Forse sarebbe stato utile, come suggerito dal sottoscritto, approfondire la discussione in modo pacato e serio, anche per trarre utili indicazioni per altre situazioni; così non è stato.
Io non avevo una opinione certa al riguardo: se l’avessi avuta l’avrei esternata con chiarezza, come sepre faccio.
Certo è che la tumultosa e animata polemica nata dopo la presentazione da parte della proprietà del volume del vecchio ospedale ha fornito un’orientamento, direi anche passionale, del quale sarebbe assolutamente pazzesco non tenerne conto: quell’idea non è più in discussione.
Vedete i cittadini e gli elettori non sono i nostri avversari, nè noi siamo i sovrani della città: un buon amministratore ascolta e tiene in doveroso conto l’opinione della comunità e così noi abbiamo fatto e faremo in futuro.
Resta il problema della ristrutturazione del volume del vecchio ospedale e dei legittimi diritti dei suoi proprietari: credo che un percorso traparente e pubblico potrebbe essere la giutsa soluzione, un percorso ove il Comune giochi un ruolo di indirizzo decisivo e la comunità possa dare il suo giusto contributo.
Solo al termine di tale percorso si potrà dire come e dove si dovrà intervenire: prima di allora mi parrebbe prematuro e foriero solo di altre accese discussioni e peggio di strumentali polemiche.
Sul punto: un urbanista all’urbanistica.
Intanto esiste una legge dello stato che vieta ai tecnici del luogo ove lavorano di ricoprire la delega all’urbanistica e ciò col fine di evitare potenziali conflitti di interessi.
Peraltro ho sempre ritenuto importante il contributo di tali esperti anche se inpassato qualche svista costoro l’hanno presa.
Sarei molto felice di poter evere invece il suo aiuto, magari impegnandosi in prima persona in quel servizio sostanzialmente gratuito che è la politica; magari nel partito democratico.
Grazie.
franco Vazio

sbalordito ha detto..
il 14 Giugno 2007 alle 09:28

Vorrei sapere se le persone che scrivono qui, scherate mostruosamente a SINISTRA siano capaci di vedere, valutare, giudicare in modo trasparente, o come capita spesso hanno dei prosciutti, anzi delle mortadelle sopra gli occhi. Tranne la viabilità che piaccia o meno sentiamo….. che cosa ha fatto l’amministrazione Tabbò/Vazio?? (chissà perche la chiamino cosi, visto che non sono quasi mai daccordo, salvo poi fare delle riunioni di maggioranza e molto probabilmente scambiarsi qualche interesse e far tornare il sereno …..per qualche giorno)……..Intendo cosa ha fatto di suo non di progetti impostati e organizzati da altre precedenti amministrazioni.
Al sindaco Tabbò se gli chiedete di risolvere un problema vi dirà sicuramente,,,,””ma certamente … si si risolverà..”” salvo poi non fare un cavolo. Vazio che appena il sindaco manca fa tutto il contrario di quello che il sindaco magari aveva dichiarato il giorno prima…..
Se qualche “simpatizzante” di questa maggioranza Ingauna lo sa mi dia una risposta.
Di mio posso dire che, la sensazione di sicurezza in giro per la città ha davvero fatto un passo indietro, io come cittadino non mi sento affato sicuro, che ne dica il sindaco o chi per esso ma i furti e i delinquenti sono aumentati, e non poco, le prostitute chissà come mai sono ritornate in grande quantità ad affollare l’aurelia e non solo quella, nelle frazioni la criminalità e lo spaccio di droga hanno raggiunto dimensioni drammatiche, Frzioni….. bella domanda ma ci va mai qualche esponente della maggioranza nelle Frazioni???? l’assessore alle Frazioni sa quiante sono le Frazioni e dove sono ubicate??? no nsa nemmeno cosa succede nella Sua…..parliamo ora dell’ufficio urbanistica…… qualche anno consegnavi un progetto e, se non aveva difetti, veniva approvato e in 2/3 mesi circa si poteva ritirare il permesso di costruire, ora solo per avere l’onore di avere la propria pratica presa in esame dalla Commissione Edilizia ce ne vuole molto di più… e chissà perchè alcuni progettisti (mogli mariti di chi è in commissione…….oltre ai membri della commissione), alcuni imprenditori hanno sempre le pratiche approvate in tempi rapidi e sopratutto non abbiano mai problemi (anche se progetti simili, di altri, vengono bloccati), mentre per altri committenti e altri professionisti, ho bisogna integrare la pratica o la comissione non ha ancora esaminato o da quando viene esaminata con parere favorevole poi per avere il permeso di costruire passano mesi….. a mio avviso “c’è del marcio in Danimarca”……
Se per caso ho scritto qualche cosa di non vero, per alcuni, scrivetelo ma sopratutto motivatelo con fatti oggettivi non con le solite parole al vento. Grazie e speriamo vadano a casa.

marya ha detto..
il 14 Giugno 2007 alle 12:16

carissimo sbalordito, schierato mostruosamente a destra, non vorrà ritornare ai tempi in cui solo voi potevate parlare vero? Se lei leggesse i giornali saprebbe che l’amministrazione sta incontrando in modo capillare i vari comitati territoriali e che sono in calendario incontri nelle frazioni, a dimostrazione di una vitalità di questa amministrazione che è tutto tranne che pronta a far le valigie con grande fortuna per Albenga. Per il problema della microcriminalità si rivolga alle Forze dell’ordine, responasabili dell’ordine pubblico, che con grande impegno e abnegazione fanno il loro difficile lavoro, o vuole il Sindaco con la pistola?

giorgio ha detto..
il 14 Giugno 2007 alle 13:33

vorrei completare la domanda di ‘sbalordito’:che cosa ha fatto l’amministrazione Tabbò/Vazio’?? e l’amministrazione zunino?? inoltre, ‘chissà perche la chiamino cosi, visto che non sono quasi mai daccordo, salvo poi fare delle riunioni di maggioranza e molto probabilmente scambiarsi qualche interesse e far tornare il sereno …per qualche giorno)……..’ perchè la giunta zunino come è caduta (forse non erano d’accordo su come farcire il tacchino a natale) ???..prima come funzionava la commissione edilizia??
vedete, per chi non ha mai fatto politica, le cose sembrano semplici ma in realtà amministrare una città come albenga non è facile e, mi pare, che nel corso degli anni, tutti gli schieramenti (destra e sinistra)se ne siano accorti. i trasferimenti dallo stato sono sempre minori, gli investimenti e le necessità sempre maggiori. stiamo pagando lo spreco degli anni del boom economico dove si pensava solo a riempirsi la pancia e a non pensare al futuro. quando c’erano i soldi non si è investito e ristrutturato e adesso siamo costretti a rincorrere il tempo perduto ma, purtroppo, non ci sono i fondi per ecuperare.

Romano ha detto..
il 14 Giugno 2007 alle 14:12

Finalmente qualcuno di veramente informato, ci rende edotti. GRAZIE signora Marya.
Caro signor sbalordito, guardi che ci sono una lunga serie di cose fatte da questa amministrazione ad esempio:
– hanno riempito le frazioni di cumuli di spazzatura degni delle migliori favelas (pensi che già nel 36 era uscita una legge che l’umido andava rimosso ogni 24 ore)
– hanno riempito di mobili palazzo oddo (da circa un anno e mezzo) senza poi utilizzarli
– hanno costituito una società per gestire palazzo oddo, ancora a tutt’oggi latitante se non per le serate culturali del san carlo
Рstanzieranno la prossima discarica provinciale in quel di cianciarin, ma in questo li ha aiutati la regione (quindi non ̬ solo merito loro)
– non hanno coordinanato in modo adeguato le forze dell’ordine affinchè potessero svolgere il loro lavoro al meglio
– hanno speso un milione e cinquecentomila euro per recuperare il fortino di piazza europa (ha presente quello che assomiglia al lidl di Ceriale)
Però se vogliamo escludere la viabilità (disastrosa), è andato tutto bene pensi che non siamo neanche stati annessi all’Afganistan.

Giovanni 2 ha detto..
il 14 Giugno 2007 alle 14:56

Nell’invitare una moderazione dei toni da stadio desidero rispondere al signor Romano su alcuni punti da lui esposti.

-I cumuli di rifiuti fanno parte di un progetto di nome “Raccolta differenziata” e le decisioni in merito di questa giunta sono assolutamente in linea con le politiche europee al riguardo. Non hanno fatto altro che mettere in pratica le norme CEE. Concordo sull’umido, ma è indubbio che non si può pretendere il rispetto dalla legge da lei citata se non si hanno i soldi per pagare i netturbini (vedi enorme buco nero nelle casse EcoAlbenga, targato Zunino).

-Sulla discarica non posso che dire che la sua è la solita politica “Not in my Backyard” ovvero non nel mio giardino. La spazzatura purtroppo non si smaterializza, sopratutto se non si fa la raccolta differenziata. Per tale motivo, finchè ci sarà roba indifferenziata ci saranno discariche per quanto possano essere sgradevoli.

– Le forze dell’ordine non sono mai state coordinate se non nel cacciare via i marocchini sulle spiaggie sotto la giunta di centrodestra. Certo è indubbio che qualche pattuglia a Leca e nelle altre frazioni, sopratutto nelle ore serali e pomeridiane sarebbe più che gradita.

Concordo sul fortino di piazza europa e mi fa piacere capire che anche lei lo trova uguale al lidl, solo che io nel mio precedente intervento lo paragonavo a quello più vicino nei pressi di via Dalmazia. Si è voluto rovinare un reperto del XV secolo (se non sbaglio) uniformandolo alla tettoia gialla di ben più recente fattura. Un vero schifo, un assassinio a un pezzo di storia rovinato per sempre. Una vergogna.
Controllerò sul prezzo del recupero, non mi sembrava che sul cartellone la cifra fosse così alta.

Volevo inoltre parlare un attimo sul problema dei permessi edilizi.
Il concetto è, se per avere il permesso di costruire presto dobbiamo far esaminare i progetti a muzzo e costruire delle emerite schifezze, allora tanto vale smettere di sbraitare per le torri di Consuegra, perchè gli obrobri non vanno tollerati nel centro storico come non vanno tollerati negli altri quartieri e nelle frazioni.
Poi se il problema è che i tempi di approvazione sono infiniti e si costruiscono comunque delle porcate, questo è un’altro discorso.

Non commento su palazzo Oddo perchè non so nulla al riguardo, vorrei però lodare il lavoro svolto nell’ambito del Trincheri, resuscitato come Lazzaro dal crack che minava posti di lavoro e salute degli anziani che vi soggiornano. Questo è stato possibile grazie alla nomina di una nuova direzione da parte di questa giunta. Inviterei tutti a giudicare una giunta non sui singoli fatti, ma sulla totalità del lavoro svolto, che non è indifferente a mio avviso. Se per voi non è così se ne può parlare senza bisogno di fare chissà quali scenate o provocazioni, siamo cittadini italiani, non talebani.

Andrea ha detto..
il 14 Giugno 2007 alle 16:04

Cara Marya
esca dalle vesti dell'”avvocato difensore” di se stessa e dei suoi compagni di avventura. Risponda agli attacchi, tutti veri e tutti dimostrabili, con la chiarezza e la verità. Il suo fare “sessantottino” da unica possidente della pseudo-verità traspare già dalla sintassi esasperata della frase e mi permetta di sottolinearle che le brutte figure di questa Amministrazione ingauna sono le medesime che la scorsa settimana dovrebbe aver apprezzato nella seduta parlamentare sul caso visco.
E’ incredibile speriemntare come il malcontento nazionale sia allo stesso modo portavoce della realtà locale e come, quando si tratta di sedersi a tavola, a tutti improvvisamente venga appetito. Non è sconosciuto a nessuno dell’imbarazzante attrito che lega Tabbò e Vazio, che biblicamente rappresentano le figure di caino e di abele: lascio a lei decidere il ruolo del primo o del secondo o forse è meglio lasciare al tempo l’ardua sentenza, perchè sono convinto che prima o poi la brocca per entrambi arrivi a sboccare da sola. Questa è una Amministrazione no-global, che prima o poi affonderà e a Vazio, che pure riconosco caro amico di merende, resta solo la triste amarezza di averci provato ma di aver fallito.
Le parla uno che ha votato viveri sempre, perchè a viveri era affezionato e di viveri riconosceva la vera passione per Albenga…la sua città….e che non ha una chiara esposizione a destra ma sicuramente è convinto di non stare con Prodi e con chi insieme a Prodi ha accettato il pesante compromesso di svendere ogni valore al prezzo dei soldi e del potere.

Giovanni 2 ha detto..
il 14 Giugno 2007 alle 17:44

Mi sembra caro Andrea che lei sia uscito alquanto fuori tema.
Perfavore mi spieghi il legame del caso Visco con l’inversione di deleghe tra Vazio e Damonte. Mi sembra abbastanza un discorso campato per aria il suo. Eppoi Tabbò no-global che intitola piazze ai padri fondatori boy scout mi mancava. E’ come se la mia fede politica mi portasse a dire che se Berlusconi aveva Mangano come stalliere anche un esponente di destra di questa città doveva avere il suo stalliere venuto dal profondo sud a scambiare cavalli (sottoforma di bustine) in hotel di lusso o che faccia meeting in Sardegna circondato da bellezze femminili.
Fortunatamente non è così, penso che le amministrazioni locali debbano essere valutate per il loro lavoro sul territorio di loro competenza, non per quello che succede su scala nazionale. E’ come se un alunno prendesse sei in chimica perchè l’insegnante di inglese gli ha dato quattro.
Inoltre le sue argomentazioni sono alquanto vaghe, io non conosco personalmente ne Vazio ne Tabbò, ma se non vanno a cena assieme perchè non si piacciono non capisco dove sia il problema se la giunta funziona e continua nel suo amministrare.
In questo momento non mi sembra che la situazione si di paralisi.
Penso che ci sia una tendenza da parte dell’opposizione di cavalcare il caso Consuegra per fomentare una guerra senza senso, degna solo di chi è povero di alternative.
E perfavore non tiri in campo Viveri e se lo fa almeno lo scriva con la V maiuscola.

sbalordito ha detto..
il 14 Giugno 2007 alle 19:17

Sig.ra marya, chi le ha detto c eio sia di destra?? solo perche ho detto qualche cosa contro questa amministrazione comunale rossa/bianca/verde e perche no…massonica pure questa???

Sig. Giovanni 2 mi sa che lei ha visto tutto un altro film.
i cumuli di spazzatura non sono per nulla giustificati, e poi perchè solo le Frazioni debbono avere questa pesante pena??? se è giusto che ci sia rumenta per le strade allora perche lei non propone di attuare immediatamente il rumentaio in tutta la città?? Le Frazioni dimenticate ma rivalutate solo in fase pre elettorale.
Sulla discarica le posso rispondere così… ovvio che nessuno la vorrebbe sotto casa ma……. però trovare un idoneo sito, dove dia minor danno, e impatto sia il primo compito di un serio politico.
iI Rio Arveglio che passa nelle vicinanze della discarica di cian ciarin, porta le sue acque nel torrente Arroscia che a sua volta confluisce nel fiume Centa, provi ad immaginare un eventuale (probabilissimo) inquinamento da parte della discarica…. ci pensi su.
Che piaccia o no nella precedente amministrazione le forze dell’ordine erano coordinate… e si vede nella città la differenza.
I permessi di costruire devono essere rilasciati e i progetti visionati dalla commissione edilizia in modo serio obiettivo e sopratutto in modo equo non …a qualcuno si e ad altri no.

Apprezzo molto invece l’intervento del sig. Andrea il quale probabilmente è riuscito a vedere con i proprio occhi anziche con quelli del partito (ma poi quale partito amministra Albenga)

marya x andrea ha detto..
il 14 Giugno 2007 alle 19:50

Io il 68 non l’ho fatto, non posso fare l’avvocato difensore perchè non mi devo difendere di nulla. poichè non sono nè iscritta ad un partito, nè coinvolta nelle scelte amministrative. Scrivo come mi pare ed esprimo tutta la mia solidarietà a Vazio e Tabbò, per questi attacchi che loro non meritano affatto. Sono in grado di riconoscere le scelte buone di Zunino, e quelle sbagliate, non ritengo che in giunta fossero uniti, tanto che al loro interno si sono divisi fino ad arrivare alla fine della loro esperienza amministrativa. Un cambio di deleghe è una scelta interna che è stata motivata, non ci trovo nulla da ridire. Francamente non capisco perchè lei usi questo tono con me, e ribadisco che in democrazia tutti hanno il diritto di esprimersi. Lei mi da della sessantottina, io non le ho mica detto che lei è fascista! la politica è andata avanti da allora e sarebbe auspicabile che ci si potesse confrontare senza i toni di allora. Lei usa parole verso il vice sindaco inaccettabili e parla senza rispetto, le ricordo che prima di parlare di possibili fallimenti che lei amando Albenga, immagino auspichi, dovrà farsi forza e attendere qualche anno. porti pazienza, in democrazia è così!

Giovanni 2 ha detto..
il 14 Giugno 2007 alle 21:13

Sig. Andrea,
Un programma di raccolta differenziata è costoso più che mettere i soliti cassonetti di indifferenziato e ha bisogno di un periodo di testing per l’ottimizzazione del servizio in modo da migliorare il servizio e contenere i costi nel momento in cui si passerà a una applicazione del servizio a una scala più ampia (cosa fondamentale visto che i soldi l’ecoalbenga non ce li ha più, cosa che continuo a ripetere ma non sembra essere recepita…). Poi sinceramente non vedo tutto questo squallore per strada. Io vivo in una frazione e quando c’è la raccolta dell’umido metto fuori il mio bidoncino chiuso e me lo ritrovo vuoto il giorno dopo senza alcun problema.

Posso concordare che sia sbagliata l’ubicazione se il rischio di contaminazione del fiume è reale. Il problema rifiuti comunque rimane e una soluzione deve essere trovata, sperando che non sia un termovalorizzatore a bastia, come proposto pochi anni fa. Direi che è molto più deturpante un enorme comignolo nero che un sacchettino nero fuori dalle porte di casa la sera.
Se perfavore qualcuno ha idea di dove sarebbe possibile stoccare i rifiuti lo scriva così almeno visto che il signor Vazio visita questa discussione, ora che è delegato all’urbanistica ne potrà tenere conto.

Io sinceramente non vedo alcuna differenza tra la gestione delle forze dell’ordine prima e dopo. Poliziotti nella mia frazione non ne ho mai visti ne prima ne dopo.

Per quanto riguarda la commissione edilizia, i problemi c’erano prima e ci sono ancora adesso. Non è giusto che a seconda di chi sale uno non possa costruire e viceversa, però non è una prerogativa della sinistra.

Ritornando all’intervento del signor Andrea da lei lodato, io continuo a pensare che certe affermazioni non stiano davvero ne in cielo ne in terra, perchè non è assolutamente possibile fare un confronto in scala nazionale e scala locale, sono due mondi a parte.

Un’altra buona abitudine prima di criticare sarebbe quella di dare anche una proposta alternativa. E’ sempre più facile dire “questo no”, il difficile viene quando si deve dire cosa si dovrebbe fare al suo posto.

sbalordito ha detto..
il 15 Giugno 2007 alle 12:35

Sig. Giovanni …………… lei mi dia qualche “alternativa” visto che critica ma non da nessuna alternativa.
Se lei è mai stato a Montecarlo saprà che li esiste un INCENERITORE (chiamiamolo con il suo nome il termovalorizzatore) ma di comignoli neri e di fumo nemmeno l’ombra.
La differenza sul coordinamento delle forze dell’ordine prima ed ora se non lo vede mi dispiace per lei, quando si ritroverà svaligiato allora forse se ne renderà conto.

sulla commissione edilizia……….. probabilmente lei non è molto informato, provi a chiedere a professionisti una opinione, e chieda pure a destra e sinistra.

Se poi lei vuole fare solo sterile polemica la faccia, io dico quello che vedo.

Giovanni 2 ha detto..
il 15 Giugno 2007 alle 13:56

Allora direi che un ottima proposta potrebbe essere quella di costruire un inceneritore dietro casa sua, tanto non fa polvere. Mi sembra una proposta più che adeguata vista la sua evidente disponibilità. Le sembrerà di essere a Montecarlo. Solo senza Cayenne. Chissà perchè la gente sbiella in giro per l’Italia per i termovalizzatori se sono così simpatici!
Scherzi a parte, io ammetto la mia negligenza nell’indicare un sito alternativo e ho comunque affermato nel mio precedente intervento la necessità di valutare i reali danni ambientali che si potrebbero avere dal collocamento in zona cian ciarin di una discarica, dopodichè ragionare sulla possibilità di metterla in qualche altro posto.

Il giorno che mi troverò svaligiato ne riparleremo, per ora sono stato svaligiato solo sotto Zunino. E neanche con lui c’erano pattuglie per le frazioni, quindi diciamo che è un persistere di una situazione preesistente. Mai sono state coordinate, e tantomeno lo sono ora. Forse sostituendo il comando delle forze dell’ordine della zona si potrebbe avere un miglioramento, non cambiando il sindaco. Che ne pensa?

Io non so che lavoro lei svolga, probabilmente legato all’edilizia. Evidentemente lei come la mia famiglia ha avuto problemi legati alla politica a costruire, cosa inamissibile. E’ però altresì giusto affermare una cosa: la commissione edilizia non deve essere una semplice formalità (tale desiderio traspare dalle sue parole), ma deve essere un importante mezzo per:
-Valutare l’impatto sul traffico della costruzione di edificio
-Aumentare la pessima qualità architettonica di Albenga
Questo non è mai successo ma si è sempre voluto fare un piacere alle varie imprese che a amministrazioni alterne hanno avuto alterne fortune.
Ora io non so come risolvere questa situazione, dico solo che una commissione edilizia più competente in architettura e urbanistica, super partes e partecipe di un progetto per lo sviluppo urbanistico moderno sarebbe l’ideale per Albenga.

bart ha detto..
il 15 Giugno 2007 alle 14:05

Caro Sbalordito,
non voglio entrare nel merito della polemica di Albenga.
Mi dispiace solo di aver letto che c’è ancora qualcuno che crede alla favola dell'”inceneritore buono” di Montecarlo. L’impianto di Montecarlo è un vecchio impianto che ha dato molti problemi nel corso della sua carriera. Almeno una volta negli anni Ottanta c’è stato un grave caso di intossicazioni nel quartiere dove si trova, a causa di un incidente durante il suo funzionamento. Non molti anni fa tale impianto venne fermato per ristrutturazioni, per cercare di adeguarlo alle normative europee in materia di emissioni (norme che aveva difficoltà a rispettare?).
La leggenda dell’inceneritore buono di Montecarlo nasce sia dalle efficaci public relations della multinazionale che lo gestisce, la Elyo, che non lesina inviti agli amministratori pubblici a visitare il suo impianto, organizzando allegre gite turistiche a Montecarlo (gite a cui hanno partecipato, alcuni anni fa, molti dei nostri amministratori pubblici locali), sia dall’ingenuità degli osservatori che credono che sia sufficiente l’assenza di comignoli neri e di fumo per valutare la pericolosità dell’impianto. Evidentemente c’è chi ritiene che nanoparticelle e diossina si possano rilevare a nasate, come l’odore di tappo nel vino…
Quindi, chi vuole sostenere che gli inceneritori sono una soluzione per il problema dei rifiuti, è libero di farlo, è un’idea come le altre. Ma per favore, per fare propaganda, trovatevi un “impianto modello” migliore di quello di Montecarlo…

cristina ha detto..
il 15 Giugno 2007 alle 17:34

beh fatemi un piacere …….furti e criminalità nn mi pare sia cosi tragica la situazione per lo meno sono donna ma nn ho paura di girare per albenga…..ma per cortesia RIPULITE ALBENGA DALLE SCRITTE SUI MURI è vergognoso e nn penso siano i bambini a pasticciare la città……..perchè nn insegnamo loro a fare i murales invece che impiastrare piazze o parco giochi spazzi pubblici destinati ai cittadini più piccoli che devono imparare l’arte??????????????’
grazie

Giovanni 2 ha detto..
il 15 Giugno 2007 alle 18:23

Sopratutto, rimanendo in tema scritte, vorrei dire agli amici di quel tale Luca, morto in un incidente stradale, che il modo migliore per onorarlo è non fare i cretini per strada, non deturpare la città.

oppidanus ha detto..
il 16 Giugno 2007 alle 01:40

Colgo l’occasione dell’intervento di Cristina, che condiviso totalmente, per indicare al Vice Sindaco Vazio di voler valutare l’opportunità di disporre per l’eliminazione delle scritte sui muri della Chiesa “Santa Maria in Fontibus” visibili dalla Piazza San Francesco, le scritte che sono nel muro del passaggio pedonale da Piazza San Francesco alla Piazza IV Novembre. Ebbene, credo che siano una pessima immagine di Albenga e pertanto occorre rimediare immediatamente. Sul un sito della Riviera, per Albenga si legge “passeggendo per il Centro Storico per meglio ammirare nel suo insieme l’aspetto monumentale della città si consiglia di portarsi nella centrale Via Enrico d’Aste, dov’è la Chiesa di Santa Maria in Fontibus, adorna di un bel portale gotico, fronteggiata dalla torre della Casa Cazzulini, del secolo XIII. La chiesa è di origine duecentesca, ma fu rimaneggiata nel 1617…….! Sono sicurissimo che il Vice Sindaco VAZIO prenderà visione del presente invito e vorrei essere fiducioso che l’intervento di pulizia dei muri venga effettuato al più presto, anche perchè mi dispiacerebbe dover attendere molto tempo. Eppoi mi permetta Vice Sindaco credo che non sia una cosa difficile da fare questa, no? Considerato che i muri in questione sicuramente non sono di proprietà del Comune, bensì credo della Curia, mi permetto di suggerire al Vice Sindaco , qualora non possa intervenire direttamente presso la Curia, di interessare con nota scritta ( verba vola scripta manent) il Soprintendente competente. Chiedo scusa per queste precisazioni ad un uomo di legge. Speravo che i funzionari della Soprindentenza che hanno “legalmente” fatto spendere un pò di denaro agli Albenganesi scavando in Piazza delle Erbe, s’avvedessero delle scritte ma non è stato così. E’ difficile, oggi, trovare qualcuno che abbia quel bellissimo “spirito di iniziativa e senso del dovere”. Spero vivamente di vedere al più presto i muri puliti. Per chi ama Albenga prenda nota del giorno della mia segnalazione al Vice Sindaco. Grazie a presto.

sbalordito ha detto..
il 16 Giugno 2007 alle 10:55

Bravo Giovanni in questo concordo pienamente, le scritte avevano promesso di toglierle gli amici che le avevano scritte, ma poi, nessuno si è preoccupato di farle levare. Commenterei volentieri chi le ha scritte ma per il momento ci passo su, ci sarà altra occasione per parlare dei “giovani” di Albenga.

Non sono per nulla daccordo su quanto scritto da Cristina sulla sicurezza……..

Giovanni 2 ha detto..
il 16 Giugno 2007 alle 13:15

Non penso che una scritta su una chiesa sia più importante che una scritta tipo la ormai storica “Violabastardi” che siede li da almeno vent’anni nei pressi della stazione. Tutte le scritte andrebbero ripulite a prescindere dalla bellezza dell’edificio deturpato. Ma sopratutto sarebbe ora che chi continua a scrivere con le bombolette venga punito seriamente in modo da essere esempio per gli imbecilli suoi pari.
Certo che magari le attrattive turistiche potrebbero anche essere ripulite in tempi un po’ più brevi…

oppidanus ha detto..
il 16 Giugno 2007 alle 15:28

Intervengo nuovamente, signor Giovanni2, non per polemizzare con Lei, solo per esprimere il mio pensiero che la scritta sulla Chiesa di Santa Maria in Fontibus è certamente più importante della “ormai storica” scritta nei pressi della Stazione. E’ molto più importante perchè chiunque si rechi ad Albenga per osservare le sue straordinarie bellezze del Centro Storico ( escludendo però le fontane della nuova generazione e le panchine in acciaio…devo informarmi quale Amministrazione le ha collocate e che fine hanno fatto le vecchie fontanelle…) certamente non mancherà di guardare la Chiesa di Santa Maria, a meno chè non venga ad Albenga in treno. Comunque, speriamo che in breve tempo queste scritte vengano tolte, associandomi totalmente alle parole di Giovanni 2 nel messaggio del 15/06/2007 ore 18:33. Cordialità a presto

Giovanni 2 ha detto..
il 17 Giugno 2007 alle 01:58

Si, sono d’accordo per le attrattive turistiche un rapido intervento di pulizia. Basta che non le intonachino di giallo stile castelletto di piazza europa. Ora come ora lo sbatterei giù tanto fa schifo, sono cose che ti fanno vergognare di essere albenganese.

Detto questo, ritengo altresì importante non solo salvaguardare il centro storico con i suoi monumenti e le sue “pietre eterne” come definite da Sgarbi, ma anche il resto della città meriterebbe un poco più di attenzione togliendolo finalmente dalle grinfie dei soliti palazzinari che costruiscono i soliti mini ecomostri intollerabili sia dal punto di vista stilistico, sia dal punto di vista di uno sviluppo urbano sostenibile.

CERCAarticoli