Tutte le notizie di: | archivio
Articolo n° 12254 del 25 giugno 2007 delle ore 14:01

Albenga, serata per la vita dedicata a Giovanni Nuvoli

Albenga. Quattrocento persone allo spettacolo di venerdì sera sul lungomare albenganese, organizzato dall’associazione Scienza e Vita ingauna insieme a Centro Aiuto vita di Albenga. Ad animare la serata i bambini dell’A.R.T. group di Albenga insieme alla scuola di ballo El Barrio Latino. Obiettivo dell’evento era la sensibilizzazione al rispetto del valore della vita, dal concepimento fino al naturale tramonto: questa la ragione di un ponte ideale tra Albenga e Alghero, città dove risiede Giovanni Nuvoli, un ex arbitro di calcio di 53 anni, colpito dalla sclerosi laterale amiotorfica, che chiede di morire come Pier Giorgio Welby. Sponsors della serata sono stati Il Giornale e Avvenire. “La malattia che costringe Giovanni Nuvoli a letto immobile con il respiratore meccanico – sotengono i volontari di Scienza e Vita – è sicuramente una condizione di estremo disagio, dolore e spesso anche di solitudine, che nessuno, al di fuori degli interessati, può comprendere fino in fondo e talvolta certamente tocca e giustifica la disperazione. Ma pur in tutti i suoi aspetti più invalidanti non può giustificare la richiesta di morte mediante l’interruzione della respirazione meccanica”. Il vescovo di Albenga, Mons. Mario Oliveri, attraverso il vicario Don Giorgio Bramcaleoni, ha espresso “convinto sostegno a tutto quanto viene operato per promuovere un amore incondizionato alla vita umana e per far sì che si diffonda e si radichi nel cuore dell’uomo la convinzione che qualunque vita va sempre accolta, protetta, difesa e sostenuta”. Il dvd della serata da Albenga raggiungerà l’abitazione di Nuvoli ad Alghero, unitamente alla lettera del vescovo.


» Redazione

I commenti sono disabilitati.

CERCAarticoli